Piante

Coltivazione di Tetraclinis articulata o Cipresso di Cartagena

All’interno delle specie di conifere troviamo un vero e proprio mondo di varietà, molte delle quali adattate ai climi continentali e freddi in inverno, ed altre, come è il caso della Tetraclinis articulata, di climi più temperati e caldi.

È scientificamente noto come Tetraclinis articulata  ma è comunemente noto come cipresso di Cartagena, larice africano o Sabina mora. Albero ornamentale a lento sviluppo presente nelle montagne della Regione di Murcia e nella parte settentrionale del continente africano.

In questo articolo vi presentiamo questa interessante conifera dal clima semiarido e di media altezza.

Caratteristiche della Tetraclinis articulata

Tetraclinis articulata  è classificata come una conifera di medie dimensioni, con un’altezza abituale compresa tra 10 e 15 metri, e sempreverde, come è consuetudine nel suo genere.

Presenta un portamento affilato, con rami di piccole dimensioni e forma più o meno piramidale, tronco e corteccia grigi che con l’età presenta crepe.

L’aspetto fogliare è molto simile alle solite specie di conifere, rami sottili e foglie lunghe 5 mm ea forma di squame. Sostanzialmente molto simili a quelli dei cipressi. Produce frutti alle estremità dei rami, a forma di piccoli ananas.

Frutti di Tetraclinis articulata. Fotografia di Kokopelado.

Presenza in Spagna

La sua presenza nella penisola iberica è limitata, limitata ai piccoli centri situati nella regione di Murcia e Alicante. In effetti, è una delle specie di conifere con la minor presenza in Spagna.

La restante popolazione di Tetraclinis articulata  come conifera dal clima secco si trova nella parte settentrionale del continente africano: Marocco, Algeri e Tunisia.

Nomi comuni: cipresso di Cartagena, larice africano o ginepro nero, ginepro di Cartagena.

tassonomia

  • Ordine:  Pinales
  • Famiglia: Cupressaceae
  • Genere:  tetraclinis
  • Specie: Tetraclinis articulata

Il termine  Tetraclinis all’altezza del suo nome deriva dal greco, relativo a «tetra» o «quattro», perché il suo frutto è diviso in quattro parti. Il nome » articulata» si riferisce alla forma dei rami, che formano piccole foglie articolate.

Tipo di coltivazione del Cipresso di Cartagena ( Tetraclinis articulata)

Posizione e tempo

Questa conifera si distingue principalmente per abitare zone calde, semiaride, con estati calde e inverni miti. Di solito, il suo clima ideale è il Mediterraneo, crescendo in pieno sole.

È importante che se coltivata in giardino abbia una buona disposizione alla luce nei primi anni di vita. La sua crescita è lenta, ma ancor di più se viene coltivata in condizioni di ombra.

tipo di suolo

Tetraclinis articulata  si adatta senza grossi problemi a qualsiasi tipo di terreno, ma è standardizzato all’edafologia di ambienti calcarei, suoli argillosi, poco profondi ed elevata presenza di roccia.

Ha bisogno di terreni ben drenati, quindi i pendii con un contenuto di sabbia più elevato ne favoriscono la crescita.

condizioni di trapianto

Nonostante il cipresso di Cartagena abbia un buon apparato radicale, è abbastanza sensibile al trapianto. Per fare ciò, si raccomanda che sia una specie relativamente giovane e in condizioni di temperatura favorevoli (primavera, per esempio). Questa operazione può essere supportata fornendo un po’ di sostanza organica  o compost ben miscelato con il terreno.

bisogni di acqua

Si sviluppa praticamente con scarse precipitazioni, generalmente inferiori a 300 mm, tipiche del sud della Regione di Murcia e Alicante.

Ha una grande capacità di resistenza alla siccità e un potente apparato radicale in grado di cercare l’umidità nelle peggiori condizioni di mancanza d’acqua.

Moltiplicazione del cipresso di Cartagena

Il modo usuale per ottenere nuove specie di Tetraclinis articulata  è attraverso i semi, ottenendo variabilità genetica. I frutti vengono dispersi con vari mezzi naturali durante l’autunno, quindi questa volta è il momento ideale per moltiplicarsi. Infatti, prima viene seminato il seme, meglio è, poiché il suo potere di germinazione è relativamente basso.

A livello vivaistico sono state ottenute nuove specie identiche a quelle selezionate per innesto.

Foto di copertina: Krzysztof Ziarnek, Kenraiz

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.