Suggerimenti

Cura della pianta del giglio o del giglio

Il suo nome scientifico è Lilium , ma è meglio conosciuto come Lilly, Fleur de lis, Martagon. Insieme ai narcisi e ai tulipani, sono i bulbi preferiti dai dilettanti e dai coltivatori.

Un genere composto da più di 80 specie provenienti dalle zone temperate dell’emisfero nord. I coltivatori di fiori hanno prodotto un gran numero di ibridi. Le specie più utilizzate sul mercato sono : Lilium amabile, Lilium auratum, Lilium bulbiferum, Lilium cernuum, Lilium martagon.

Sono lampadine composte da scaglie ad incastro e steli eretti che possono misurare fino a 2 metri di altezza. Le foglie sono lanceolate o ovali di colore verde intenso. I fiori formano dei grappoli all’estremità del gambo, costituiti da sei petali uguali, a tromba, ad imbuto o a stella, con una straordinaria gamma di colori (bianco, rosa, giallo, arancio).

Il giglio è coltivato per i suoi bellissimi fiori e ha molte applicazioni : bordi, bordure e ciuffi colorati. I fiori recisi sono utilizzati per la decorazione di interni.

Hanno bisogno di un terreno leggermente acido , concimato con letame e una buona proporzione di sabbia per dargli un buon drenaggio. La piantagione si fa in autunno in modo che fioriscano in primavera; anche se ci sono così tante varietà, ce ne sono praticamente tutte per tutte le stagioni. Dovrebbero essere piantati ad una profondità di circa 2,5 volte la dimensione del bulbo, con poche eccezioni, e ad una distanza di circa 20 cm tra di loro.

La sua posizione migliore è in un luogo fresco e soleggiato. L’irrigazione dovrebbe mantenere il terreno umido, ma senza intasarlo in quanto ciò potrebbe causare il marciume del bulbo. Aggiungere un fertilizzante minerale con irrigazione ogni 10-12 giorni dalla germogliazione alla fioritura, quindi sospendere il fertilizzante .

I gigli sono piante facilmente attaccabili dalle malattie virali , quindi è consigliabile acquistare i bulbi in luoghi di cui ci si può fidare. Ignora le “offerte”.

Una volta che è passata la fioritura , la pianta diventa gialla e muore. Lasciare la lampadina sepolta, “modificare” il terreno e aspettare che esca al momento giusto. Dopo 2 o 3 anni, scavare e separare le lampadine “discendenti” che si sono formate.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *