Suggerimenti

10 passaggi per coltivare le patate in vaso o in sacco

Coltivare piante in vasi, contenitori, tavoli da coltivazione o anche in sacchetti su un patio o una terrazza può essere facile con questi suggerimenti che forniamo. Le patate o patate, Solanum tuberosum , sono uno degli alimenti più consumati al mondo, viene utilizzato in molte ricette di cucina tradizionale in tutto il mondo, le proprietà delle patate sono molto apprezzate .

Queste piante orticole sono originarie del Perù. Le patate sono tuberi che appartengono alla famiglia botanica delle Solanacee, come pomodori e peperoncino .

Puoi seguire questi stessi passaggi per coltivare un altro tubero che è anche una patata dolce, una patata dolce o una patata dolce molto consumata .

10 passaggi per coltivare le patate in vaso o in sacco

1.- Le patate stesse, pur non essendo semi, possono essere utilizzate come se lo fossero e coltivate direttamente. Tagliare le patate biologiche o biologiche (questo migliorerà l’aspetto dei germogli) e disporle su un vassoio in un luogo fresco (ben ventilato) dove ricevano la luce del sole. Quando vedrai che i germogli sono già lunghi 3 centimetri, inizieremo a piantarli.

2.- Scegli vasi, tavoli da coltivazione, sacchi o qualsiasi contenitore in cui coltiverai patate che sia idealmente profondo 60 cm. Praticare dei fori nella base in modo che l’acqua in eccesso possa fuoriuscire.

3.- Preparare il substrato in cui si andranno a piantare le patate: per prima cosa disporre alla base uno strato con dei sassi di piccole e medie dimensioni. In questo modo sarà più facile drenare l’acqua. Poi un sottile strato di sabbia (spessore circa 3 centimetri) e si continua a riempire il contenitore, vaso o sacco con terra mista a lombrichi, lasciando vuoto poco meno della metà del contenitore. Cioè se il vaso misura 50 cm metteremo i tre strati occupando solo 40 cm e il resto lo lasciamo vuoto. Assicurati che non ci siano grossi blocchi o grumi nel terreno e che sia sciolto.

4.- Innaffia leggermente i vasi la sera prima di piantare.

5.- Praticare dei buchi nel terreno di circa 7 cm di profondità e posizionare le patate o tagliare le patate con i germogli rivolti verso l’alto. Quindi coprirlo ma senza compattare il terreno.

6.- Innaffia le patate regolarmente, ma senza esagerare perché sono sensibili all’umidità e possono comparire funghi. Se vuoi sapere se annaffiare o meno, metti la mano nel supporto: se è bagnato non innaffiare, se è asciutto fallo. Si consiglia nella prima fase di crescita di porre sulla superficie un pacciame che aiuti a mantenere l’umidità necessaria per stimolare la crescita dei germogli.

7.- Man mano che le piante crescono, aggiungeremo strati di terreno per coprire gli steli. Lo faremo in questo modo fino a raggiungere l’altezza massima del piatto.

8.- Posiziona le borse o il tavolo di coltivazione in un’area che riceve pieno sole.

9.- Guarda che i parassiti non compaiono, i coleotteri amano le patate o le patate e sono un parassita comune in questa coltura. Afidi e mosche bianche sono anche parassiti comuni. Leggi come prevenire e combattere i parassiti in modo ecologico .

10.- Puoi iniziare a raccogliere le patate o le patate quando vedi che i fiori iniziano ad apparire fino al momento in cui vedi che appassiscono e si asciugano. A seconda delle condizioni di crescita e della varietà di patate, avranno bisogno di più o meno tempo per crescere. In genere la raccolta viene effettuata in un periodo da 3 a 5 mesi dopo la semina.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.