Suggerimenti

Begonia Elatior: [Caratteristiche, Coltivazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Punti importanti quando si semina Begonia elatior
  • Quando? Si piantano e si moltiplicano a fine primavera, per talea ea fine estate per riproduzione di tuberi.
  • Dove? In giardini, terrazzi, balconi, fioriere e vasi da fiori.
  • Come prepariamo il terreno? Predilige substrati ricchi di sostanza organica, non calcarei e con ottima permeabilità.
  • Come seminiamo? In vaso, all’aperto fanno bene in aiuole, aiuole e per formare bordure nei giardini.
  • Come paghiamo? L’humus nel periodo di fioritura è il più consigliabile per ottenere una risposta abbondante. Oppure un fertilizzante specifico per questa specie floreale.
  • Quando fioriscono? In primavera-autunno sbocciano tanti fiori dai colori sgargianti. Ma con la massima cura puoi farlo tutto l’anno.
  • Temperatura ideale? Tra 17-23ºC, è la temperatura migliore per coltivare le begonie. Non ama il freddo, quindi non dovrebbe essere esposto a temperature molto basse in inverno. Proteggerlo al chiuso è essenziale per questa varietà.
  • Come innaffiamo? Il substrato deve essere sempre umido e in estate più spesso (2-3 volte a settimana). Prevenire le inondazioni.
  • Malattie e parassiti? Funghi,afidi , cocciniglie, acari e tripidi che devono essere prontamente controllati con insetticidi e fungicidi.

Cos’è la Begonia elatior?

La Begonia elatior, Flower Begonia, Begoniaceae, è una pianta originaria del Sud America, in particolare del Brasile, sebbene abbia versioni nei terreni ombrosi delle foreste tropicali dell’Asia e dell’Africa.

Esistono circa 1500 varietà, ma la Begonia elatior è in grado di fiorire tutto l’anno, purché riceva le cure che merita.

È considerata una varietà tuberosa con foglie molto verdi, con fusti carnosi e pelosi. Ma senza dubbio, i suoi fiori sono i più sorprendenti e spettacolari di questo ibrido molto popolare nel mondo della floristica.

Molti fiori gialli , rossi, rosa, arancioni e bianchi spuntano in primavera e durano fino all’autunno , nelle versioni singole, doppie e semidoppie.

Dove lo dobbiamo seminare?

Grazie alla loro grande chioma, vengono utilizzati per configurare aiuole nei giardini e si adattano anche alla coltivazione in vasi e fioriere che impreziosiscono qualsiasi terrazzo o balcone.

Quando coltivare la Begonia elatior?

Alla fine della primavera è un buon momento per piantare, ma se va tenuto in casa si può fare in qualsiasi stagione riproducendo talee, controllando la temperatura e l’umidità.

L’estate deriva anche dalla divisione del tubero.

Come prepariamo il terreno?

Con un buon substrato universale diverso dal calcare, le begonie fiorite prosperano con fogliame abbondante e molti fiori.

Un terreno ricco di humus è perfetto per le tue radici, perché cresceranno sane allargandosi orizzontalmente.

Una miscela di foglie secche, pacciame e perlite (immagazzina acqua e ha un pH neutro) il tutto in una proporzione del 50%, saranno il miglior regalo affinché la pianta sia sempre in fiore.

Si consiglia inoltre di non lasciare che il substrato si depositi. L’irrigazione può essere ripresa solo dopo che il terreno si è asciugato, ma mai completamente. L’ideale è tenerlo sempre umido, non inzuppato.

Sul mercato è disponibile un ottimo substrato universale per il controllo dell’acqua, che contiene polimeri che si gonfiano a contatto con l’acqua di irrigazione e mantengono sempre l’umidità del vaso.

Di conseguenza, la frequenza di irrigazione può essere ridotta del 40% e la pianta sarà sempre in equilibrio idrico e ambientale.

Come seminare una Begonia elatior passo dopo passo?

Piantare un eliatore di Begonia non è un compito complicato. Puoi acquistare un esemplare nel tuo vivaio di fiducia e procedere a trapiantarlo nel vaso definitivo dove te ne prenderai cura in modo che si sviluppi completamente.

Vediamo, passo dopo passo, questa semplice procedura.

  1. In un vaso di più di 10 centimetri di diametro, aggiungi a metà un substrato universale per il controllo dell’acqua, che inumidirai con spruzzi d’acqua per renderlo maneggevole, anche se sono sempre molto sciolti, molto maneggevoli.
  2. Estrarre la pianta dal vaso originale, facendo movimenti circolari nello stesso senso di senso orario e anche contro, fino a quando non si allenta e metterla nel vaso definitivo, facendo attenzione a non danneggiare le radici. Compatta la terra intorno, con l’aiuto delle tue mani.
  3. Aggiungi più substrato sopra per sigillare la pianta all’interno del vaso.
  4. Posizionalo in un luogo ben illuminato della casa, dove la luce non lo colpisca direttamente. Una terrazza semiombreggiata è il posto migliore.
  5. Innaffia il substrato una volta alla settimana, purché sia ​​​​dall’idrocontrollo. E ancora di più in estate se si utilizzano substrati convenzionali.
  6. Proteggerlo al chiuso in inverno è essenziale per questa varietà.

Per talea di tuberi con germogli, la pianta può essere moltiplicata abbastanza facilmente. Basterà piantarli in un vaso e seguire le stesse fasi di gestione del substrato e dell’irrigazione, della luce e dell’umidità ambientale affinché germoglino velocemente. Il momento migliore per sfruttare i tuberi è alla fine dell’estate.

Con questi passaggi potremo ottenere abbinamenti di piante fiorite di diversi colori che saranno un grande spettacolo visivo che conquisterà moltissimi appassionati, sia in giardino che sul terrazzo o balcone di casa vostra.

Di quali cure ha bisogno la Begonia elatior?

Sono piante un po’ delicate che tendono a contrarre rapidamente molte malattie, quindi tutte le linee guida di prevenzione e cura devono essere rispettate se vogliamo mantenerle sempre sane.

illuminazione

Possono vivere serenamente in mezz’ombra o in ombra leggera e con elevata umidità, sia in giardino che in vaso.

Ma in casa devi trovare il posto più illuminato perché cresca vigorosamente.

Un terrazzo dove la luce del sole non lo intacchi è perfetto affinché i suoi bei toni floreali illuminino tutta la primavera-autunno e molto oltre, purché la cura sia perfetta.

C’è un punto di attenzione molto importante: la maggior parte delle varietà di Begonie soffre molto con la piena esposizione alla luce solare, perché le foglie vengono bruciate a morte.

Temperatura

La temperatura ideale per tutte le varietà di Begonie, varia tra 17-23ºC.

Passaggio

È meglio rafforzarlo durante il suo periodo di fioritura con un fertilizzante o un composto minerale a basso contenuto di calce.

Ma la cosa migliore è acquistare un fertilizzante specifico per le Begonie, per non complicare nulla in questo trattamento fondamentale per la coltivazione di questa pianta, sempre aggiunto all’acqua di irrigazione.

Un marchio ricco di fosforo stimolerà anche in modo significativo la fioritura. La buccia delle banane è molto buona per adempiere alla stessa missione di fornire nutrienti minerali.

Un altro segreto esperto è aggiungere un cucchiaino di cannella in polvere all’acqua di irrigazione, perché è un potente fungicida naturale.

Irrigazione

Sarà fondamentale stimolare la produzione dei fiori, che le innaffiature siano costanti durante la stagione primaverile, per poi diffondersi gradualmente ad 1 volta a settimana quando appassiscono.

Un trucco che produce risultati è quello di conservare l’acqua piovana per irrigare questa bellissima varietà di Begonia e per ogni litro bisogna spremere il succo di un limone che verrà aggiunto per darle vigore e migliore salute. Un tocco di acidità è benefico.

Quali parassiti e malattie attaccano la Begonia elatior?

Afidi, tripidi, acari, cocciniglie e funghi oidio sono caratteristici visitatori indesiderati di questa bellissima pianta.

Devi applicare un insetticida e un fungicida sistemico per combattere queste malattie, in modo che la pianta incorpori il suo meccanismo difensivo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.