Piante

Proprietà e usi del fiordaliso (Centaurea cyanus)

Con il fiordaliso, noto anche come fiordaliso blu, possiamo godere di una pianta ornamentale e medicinale allo stesso tempo. Di crescita naturale nei prati e nei boschi, è noto alla comunità scientifica per il suo contenuto di flavonoidi e sostanze antiossidanti.

Tuttavia, produce anche un fiore spettacolare con un effetto visivo molto carino se raggruppato con altre piante dello stesso genere.

In questo articolo vi diamo un interessante riassunto di questa pianta ben nota in Europa.

Caratteristiche della pianta di fiordaliso

Il suo nome scientifico è  Centaurea cyanus, ma è noto a tutti come fiordaliso o fiordaliso blu.  È una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Asteraceae ( Asteraceae).

Nonostante sia erbacea, può crescere abbastanza grande, con fusti spessi e fibrosi, ramificati in alto. Il fiordaliso cresce spontaneamente nei prati e nelle colture di cereali, mescolato a questo tipo di semi, divenendo una pianta infestante.

C’erano poche informazioni scientifiche sul suo potenziale medicinale, quindi non fu considerato interessante da un punto di vista farmacologico fino a buona parte del XVI secolo.

tassonomia

  • Ordine:  Asterales
  • Famiglia:  Asteracee
  • Genere:  Centaurea
  • Specie:  Centaurea cyanus

Nomi comuni: fiordaliso, piastrella, aldiza, fiore celeste.

caratteristiche dei fiori

La cosa più interessante del fiordaliso dal punto di vista ornamentale è la grande qualità dei suoi fiori,  un colore bluastro  che, raggruppato in rami, crea un effetto spettacolare in giardino.

Questi fiori sono formati in capitoli, con bordi scuri. La fioritura avviene in estate, estendendosi fino a metà autunno.

Da un punto di vista medicinale, i suoi fiori vengono essiccati e usati per curare vari disturbi.

Habitat e distribuzione

Il fiordaliso è abbastanza comune a crescere spontaneamente nei terreni cerealicoli, abbastanza comune in Europa, soprattutto nel nord della Spagna.

Inoltre cresce spontaneamente anche in aree di prati, boschi o lungo sentieri e autostrade.

A livello colturale esistono aziende agricole professionali che sfruttano il valore ornamentale della pianta,

In Spagna, la sua coltivazione e habitat principale è al nord, dove si trovano vaste aree di cereali. Ha anche una certa presenza nell’area mediterranea, comprese le Isole Baleari.

Leggi tutto: santolina: scopri la pianta e le sue proprietà medicinali

Come coltivare il fiordaliso in giardino

Climatologia

Pianta resistente, completamente abituata all’esposizione in pieno sole.

Viene coltivato come fiore reciso, piantato in aiuole, giardini rocciosi o terreni fertili.

Terreno e substrato

Predilige terreni rocciosi e ben ossigenati. pH leggermente acido e apprezza la presenza di sostanza organica.

La sua coltivazione è abbastanza semplice e cresce facilmente.

Moltiplicazione

Si moltiplica con una certa facilità attraverso i semi. Questa operazione si effettua con il bel tempo, per tutta la primavera.

Proprietà medicinali del fiordaliso ( Centaurea cyanus)

Il periodo migliore per la raccolta dei fiori, incentrato sul loro uso medicinale, è l’estate. Questi asciugano bene in una zona ombreggiata, su un telo a terra, con una buona ventilazione.

Per saperne di più: proprietà e guida della consolida russa

La conservazione viene effettuata in un luogo buio, in una bottiglia di vetro o plastica con chiusura ermetica.

Principi attivi della pianta

I principi attivi presenti nei fiori del fiordaliso sono i seguenti. Si distingue per la presenza di sostanze antiossidanti e polifenoli di interesse per la medicina umana.

  • Antociani: glicosidi cianidina, centaurocianina, pelargonina.
  • Flavonoidi: protocianina, apigenina eterosidi.
  • Lattoni sesquiterpenici: cnicina.
  • Polisaccaridi eterogenei: mucillagini, pectine.
  • Alcaloidi indolici: moschamine, cis-moschamine, centiamine, cis-centiamine.

I flavonoidi sono responsabili della pigmentazione del fiore, di cui il fiordaliso è bluastro. Questi elementi, presenti in molti frutti e ortaggi, hanno attività positiva per il sistema cardiovascolare.

Molti di loro riducono i radicali liberi presenti negli alimenti nocivi e hanno attività antitumorale.

Gli antociani sono anche positivi per il sistema cardiovascolare e hanno attività antiossidante.

L’estratto di fiori è usato per lenire l’irritazione degli occhi ed è interessante per il suo  effetto antinfiammatorio.

Controindicazioni: Non sono note controindicazioni a dosi terapeutiche.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.