Suggerimenti

Septoria: cos’è e come combatterla

È molto probabile che in più di un’occasione abbiate sentito septoria o septoria, soprattutto se conoscete persone con piantagioni di grano o altri cereali o qualcuno che è molto appassionato di giardinaggio, orticoltura o agricoltura in generale. È una malattia fungina che dovrebbe essere ben compresa per evitare perdite di colture e piante.

In questo articolo di EcologíaVerde parleremo di cos’è la septoria e di come combatterla e prevenirla. Se vuoi saperne di più sulla septoria, unisciti a noi in questa guida al giardinaggio e vedrai come riesci a tenerlo lontano dalle tue colture e piante.

Cos’è la septoria

Come abbiamo detto, la septoria è una malattia che attacca comunemente molte varietà di grano. La septoria del frumento, infatti, è la malattia più importante di questo cereale in molte aree del mondo. Tuttavia, sebbene i danni maggiori siano causati al grano, non colpisce solo il grano: anche l’orzo, l’avena e alcune altre graminacee sono suscettibili di essere attaccate dai diversi tipi di septoria.

È una malattia di tipo fungino, causata da un patogeno della famiglia delle Mycosphaerellaceae. I suoi sintomi sono le macchie che lascia sui rami e le foglie in cui si sviluppa, che alla fine diventano necrotiche. Iniziano come macchie verde scuro, che diventano gialle e infine marroni.

Nelle colture di grano può essere devastante, potendo rovinare fino al 40% delle colture a causa del suo rapido sviluppo e capacità di moltiplicazione. Quando la malattia progredisce, le macchie sulle foglie e sui rami o steli si diffondono rapidamente in tutta la pianta, facendola crescere molto più lentamente e prolungando la sua fase di fioritura, portando in alcuni casi anche alla morte.

Come combattere la septoria

Se nella coltura compaiono funghi, la prima misura da adottare per combattere la septoria è limitare l’ umidità ambientale a non più del 50%, poiché alti livelli di umidità ne favoriscono lo sviluppo e la diffusione.

Per lo stesso motivo va controllato il volume di irrigazione, che va ridotto fino a quando non viene fatto solo lo stretto necessario. In questo senso è del tutto sconsigliato annaffiare o nebulizzare nelle 3 ore precedenti il ​​buio. In caso contrario, l’umidità può condensare sulle foglie durante la notte e portare alla crescita di muffe.

Un’altra misura necessaria è controllare la temperatura della coltura durante le ore notturne. È consigliabile che l’escursione termica tra giorno e notte non superi i 5ºC, in modo che l’impianto abbia l’energia per recuperare di notte senza dover fare i conti con gli sbalzi di temperatura. Per aiutare in questo, l’irrigazione con acqua a temperatura ambiente riduce anche lo stress termico che le piante subiscono.

Se hai già rilevato sintomi di Septoria nelle tue piante, una delle cose migliori che puoi fare senza ricorrere a sostanze chimiche è preparare un decotto di equiseto diluito in 4 parti di acqua per ogni parte di decotto. Applicalo sul terreno e sulle foglie delle piante colpite, nonché su quelle che sono ad esse vicine. Ripetere l’applicazione ogni 15 giorni fino a quando non è chiaro che non c’è più un’infezione fungina. Qui puoi imparare più fungicidi fatti in casa che sono totalmente naturali.

Nonostante tutto, se la malattia è diffusa o in uno stadio molto avanzato, è probabile che non avrai altra scelta che ricorrere a prodotti e cure chimiche.

Come prevenire la septoria

Prevenire l’insorgenza di una malattia è sempre più facile che curarla. Tuttavia, è facile commettere l’errore di rilassarsi e di non preoccuparsi del problema finché non appare. Se vuoi curarti in salute con il tuo grano, orzo o altre piante, la cosa migliore che puoi fare è prendere queste misure anche se non vedi alcun sintomo di septoria nel raccolto.

Per prevenire i funghi nelle piante, ancora una volta, un’ottima opzione è preparare un infuso di equiseto e mescolarlo con quattro parti di acqua. Questo metodo è completamente ecologico e naturale e spruzzare le piante con questa soluzione aiuterà a ridurre le possibilità che il fungo appaia. Naturalmente, non applicare l’infuso fino alla terza settimana di crescita delle piante.

Puoi anche distanziare la distanza tra le piante. Più sono vicini tra loro, meno aria circolerà, favorendo la comparsa di muffe e altri funghi. Inoltre, la malattia si diffonde più rapidamente da piante vicine. Per questo motivo, mantieni lo spazio di coltivazione il più pulito possibile, privo di foglie secche o vegetazione morta. Quest’ultimo consiglio è valido non solo contro la septoria, ma contro la stragrande maggioranza dei parassiti e delle malattie.

Se desideri leggere altri articoli simili a Septoriosi: cos’è e come combatterla, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.