Suggerimenti

Cussonia spicata o cura delle piante di cavolo

Nella famiglia Araliaceae è il genere Cussonia composto da circa 20 specie di alberi e arbusti provenienti dall’Africa. Alcune specie sono : Cussonia spicata, Cussonia paniculata, Cussonia arborea, Cussonia transvaalensis, Cussonia holstii.

È conosciuto anche con il nome comune di “Albero del cavolo”. È una specie originaria dell’Africa meridionale.

Si tratta di alberi con radici succulente e spessi tronchi grigi che possono raggiungere i 15 metri di altezza. Le foglie , perenni e di colore verde brillante, hanno diversi lobi (palme) e si ergono in cespi arrotondati alle estremità dei rami, il che conferisce alla pianta un aspetto molto attraente. I fiori sono molto piccoli ma appaiono in punte strette che possono essere decorative. I frutti sono marroni e poi diventano viola.

Queste piante a crescita rapida sono utilizzate in piccoli giardini come esemplari singoli, nei parchi pubblici e anche in grandi vasi da giovani. Nella loro regione d’origine, le radici sono utilizzate a scopo medicinale contro la malaria.

Il cavolo può vivere in pieno sole o all’ombra . Resistono bene al calore dell’estate mediterranea ma non al gelo, quindi la temperatura invernale non dovrebbe scendere sotto i 5 ºC.

Preferiscono terreni ben drenati con una certa capacità di trattenere l’umidità e contenenti sostanze organiche. Nel caso di , il trapianto viene effettuato in primavera con molta cura per evitare di danneggiare le radici carnose.

Acqua frequentemente in primavera e in estate, in modo che il terreno non si asciughi mai completamente, ma non sia mai saturo d’acqua. Possono resistere a qualche giorno di siccità.

Concimare con compost o concime all’inizio della primavera e con concime minerale ogni 30 giorni in primavera e in estate.

Non hanno bisogno di una potatura , ma le foglie e i rami secchi possono essere rimossi alla fine della stagione fredda.

Si tratta di piante resistenti che in genere non hanno gravi problemi di parassiti e malattie.

Essi sono moltiplicati per i semi seminati subito dopo il raccolto su un substrato sabbioso e leggermente umido. La germinazione dura dalle 3 alle 8 settimane e l’innesto viene fatto di solito ogni anno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *