Suggerimenti

Aglio rosa: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’ aglio rosa è una pianta ornamentale originaria della regione mediterranea che si estende dal Nord Africa, dalla regione della Palestina e dalla Turchia.

È facile da curare e si adatta a quasi tutti gli ambienti. Come le piante di aglio, l’ aglio rosa produce un grappolo sferico di straordinari fiori a forma di stella.

Sebbene siano generalmente usati per decorare il giardino, l’ aglio rosa può essere consumato come verdura selvatica , condimento, rimedio naturale per mal di stomaco, raffreddore, mal di testa, tra gli altri disturbi.

L’ aglio rosa è una pianta molto apprezzata per la bellezza della sua fioritura primaverile e per la sua resistenza al freddo, alla siccità e persino ai roditori.

Il suo forte odore è dovuto a sostanze che rilasciano un componente molto piccolo e volatile. Tuttavia, ha una fragranza abbastanza forte da tenere gli scoiattoli fuori dal giardino.

Punti importanti quando si semina l’aglio rosa:
  • Nome scientifico: Allium roseum.
  • Nome comune: aglio rosa, aglio strega, serpente d’aglio, aglio cane, aglio rosa, aglio selvatico, porro, erba cipollina, allium gigante, fiore d’aglio gigante, aglio gigante.
  • Altezza: da 30 a 60 centimetri.
  • Necessità di luce: esposizione diretta al sole.
  • Temperatura: climi temperati e freddi.
  • Irrigazione: regolare.
  • Fertilizzante : Dopo la semina con sostanza organica.

Caratteristiche dell’aglio rosa

L’ Allium roseum è una pianta perenne e bulbosa della famiglia dei gigli. Produce da 2 a 7 foglie lunghe da 12 a 35 cm. Nella parte superiore del suo fusto si forma un’ombrella, un tipo di infiorescenza aperta e racemosa lunga quasi 7 cm da cui spuntano numerosi fiori a coppa.

I fiori bianchi e rosa sbocciano in tarda primavera o all’inizio dell’estate. Sono sostenuti da lunghi peduncoli che vengono sostituiti da bulbi di tonalità rossastre, che possono ostacolare la crescita dei frutti.

La frutta di aglio rosa è costituito da una capsula di 3 celle che contengono 2 semi neri ciascuno. A differenza delle varie specie di aglio, il bulbo è pieno di minuscoli bulbi o ventose bianchi simili a denti che consentono la comparsa di più ciuffi di aglio rosa .

Quando seminare l’aglio rosa?

I semi e i bulbi vanno seminati da metà settembre a metà dicembre, quando sono inattivi e la temperatura scende sotto i 10°C, senza essere inferiore a 0°C.

Dovrebbero essere piantati prima che il terreno si congeli, mentre le loro radici si formano e crescono abbastanza grandi da produrre i loro primi fiori in tarda primavera o all’inizio dell’estate .

Dove piantare l’aglio rosa?

L’ aglio rosa si riproduce nelle praterie, negli arbusti, nei campi, ai bordi delle strade perché si adatta a quasi ogni tipo di terreno, sia che abbia pH acido, alcalino o neutro.

Possono essere coltivate in vasi da patio o luoghi soleggiati avendo cura di posizionarle in zone dove non ristagni acqua dopo una forte pioggia, o su superfici dove non c’è un buon drenaggio.

Come preparare il terreno?

L’ aglio rosa si adatta facilmente a terreni fertili, sabbiosi e ben drenati. Affinché questa pianta acquisisca maggiore forza ed eviti ristagni, il substrato può essere fertilizzato con materia organica come torba, compost , corteccia macinata o letame decomposto.

 

Come innaffiamo l’aglio rosa?

L’ impianto di aglio rosa non è esigente in termini di irrigazione è necessaria, così sostiene il gelo e la siccità. Si adattano infatti molto bene ai terreni asciutti, in quanto hanno la capacità di immagazzinare acqua all’interno del bulbo e delle sue parti sotterranee.

Ogni quanto innaffiamo l’aglio rosa?

Durante il periodo dormiente del bulbo, l’irrigazione dovrebbe essere moderata, poiché può marcire a causa dell’umidità in eccesso.

Tuttavia, il substrato deve essere annaffiato moderatamente e in modo uniforme per mantenerlo umido. Durante la crescita attiva si consiglia di innaffiare il substrato una volta alla settimana.

Bisogna fare attenzione che sia privo di pozzanghere, oltre ad evitare un’eccessiva umidità dalla tarda estate, quando i bulbi di aglio rosa diventano inattivi.

Come seminare un aglio rosa passo dopo passo?

L’ aglio rosa può essere coltivato facilmente da semi o bulbilli in autunno , sia in vasi profondi che in piena terra. In effetti, spesso è più economico acquistare bulbi rispetto a piante mature.

I passaggi per ciascun caso sono descritti di seguito.

Per semi

  1. Metti i semi in un contenitore profondo 5 millimetri.
  2. Coprire i semi sottilmente con compost o sabbia.
  3. Conserva il contenitore in un luogo fresco e ben illuminato, all’aperto.
  4. Aspetta pazientemente. Molte specie germinano solo in primavera, dopo essersi raffreddate o congelate durante l’ inverno .
  5. Trapiantate le piantine in singoli vasi e aspettate che crescano per piantarle in giardino o in campo aperto.

Per lampadine

  1. Individua un luogo in cui l’ aglio rosa riceva la luce del sole durante il giorno.
  2. Posizionare i bulbi con l’estremità appuntita verso l’alto, ad una profondità equivalente a 2 o 3 volte il loro diametro. Se il bulbo di aglio rosa è lungo 2 pollici, dovrebbe essere piantato a 6 pollici di profondità e a 7-8 pollici di distanza.
  3. Innaffia abbondantemente dopo la semina in modo che il terreno si depositi.
  4. Si consiglia di concimare il substrato dopo la semina.

Di che cure ha bisogno l’aglio rosa?

L’ aglio rosa non richiede manutenzione, applica solo fertilizzante e irrigazione. Steli e fiori germogliano di nuovo anno dopo anno senza quasi alcuna manutenzione.

Dopo il tempo di fioritura è passato, si raccomanda di mantenere le foglie in modo che il bulbo è nutrita e continua a rafforzarsi. Per quanto riguarda la potatura, le parti secche della pianta può essere rimosso quando il periodo vegetativo è finita.

Quali parassiti e malattie colpiscono l’aglio rosa?

L’ aglio rosa è considerato una specie molto resistente ai parassiti. Tuttavia, può essere molto influenzato da terreni con umidità in eccesso poiché i funghi possono formarsi alla base e alle radici della pianta.

Riferimenti

  • https://www.elblogdelatabla.com/2018/11/bulbos-flor-allium-cebolla-ajo-ornamental.html
  • https://www.guiaverde.com/guia-de-plantas/allium-giganteum-2873/
  • https://floramontiberica.files.wordpress.com/2017/09/guia_botanica_vall-de-gallinera_2017_web.pdf
  • https://www.larousse.es/primer_capitulo/herbario-de-plantas-silvestres.pdf
  • https://www.easytogrowbulbs.com/pages/allium-planting-guide
  • https://www.miteco.gob.es/es/biodiversidad/temas/inventarios-nacionales/ict_2018_tomo3web_tcm30-448314.pdf
  • https://ifood.tv/garlic/allium-roseum/about

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.