Suggerimenti

Idroponica 101: Guida introduttiva al giardinaggio senza suolo

Il termine giardinaggio idroponico suona familiare, ma la maggior parte delle persone l’hanno frainteso come piante che crescono in acqua. Anche se questo non è falso, non lo è. In realtà, questa tecnica di giardinaggio significa semplicemente che non si stanno coltivando piante nel terreno.

Ma sono ancora necessari altri mezzi di coltivazione.

Inoltre, anche se può sembrare nuovo e moderno, l’idroponica in realtà ha avuto origine nell’antichità e ha molti vantaggi dimostrati (e, ad essere onesti, alcuni svantaggi).

Se volete saperne di più su questa tecnica di giardinaggio compatto, continuate a leggere perché oggi vi spiegheremo tutti gli aspetti del giardinaggio idroponico.

>


Cos’è il giardinaggio idroponico?

>

Il giardinaggio idroponico è una tecnica che ha avuto origine nel 7° secolo a.C.

È un metodo di coltivazione delle piante senza terra. Al posto del terreno, le radici delle piante crescono in una soluzione ricca di sostanze nutritive, dando alle piante le sostanze nutritive e l’ossigeno desiderati.

A seconda del sistema, le radici possono crescere direttamente nel sistema, oppure le piante possono essere spruzzate con la soluzione.

Il giardinaggio idroponico richiede ancora la luce del sole, che può essere fornita da luce artificiale o naturale.

Questo metodo è un modo eccellente per coltivare una maggiore quantità di cibo in aree più piccole con minori esigenze di cura per le piante prodotte.


I benefici del giardinaggio idroponico

Molti sono un po’ scettici nei confronti del giardinaggio idroponico perché, sebbene sia stato creato secoli fa, è ancora una tecnica nuova per l’attuale generazione di giardinieri.

È importante capire i benefici che questo stile di giardinaggio può portare. Ecco i vantaggi del giardinaggio idroponico:


1. migliorare la qualità del prodotto

Questo pro sarebbe un’opinione personale, ma molti sostengono che la qualità dei prodotti è migliore se coltivati in un giardino idroponico.

Anche in questo caso, a seconda dei vostri gusti, potete essere d’accordo o meno. Preferisco un pomodoro vecchio stile del mio giardino.

Tuttavia, i prodotti coltivati nei giardini idroponici hanno un aspetto migliore sugli scaffali dei negozi di alimentari perché è più probabile che siano identici per forma e dimensioni.


2. meno spazio richiesto

I sistemi idroponici permettono alle piante di crescere più vicine tra loro. L’idroponica richiede molto meno spazio di un giardino tradizionale.

Il motivo è che le piante sono sostenute, il che significa che non dovranno preoccuparsi di attaccarsi alle radici come farebbero se fossero piantate nel terreno.

Inoltre, i nutrienti vengono consegnati direttamente ad ogni pianta. Così non hanno bisogno di spargersi così tanto per ottenere le sostanze nutritive di cui hanno bisogno.


3. Richiede meno risorse

Quando si coltiva un giardino in terra, è necessario innaffiare le piante, aggiungere fertilizzante, avere bisogno di luce solare e aiutare a controllare parassiti e malattie.

Tuttavia, se coltivate in un giardino idroponico, le vostre piante richiedono meno risorse perché la soluzione nutritiva che ricevono ha tutto ciò di cui hanno bisogno.

L’acqua che le piante assorbono viene riciclata. Di conseguenza, avrete bisogno di meno acqua per far crescere il vostro giardino, e le piante sono coltivate in ambienti controllati, il che significa che dovrete affrontare meno malattie e parassiti.


4. Ottimo per il giardinaggio urbano o indoor

Se vi trovate in un’area urbana o non avete spazio per un giardino, il giardinaggio idroponico potrebbe essere la vostra occasione per coltivare il vostro cibo.

Un sistema idroponico può essere combinato con tecniche di giardinaggio verticale. Questo vi permetterebbe di produrre una quantità decente di cibo in uno spazio limitato.


5. Meno battaglie contro i parassiti

Come ho detto prima, quando le piante vengono coltivate in un ambiente controllato, si ha meno a che fare con parassiti, funghi e malattie.

Il ragionamento è che la maggior parte dei giardini idroponici sono coltivati al chiuso con luce artificiale o in serra.

Questo è un ulteriore ostacolo per i parassiti che devono saltare per raggiungere le loro piante. Inoltre, molte malattie si trasmettono attraverso il terreno. Quando non crescono nel terreno, non hanno un posto dove formarsi.


6. Non scavare o diserbare

Mi piace scavare nel terreno, ma non mi piacciono le erbacce. Se avete paura di uno o di entrambi, potreste godervi il giardinaggio idroponico.

Poiché le piante crescono in una soluzione di acqua e sostanze nutritive, non c’è sporcizia. Non avrete bisogno di scavare per piantare il vostro giardino.

Inoltre, poiché non c’è terra, non c’è posto per le erbacce. Il che significa meno lavoro per voi nel complesso.


7. Prodotto più veloce

Poiché le piante sono prodotte in un ambiente controllato, la stagione di crescita non è finita. Il ciclo di crescita può essere continuamente riavviato.

Ciò significa che in un anno si coltiva circa il doppio del cibo rispetto a un tipico giardino di terra.


8. Produrre di più

Ovviamente, dato che la stagione della crescita non ha fine, si ha la possibilità di fornire più cibo perché si può coltivare tutto l’anno.

Inoltre, poiché le sostanze nutritive vanno direttamente alle radici, le piante non competono per le sostanze nutritive. Né devono controllare i parassiti, le malattie o il maltempo. State creando un’utopia vegetale che fa crescere meglio le piante in tutti i sensi.


Gli svantaggi del giardinaggio idroponico

Non ci sono reali svantaggi per il giardiniere che vuole utilizzare l’idroponica su scala ridotta. Gli svantaggi stanno cominciando ad emergere per coloro che cercano di utilizzare la tecnica del giardinaggio idroponico ad un livello più sostanziale.

Il motivo è che i costi di avviamento sono molto più elevati rispetto al giardinaggio tradizionale. Il giardinaggio idroponico su larga scala richiederebbe una maggiore supervisione per garantire che tutto funzioni come dovrebbe.

Inoltre, il giardinaggio idroponico richiede elettricità in alcuni casi a causa dei timer e delle pompe necessarie per alcuni sistemi. I costi si sommano quando si utilizza questa tecnica su larga scala a causa della quantità di energia richiesta.


Piante da coltivare nel vostro giardino idroponico

>

Ci sono piante che crescono splendidamente in un sistema di giardinaggio idroponico. Se avete intenzione di provare questo stile di giardinaggio, iniziate con piante che sono note per funzionare bene in questi sistemi.

Ecco le verdure che funzionano meglio in un giardino idroponico:

  • Foglie verdi come cavolo e rucola
  • Erbe di basilico
  • Pomodori
  • Peperoni
  • Cetrioli
  • Fragole
  • Cocomero (a causa delle sue dimensioni, si consiglia di acquisire maggiore esperienza prima di provarlo).


Piante che NON dovrebbero crescere nel vostro giardino idroponico

>

Alcune piante non funzionano bene in un sistema di giardinaggio idroponico. Di solito si tratta di piante che si espandono o diventano più grandi, sia in altezza che in spessore.

Poiché i sistemi idroponici sono compatti, si dovrebbe evitare questo tipo di impianto:

  • Mais
  • Verdure a radice
  • Piante su una vite


Media culturali

In un sistema di giardinaggio idroponico, le piante sono solitamente trasportate dall’aria. Questo permette alle radici di assorbire le sostanze nutritive necessarie senza che le piante si svuotino nel processo.

Affinché questo funzioni correttamente, avrete bisogno di quello che viene chiamato “terreno di coltura”. Il ruolo del terreno di coltura è quello di tenere le piante fuori dalla soluzione nutritiva, ma non di impedire alle radici di accedervi.

Ecco alcune idee per coltivare i media in un giardino idroponico:

  • Mais idraulico (uno stile di ciottoli di argilla)
  • Lana di roccia
  • Perlite
  • Vermiculite
  • Sabbia di diversa consistenza


Requisiti di pH e soluzioni

I requisiti di pH sono diversi per un sistema idroponico rispetto ai tradizionali stili di giardinaggio. In un sistema idroponico, si vuole che il pH sia compreso tra 5,8 e 6,8. Il livello ideale di pH è 6,3.

Inoltre, è necessario acquistare una soluzione nutritiva per il vostro giardino idroponico. Assicurarsi di leggere le istruzioni prima di aggiungerlo all’acqua.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi la soluzione è altamente concentrata. Sarà sufficiente aggiungere da due a quattro cucchiaini per ogni gallone d’acqua utilizzato nel sistema idroponico.

Ricordate che potete creare la vostra soluzione nutrizionale. Ricordate, come per la maggior parte delle cose nella vita, ci sono vantaggi e svantaggi nel farlo.


Tipi di sistemi idroponici

Se decidete di coltivare un giardino idroponico, è importante capire i diversi sistemi disponibili e vedere quale metodo funziona meglio per voi. Ecco i vostri sistemi:


1. sistema di flusso e riflusso

In questo tipo di operazione, le piante sono supportate da un substrato di coltura e prodotte su vassoi. I vassoi vengono sistematicamente allagati e svuotati.

Questo processo viene effettuato a intervalli regolari per garantire che le piante ricevano la giusta quantità di nutrienti necessari.


2. sistema a stoppino

Il design di questo sistema è semplicistico. Le piante sono coltivate in contenitore e supportate da un substrato di coltura. Le radici sporgono dal fondo.

C’è una soluzione nutritiva sotto la pianta, e uno stoppino va dalla soluzione alla pianta. Ciò consente alle piante di avere un apporto costante di soluzione nutritiva senza che questa si depositi direttamente nella soluzione.


3. sistema aeroportuale

Un sistema aeroponico è un sistema che utilizza un’operazione di nebulizzazione invece di applicare la soluzione direttamente agli impianti.

Le piante sono sospese nella soluzione, mentre le radici vengono periodicamente nebulizzate con le sostanze nutritive che la pianta deve produrre.


4. Sistema di tecnica del film nutritivo

Quando si trova un’azienda che utilizza il giardinaggio idroponico, questo è il metodo tipico che sceglie. Le piante sono coltivate in canali. Sembrano dei canali.

Da lì, la soluzione nutritiva circola costantemente lungo il canale. Questo permette alle piante di ottenere le sostanze nutritive di cui hanno bisogno per produrre.


5. Coltivazione offshore

Quando si pensa al giardinaggio idroponico, questo è probabilmente il sistema che viene in mente. Le piante dipendono da un mezzo di coltivazione in cui galleggiano.

Da lì, le radici vengono posizionate direttamente nella soluzione nutritiva. Le piante beneficiano così di un apporto costante di sostanze nutritive e di acqua per una crescita ottimale.


6. Sistema di drenaggio

Il nostro ultimo sistema è il sistema a goccia. Questo sistema permette di sospendere le piante in un contenitore e in un terreno di coltura. Da lì si applica un gocciolatoio al contenitore dove la soluzione può gocciolare sulle piante per dare loro tutto ciò di cui hanno bisogno per realizzare prodotti di alta qualità.

Bene, ora sapete cos’è il giardinaggio idroponico, i vantaggi e gli svantaggi di questa tecnica di giardinaggio, cosa coltivare, cosa evitare, i diversi termini usati nel giardinaggio idroponico e le opzioni del sistema.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *