Suggerimenti

Prugna al rosmarino: quando e come farlo

Il Rosmarinus officinalis, comunemente chiamato rosmarino, è una pianta aromatica originaria dell’area mediterranea. È un arbusto che può raggiungere altezze fino a 2 metri, ed è molto riconoscibile per i suoi piccoli fiori viola o bianchi, oltre che per le sue foglie sottili e allungate. Il rosmarino è molto apprezzato per le sue numerose proprietà medicinali e culinarie, motivo per cui è un ingrediente ampiamente utilizzato in molti piatti della dieta mediterranea. Sebbene questa pianta non necessiti di molte cure, la sua potatura merita di essere curata in modo approfondito, perché sebbene non sia vitale per la pianta, aiuta a mantenerla in buone condizioni e con la forma desiderata. Se vuoi imparare a potare il rosmarino, continua a leggere in questo articolo di EcologíaVerde dove troverai una guida pratica molto utile.

Quando potare il rosmarino

Ci sono due potature differenziate da eseguire sul rosmarino. Come abbiamo detto, nessuno dei due è necessario per la pianta, ma entrambi hanno una propria funzione.

Potatura a formazione di rosmarino

Questa potatura è simile a quella applicata agli alberi da frutto, salvando le ovvie distanze. Questo viene fatto poco dopo aver piantato il rosmarino o, se lo abbiamo piantato da seme, quando cresce abbastanza per poterlo modellare.

Potatura di pulizia del rosmarino

Questo altro tipo di potatura viene eseguita per mantenere la pianta il più sana possibile. Sia questa potatura che l’altra vanno effettuate nei mesi caldi, almeno 4 o 6 settimane prima dell’arrivo delle prime gelate. Per questo motivo, l’ inizio della primavera, dopo che il freddo è passato, questo è un buon periodo. In effetti, la potatura di ringiovanimento o la pulizia del vecchio rosmarino dovrebbe essere sempre eseguita in questo momento.

Come potare il rosmarino passo dopo passo – 2 tipi di potatura

Come in tutti i tipi di potatura, prima di iniziare dobbiamo disinfettare adeguatamente gli strumenti da taglio che andremo ad utilizzare. Chiarito questo punto, possiamo passare a come potare il rosmarino passo dopo passo secondo le due tipologie di potatura.

Come potare il rosmarino per dare forma

La potatura di addestramento, che viene eseguita non appena il cespuglio inizia ad assumere una forma modellabile, cioè quando inizia ad avere una densità minima. Il rosmarino non è un albero da frutto di cui dovremmo preoccuparci per la produzione futura, quindi dovrai semplicemente visualizzare la forma che vuoi dargli e potare di conseguenza. Se quello che vuoi è effettuare una potatura di mantenimento, o semplicemente non vuoi che il cespuglio cresca fino ai 2 metri che può raggiungere, una potatura annuale o ogni due anni darà ottimi risultati.

  1. Concentrati su una potatura delicata, poiché una potatura troppo drastica potrebbe essere dannosa per il cespuglio.
  2. Prendete le forbici da potatura e tagliate i rami secchi e quelli appassiti o che mostrano segni di cattivo stato.
  3. Una volta rimossi questi, inizia ad accorciare quelli sani che sono troppo lunghi.
  4. Allontanati leggermente dalla pianta per avere una prospettiva migliore della sua forma e del suo aspetto per continuare a tagliare i rami correttamente.
  5. Non ridurre mai la sua altezza di più di un terzo in una singola potatura, e se è necessaria una riduzione molto drastica, farlo in più fasi, dando alla pianta il tempo necessario per riprendersi dai danni che, in fondo, ogni potatura comporta.

Come potare il rosmarino: pulizia o ringiovanimento

Un altro caso è quello dei rosmarini molto vecchi che stanno smettendo di crescere e necessitano di una potatura di ringiovanimento. Questa è una risorsa drastica che può mettere in pericolo la pianta, e va fatta solo quando siamo sicuri di voler riportare il rosmarino ad uno stato di maggiore crescita e attività. Non tutti gli arbusti legnosi possono resistere a potature così aggressive. In effetti, il rosmarino è uno dei pochi che può. Segui questi passaggi per potare il rosmarino per ringiovanirlo:

  1. Prendi le forbici da potatura e inizia a potare i rami troppo secchi o vecchi della pianta fino alla sua base, cioè tagliali interi.
  2. Andate rimuovendo uno ad uno e allontanandovi un po’ per osservare bene tutta la pianta e individuare meglio i rami da tagliare. Mentre tagli quelli esterni, dovrai guardare più da vicino per individuare alcuni che sono rimasti all’interno del fogliame.
  3. Lascia solo i rami che appaiono ancora forti e sani, anche se tieni presente che se è passato molto tempo dall’ultima potatura di questa pianta o non è stata ben curata, può darsi che nessuno dei rami sia in buone condizioni. potresti doverli tagliare tutti

Cura di base del rosmarino

Segui queste linee guida su come prenderti cura di una pianta di rosmarino per mantenere la tua nelle migliori condizioni possibili:

  • Clima: essendo una pianta originaria dell’area mediterranea, il clima ideale per il rosmarino è temperato o caldo. Tuttavia, la grande adattabilità di questo arbusto gli permette di prosperare nei climi freddi. Questo può resistere a gelate leggere, ma quelle forti o prolungate ci costringeranno a proteggerlo in qualche modo.
  • Luce: il rosmarino gradisce ricevere una grande quantità di luce diretta, a meno che non si tratti di un clima eccezionalmente caldo, nel qual caso sarà meglio proteggerlo dalle ore di incidenza più intense.
  • Terreno o substrato: la cosa più importante a questo punto è che il terreno offra un buon drenaggio, poiché questa pianta è abituata a una certa aridità. Predilige i terreni asciutti, quindi dovresti evitare il più possibile i terreni di tipo argilloso.
  • Compost: puoi usare il compost generico nei mesi più caldi. Se si opta per il biologico, come humus di vermi o compost, in primavera sarà sufficiente aggiungerne un paio di centimetri al terreno.
  • Irrigazione. Non esagerare mai con le annaffiature, evitando a tutti i costi di allagare la pianta, poiché potrebbe far marcire le sue radici. Innaffia senza bagnare la parte aerea del cespuglio, circa ogni dieci giorni, quando noti il ​​terreno asciutto. Puoi fare riferimento a questo altro post su Quando innaffiare le piante per avere un’idea migliore di quando innaffiare il rosmarino.

Per finire, ti consigliamo di leggere queste altre guide di giardinaggio che trattano di questa pianta. Impara con questi altri post Come prendersi cura della pianta di rosmarino in vaso (puoi anche vedere questa guida qui sotto nel video) e Come piantare il rosmarino. Inoltre, di seguito puoi vedere il nostro video sull’olio di rosmarino.

Se desideri leggere altri articoli simili a Rosmarino prugna: quando e come farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.