Piante

Piante tossiche per animali domestici

Le piante sono molto belle e nessuno ne dubita, ma se avete animali domestici e bambini piccoli in casa, è importante tenerli lontani, perché ci sono alcune piante velenose molto comuni che potreste trovare nel vostro giardino che non conoscete. Continuate a leggere per saperne di più su alcuni di essi.

Azalea

Considerata un simbolo della città di San Paolo del Brasile , l’azalea si trova facilmente nelle case come pianta ornamentale. Il suo principio attivo è l’andromedotossina, una sostanza che, se ingerita, può causare disturbi digestivi fino a 6 ore dopo il consumo, oltre a causare disfunzioni cardiache.

Corona di Cristo

Si tratta di un noto arbusto spinoso che si trova sui marciapiedi e nei giardini. L’euforbia milii è una sostanza tossica che, a contatto con l’animale, attraverso la pelle o per ingestione, può provocare reazioni infiammatorie come dolore, gonfiore e arrossamento.

Alloro

Ampiamente usato come pianta ornamentale nei giardini, l’oleandro, chiamato anche Nerium oleander, oleandro fiorito, trinitaria o oleandro, è una delle piante velenose più pericolose , perché contiene varie sostanze tossiche in tutte le parti della pianta. Questi principi attivi possono causare diarrea, vomito, dispnea, aritmia, paralisi, coma e morte nell’uomo e negli animali domestici. I sintomi di avvelenamento da oleandri possono essere osservati da 1 a 24 ore dopo l’ingestione.

Giglio della Pace

Il wallisii spettrofilo ha tutte le sue parti tossiche . L’ingestione può causare irritazione della bocca e delle mucose, irritazione degli occhi, difficoltà di deglutizione e persino problemi respiratori nei casi più gravi. Possono anche verificarsi alterazioni delle funzioni renali e neurologiche.

La rosa del deserto

L’adenio obesità è originario dell’Africa, ma si è diffuso in tutto il mondo. Usato secoli fa come veleno per lance e frecce, la tossicità deriva dalla linfa della pianta. Il veleno della rosa del deserto è ampiamente utilizzato dalle tribù africane per uccidere i grandi animali . L’impianto ha una sostanza chimica chiamata ouabain che in dosi elevate provoca un’insufficienza respiratoria quasi immediata. Se è già in grado di uccidere animali di grandi dimensioni, immaginate cosa può fare ai piccoli animali e agli esseri umani.

È importante ricordare che in caso di avvelenamento, anche se non si sa cosa ha fatto al proprio animale, è necessario portarlo dal veterinario e informarlo dei tipi di piante che si hanno a casa. In questo modo sarà più facile per il veterinario individuare la causa dell’avvelenamento e avvisarvi delle piante velenose che dovreste rimuovere dal vostro giardino o tenerle in un luogo dove il vostro animale non può andare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.