Suggerimenti

Tillandsia Care

La tillandsia, comunemente chiamata garofano dell’aria, è una pianta sempre più diffusa sia nel giardino che nella decorazione d’interni. Il suo successo è dovuto sia al suo aspetto esotico, che aiuta ad abbellire qualsiasi spazio, sia alle poche cure che richiede, che lo rendono adatto ai principianti nel giardinaggio e nella cura delle piante.

La Tillandsia è una pianta epifita, cioè nel suo habitat naturale cresce su tronchi d’albero o su pareti rocciose, in zone con poco o poco substrato, quindi è facile pensare anche alle orchidee, altra delle piante aeree più conosciute, quando si parla di loro. Se vuoi imparare a prenderti cura di un garofano d’aria o di una pianta d’aria, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde sulla guida alla cura delle coltivazioni.

Posizione del garofano aereo

I garofani dell’aria sono piante tropicali. Tenendo presente ciò, sappiamo che avranno bisogno di una zona molto luminosa, anche se senza incidenza diretta, poiché nel loro habitat naturale cresce in zone molto luminose ma all’ombra sotto la copertura di altre piante o del terreno.

Per la loro natura epifita, queste piante sviluppano a malapena radici, e le poche che producono hanno la sola funzione di ancorare la pianta al suo supporto: non assorbono acqua né sostanze nutritive. Per questo motivo è una pianta adatta sia per interni che per esterni, ed è molto comune appenderle a supporti decorativi con pochissimo substrato.

Posiziona la tua tillandsia in un luogo ben illuminato, ben ventilato e, soprattutto, lontano da fonti esterne di calore o freddo, che potrebbero seccarla e privarla dell’umidità di cui ha bisogno. Non esporlo mai a temperature inferiori a 10ºC o superiori a 30ºC.

Come appendere le tillandsie

Come abbiamo detto, il garofano aereo è una pianta che non ha bisogno di terra, quindi le sue possibilità decorative sono enormi. Cerca supporti per tillandsia in vetro o plastica trasparente che ti consentano di vedere l’intera pianta da qualsiasi angolazione.

Quando si tratta di sapere come appendere il garofano in aria, tenere a mente ciò che viene spiegato nelle sue esigenze di posizione. Usa un supporto o un contenitore che permetta la libera circolazione dell’aria, che è dove prende i suoi nutrienti, e appendilo dove preferisci, al riparo dalla luce solare diretta ma in una zona luminosa. In inverno si può posizionare la tillandsia al sole diretto, mentre in estate starà meglio vicino a una finestra soleggiata ma non contro il vetro.

Come annaffiare le tillandsie

Tutte le piante epifite necessitano di un grado di umidità ambientale abbondante, poiché è qui che raccolgono l’acqua con cui si idratano. Imparare ad innaffiare una pianta aerea non è difficile, ma tieni presente che non può essere fatto come le normali piante terrestri.

Per mantenere un’umidità e un livello di idratazione adeguati nel tuo garofano, spruzza acqua sulla pianta in modo che inumidisca le sue foglie. Nei mesi caldi dovresti farlo tutti i giorni, e nelle stagioni particolarmente calde questo diventa vitale. Infatti, se la temperatura è molto alta, puoi immergere temporaneamente la pianta in acqua, per pochi minuti, quindi lasciarla asciugare completamente e riportarla al suo posto.

È molto importante che tu non usi l’acqua del rubinetto per annaffiarla, poiché gli additivi che contiene non faranno bene alla tua pianta. Utilizzare preferibilmente acqua piovana o con mineralizzazione molto debole. Se non riesci ad accedere a nessuno di questi, lascia riposare l’acqua del rubinetto per 24 ore prima di usarla in modo che i suoi elementi aggiunti si depositino e non finiscano nella tua tillandsia.

Concime per tillandsie

Non avendo radici terrestri che traggono nutrimento dal terreno, la tillandsia necessita di essere nutrita con un fertilizzante specifico per piante aeree. È importante non utilizzare alcun fertilizzante generico, che potrebbe danneggiarlo piuttosto che avvantaggiarlo.

Diluisci il fertilizzante nell’acqua di irrigazione (ricordati di non usare acqua corrente) e applicalo spruzzandoci sopra, una volta ogni 15 giorni.

Come riprodurre le tillandsie

Se ti prendi cura del tuo garofano dell’aria e lo mantieni in condizioni ottimali, sarai in grado di vederlo fiorire. Spettacolare e molto bella è la fioritura della tillandsia, nei toni del viola e del fucsia. Dopo questa fioritura è molto comune che la pianta dia origine a polloni, che possono essere utilizzati per riprodurla, poiché cresceranno come copie identiche della pianta madre. Tieni presente che il garofano aereo è una pianta a crescita molto lenta, quindi dovrai essere paziente a questo punto.

Lascia che i cuccioli crescano insieme alla pianta madre il più a lungo possibile per assicurarti che quando decidi di separarli, sopravvivano individualmente senza problemi perché saranno cresciuti abbastanza. Non separarli mai prima della primavera successiva alla loro comparsa, poiché è il momento ideale per farlo. Separare con cura i rami del pollone da quelli della pianta madre, cercando di non danneggiare nessuno dei due, e avrete pronta la vostra nuova tillandsia.

Ora che hai imparato a prenderti cura delle coltivazioni, scopri di più sulle piante aeree: tipi, nomi e cure in questo altro articolo di Ecologíaverde.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura delle tillandsie, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.