Piante

Tipi di alberi a foglie caduche

Sebbene esistano innumerevoli specie di alberi, possono essere classificati in base alla periodicità delle loro foglie in due grandi gruppi: alberi sempreverdi e alberi a foglie caduche. Questa classificazione degli alberi è utile a livello locale e non globale, poiché dipende dal clima.

Oggi in Green Ecology ci concentreremo su quelle decidue, guardando i diversi tipi di alberi decidui o decidui che possiamo trovare.

Cosa sono gli alberi a foglie caduche

Gli alberi a foglie caduche, o caducifoglie, sono quegli alberi che perdono le foglie nei periodi più freddi e tetri dell’anno, cioè in autunno e in inverno. La perdita delle foglie è un sistema che gli alberi possiedono e utilizzano in quei tempi in cui non possono svolgere la fotosintesi, cioè i nutrienti a disposizione della pianta sono limitati. Di fronte a questa situazione, gli alberi preferiscono perdere le foglie, poiché conservarle è una spesa energetica per loro e non dà loro molto, e risparmiano energia per rimanere in vita.

Gli alberi a foglie caduche sono molto apprezzati come alberi ornamentali, perché offrono un grande contrasto durante l’anno, essendo molto colorati e fioriti durante la primavera e l’estate e lasciando passare la luce attraverso i loro rami in autunno e in inverno. Il periodo migliore per piantarli o trapiantarli è l’autunno, in modo che fioriscano durante la primavera.

Cura che questi tipi di alberi richiedono

Come dicevamo, il periodo ideale per piantare, trapiantare, concimare o innaffiare alberi a foglie caduche è l’autunno. Durante l’ inverno ne approfitteremo per potare i suoi rami più deteriorati e prepararlo per la stagione primaverile-estiva. Mentre nella stagione primavera-estate, ne approfitteremo per goderne i colori e annaffiarli di tanto in tanto.

Cosa sono gli alberi a foglie caduche

  • Ciliegio (Cerasus sp.): alberi appartenenti al genere Prunus. Con bellissimi fiori di corimbo rosa la cui fioritura segna la fine dell’inverno. Ha un frutto molto consumato, il ciliegio, che matura fino all’estate.
  • Mandorlo (Prunus dulcis): Appartenente anche al genere Prunus. Dai bei fiori rosa o bianchi e ampiamente coltivato anche per il suo frutto, il mandorlo.
  • Noce (Juglans regia): albero che può raggiungere i 25 metri di altezza. È un albero ampiamente coltivato anche per il suo legno, il suo odore, i suoi frutti e il suo valore ornamentale.
  • Gingko biloba: albero capace di vivere per molti anni ed è l’unica specie del suo genere. Di taglia media, potendo raggiungere i 35 metri di altezza con una caratteristica chioma piramidale e foglie a ventaglio di colore verde chiaro.
  • Prunus serrulata kansan – Chiamato anche ciliegia giapponese. È un albero di piccole dimensioni, ma molto forte, anche molto piantumato.
  • Albero di Giuda (Cercis siliquastrum): Albero con bellissimi fiori rosa e molto resistente alle temperature estreme.
  • Prunus pisardi cerasifera: è un susino ampiamente coltivato con fiori bianchi o rosa che sbocciano verso la fine dell’inverno. È un albero di origine iraniana ed è stato importato intorno al 1880.
  • Pioppo bianco (Populus alba): Alberi che possono raggiungere i 30 metri di altezza. Sono caratterizzati dall’avere rami e corteccia bianca.
  • Albero del paradiso (Eleagnus angustifolia): olivo deciduo a crescita rapida con profumo e fogliame gradevoli.
  • Frassino bianco (Fraxinus americana): albero normalmente grande ea crescita rapida che può raggiungere i 40 metri di altezza. Si caratterizza per il suo colore dorato durante l’autunno.
  • Liquidambar styraciflua: albero caratterizzato da foglie che virano al porpora e al cremisi. È un albero a crescita lenta ea forma piramidale, soprattutto durante lo stato giovanile. Si sviluppano su terreni freschi e profondi, ma non calcarei e acidi. La sua origine è negli Stati Uniti.
  • Acer platanoides: albero molto conosciuto e coltivato. Ha una crescita accelerata, con foglie pentalobate che in autunno ingialliscono. Sono specie molto robuste e robuste, che resistono a condizioni di forte inquinamento e sono poco esigenti in termini di tipologia di terreno, pur preferendo quelli freschi. Ci sono molte varietà.
  • Sorbus aucuparia: È un albero dai rami spessi e dritti, con foglie verde scuro e frutti rossi che crescono a grappolo. È un albero a crescita lenta, poco impegnativo per i tipi di terreno in cui cresce, e resiste bene all’inquinamento atmosferico.

Se desideri leggere altri articoli simili a Tipi di alberi a foglie caduche, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.