Piante

Identifica l’edera velenosa nel tuo giardino

Molte persone sono allergiche all’edera velenosa e tu potresti essere una di queste. Se hai mai avuto prurito ed eruzioni cutanee, potresti avere un’allergia all’edera velenosa. Se sei una di quelle persone che hanno un’allergia all’edera velenosa, allora è tempo che tu impari a identificarla ed evitarla.

Ma perché devi imparare a identificarlo? Perché l’ edera velenosa cambia frequentemente e se pensi che sia solo un modo, ti sbaglierai perché cambia e può sembrare che abbia un aspetto in un certo momento e che dopo sia un altro modo e sei sorpreso che è diventato irritante per la pelle.

È una pianta comune

L’edera velenosa è una pianta molto comune ed è probabilmente una delle piante velenose più conosciute al mondo. Il carattere comune di questa pianta è che molti uccelli si nutrono delle sue bacche poiché questa pianta non ha lo stesso effetto irritante sugli animali come sull’uomo.

È una resina nella linfa chiamata «urushiol» che provoca un’eruzione cutanea pruriginosa per l’uomo dopo il contatto con qualsiasi parte della pianta. una foglia composta da tre foglie separate che sono unite su un unico stelo è probabile che sia tossica ed è meglio lasciarla intatta. Ma il problema con l’edera velenosa è che può avere così tanti aspetti diversi che puoi confonderti, poiché varia in base alla stagione.

Edera velenosa

Le foglie di edera velenosa possono apparire ondulate o frastagliate, possono anche apparire lucide o opache o addirittura avere un aspetto ceroso. Possono anche essere percepite come foglie un po’ pelose o totalmente lisce. Le foglie sono generalmente di pochi centimetri e ha un lungo stelo con foglie più piccole. In primavera fiorirà con piccoli fiori bianchi, durante i mesi estivi la pianta produrrà bacche verdastre. In autunno, le piante saranno prevalentemente rosse e appariranno più cerose con densi grappoli di bacche bianche che appariranno con l’arrivo dell’inverno.

È importante essere vigili anche durante i mesi invernali poiché l’edera è più velenosa durante la stagione più fredda. La pianta avrà perso le foglie, ma le sue bacche saranno ancora visibili, la corteccia sarà grigia e le radici saranno visibili da terra. L’edera velenosa può sembrare una pianta rampicante o un cespuglio a terra.

Cosa fare se hai l’edera velenosa nel tuo giardino

Se scopri di avere l’ edera velenosa nel tuo giardino, non bruciarla o estrarla, nemmeno con i guanti. Puoi tagliare la pianta dal fondo e spazzare la pianta per buttarla via… in questo modo eviterai di doverla toccare direttamente, cosa che ti causerà molta irritazione, prurito e bruciore sulla pelle.

Se ti capita di avere la pianta sulla pelle e l’area si irrita, dovresti affrontarlo lavando immediatamente l’area interessata subito dopo aver toccato la pianta con acqua tiepida e sapone. Dovresti lenire l’area irritata con una lozione a base di calamina o idrocrotisone.

D’ora in poi, è giunto il momento per te di iniziare a vedere se hai o meno l’edera velenosa nel tuo giardino per evitare che causi danni a te o alla tua famiglia. Se pensi che sia in una zona inaccessibile e ti piace averlo in modo che gli uccelli vengano nel tuo giardino per mangiare le loro bacche, allora questa sarà la tua decisione.

Se desideri leggere altri articoli simili a Identifica l’edera velenosa nel tuo cortile, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.