Suggerimenti

Campanilla: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il Convolvulus arvensis , meglio conosciuto come campana, è una pianta originaria dell’Eurasia. È stato ampiamente distribuito nelle regioni a clima temperato e tropicale.

La campanula è un vitigno esotico noto per le sue qualità ornamentali. Tuttavia, contiene proprietà medicinali che gli consentono di funzionare come lassativo e diuretico, nonché per ridurre la febbre e guarire le ferite.

A causa della sua rapida crescita e capacità di riprodursi, Convolvulus arvensis è diventata una specie invasiva in alcune aree del Nord America.

La campanula ha una potente capacità di riprodursi . Basta un frammento di 5 centimetri della radice di questa pianta per produrre nuovi germogli.

Punti importanti quando si semina una campanula:
  • Nome scientifico: Convolvulus arvense.
  • Nome comune: Campanilla, fiore di campanula, convolvolo, cahiruela.
  • Altezza: da 50 centimetri a 2 metri.
  • Fabbisogno di luce: luce diretta e semiombra
  • Temperatura: climi caldi e temperati.
  • Irrigazione: Bassa e moderata.
  • Fertilizzante : fertilizzante organico, se necessario.

Che caratteristiche ha la campana?

La Campanula è una pianta erbacea e perenne che può raggiungere un’altezza compresa tra 50 cm e 2 m. Fiorisce generalmente dalla tarda primavera all’estate, ma occasionalmente si estende in autunno.

La sua rapida diffusione è dovuta alla grande capacità delle radici di produrre nuovi germogli, che possono raggiungere i 9 m di profondità. Il gambo della campanula è semplice, sottile e flessibile. Può crescere a livello del suolo o verticalmente , a spirale.

Le foglie sono alterne, con piccioli e di forma diversa: lanceolate, ovate o strette. Possono misurare da 1 a 7 cm di lunghezza. Nel caso dei fiori , questi sono solitari o raggruppati in serie di 2 o 3 e spuntano dal fusto, allo stesso livello di quello delle foglie.

Sono caratterizzati dalla loro corolla pentamerica a forma di imbuto, o tromba, di colore rosa tenue o bianco. Misurano da 1 a 2,5 cm. I frutti della campana hanno la forma di una capsula ovoidale con 4 che si apre irregolarmente. I semi , infine, sono scuri e anche di forma ovoidale. Sono lunghi da 3 a 5 mm.

Quando seminare la campanula?

Il cosiddetto convolvolo può essere seminato per seme durante tutto l’anno quando si trova in luoghi con adeguata umidità. Si consiglia comunque di seminarlo durante i picchi di germinazione in primavera, inizio estate e durante l’ autunno .

Generalmente i semi richiedono di passare attraverso la tecnica della scarificazione per accelerare la loro germinazione. In caso contrario, rimarranno inattivi. D’altra parte, la coltivazione della divisione delle radici può essere effettuata durante la primavera, quando si verifica la crescita di nuove radici.

Dove piantare la campanula?

La campanula si riproduce al meglio nelle regioni aride, con piogge moderate e abbondanti. Infatti, occupa solitamente terreni disturbati e dissodati, purché dotati di un buon drenaggio.

Il posto migliore per piantarlo dovrebbe essere quello in cui riceve la luce solare diretta per gran parte della giornata, poiché le piante crescono più velocemente man mano che il clima si riscalda.

I climi freddi, o suoli con acqua in eccesso, non sono favorevoli. Questo perché la pianta non produrrà semi vitali e la sua fioritura sarà molto minore che in ambienti soleggiati e asciutti.

Come preparare il terreno?

La campanula non è una specie esigente in termini di tipo di terreno disponibile per la propagazione. Predilige però suoli argillosi sabbiosi, leggermente sassosi e ricchi di sostanza organica.

Si adatta a terreni acidi, alcalini e neutri, e generalmente non è necessario condizionare il substrato con fertilizzanti o concimi organici.

Come innaffiamo la campana?

La Campanula è una pianta tollerante alla siccità e allo stress idrico. Questo perché nel suo primo mese produce dalle 15 alle 30 foglie e, dopo 7 mesi, sviluppa un apparato radicale profondo 2 metri, fatto che gli permette di assorbire l’acqua di cui ha bisogno.

Tuttavia, per evitare condizioni estreme, la campana va annaffiata abbondantemente quando il supporto appare visibilmente asciutto.

Ogni quanto annaffiamo la campana?

Come si è già visto, la campanula è una specie a basso consumo d’acqua. Pertanto, l’irrigazione dovrebbe essere applicata 2 o 3 volte a settimana durante i periodi di crescita, specialmente durante la primavera e i periodi di forte siccità.

L’irrigazione, invece, va praticata una volta alla settimana, oppure sospesa, per tutto il periodo di riposo vegetativo della pianta, durante l’ inverno .

Come seminare una campanula passo dopo passo?

La gloria mattutina può essere coltivata per seme o per via vegetativa, per talea. Questi due metodi sono brevemente condivisi di seguito.

Per seme

  1. Metti i semi in un contenitore con acqua e lasciali riposare per 1 giorno.
  2. Seminare i semi in un contenitore con substrato universale inumidito, lasciando uno spazio di 3 centimetri tra loro e annaffiare leggermente.
  3. Porta il contenitore all’esterno e mettilo in mezz’ombra.
  4. Conserva l’umidità fino alla germinazione dei semi.

Per talea

  1. Taglia una sezione da 5 a 10 centimetri da uno stelo maturo e tieni un paio di foglie in cima.
  2. In un vaso con substrato universale, praticare un foro e inserire il taglio a metà della sua altezza.
  3. Premere delicatamente sul supporto e innaffiare finché non si inumidisce.
  4. Metti il ​​vaso in mezz’ombra e continua ad applicare le annaffiature.

Di che cure ha bisogno la campana?

Come già visto, la campanula è una specie altamente competitiva con la vegetazione autoctona e con altre colture. Questa situazione può causare una riduzione della biodiversità locale e ridurre la produzione di colture agricole.

In considerazione di quanto sopra, si consiglia di controllare le dimensioni della vite mediante potatura, o piantandola in vaso per evitare che la sua crescita vada fuori controllo.

Quali parassiti e malattie colpiscono la campanula?

In generale, la campanula è una pianta resistente a parassiti e malattie. Tuttavia, è stato segnalato che può essere colpito dagli artropodi Galeruca rufa, Spermophagus senceus ed Eriopbyes, tra gli altri insetti, specie che sono state utilizzate per contrastarne la diffusione.

Riferimenti

  • https://www.luontoportti.com/suomi/es/kukkakasvit/campanilla-silvestre
  • https://www.cabi.org/isc/datasheet/15101#tosummaryOfInvasiveness
  • http://hilgardia.ucanr.edu/Abstract/?a=hilg.v50n02p019
  • http://www.conabio.gob.mx/malezasdemexico/convolvulaceae/convolvulus-arvensis/fichas/ficha.htm
  • https://es.wikipedia.org/wiki/Convolvulus_arvensis
  • https://www.lifeder.com/convolvulus-arvensis/

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.