Suggerimenti

Come piantare una nocciola e raccogliere le tue nocciole: [Guida completa]

Punti importanti quando si piantano le nocciole
  • Quando seminare? L’autunno è il periodo più adatto.
  • Dove farlo? In terreni fertili in climi caldi che variano tra 12 e 20 ° C e hanno un ottimo drenaggio.
  • Caratteristiche? È un albero grande e molto frondoso, che può raggiungere anche gli 8 metri di altezza, con foglie tondeggianti di circa 12 cm e corteccia rossastra nel periodo giovanile e grigiastra quando invecchia.
  • Come preparare il terreno? Dovrebbe essere ricco di sostanze nutritive, con una buona materia organica fino al 2%.
  • Come innaffiamo? È molto sensibile all’acqua in eccesso. Il metodo di irrigazione a goccia , nelle colture estensive, è molto vantaggioso per supportare la produttività nella raccolta dei frutti.
  • Quali associazioni favorevoli ha? Le specie Corylus Avellana Nottingham , Kentish Cob o Corylus Maxima Purpurea possono aiutare a migliorare la qualità dei frutti e almeno due di essi possono essere combinati.
  • Quali parassiti e malattie ha?  Viene attaccato da funghi e acari che possono essere molto dannosi per la sua vita utile.

  

Quando piantare una nocciola?

Il nocciolo, albero famoso in tutto il mondo , ha uno dei frutti più desiderabili: Nocciole. 

Il suo nome scientifico è Corylus avellana ed è molto comune vederlo nelle regioni temperate dell’Europa e dell’Asia.

Alcuni dicono che per piantare una nocciola occorrono solo un frutto e la terra . Ma ovviamente, la questione di piantare alberi da frutto è molto più complessa di così. Anche quando si tratta di noci.

Il nocciolo può crescere  fino a circa 8 metri di altezza. E l’autunno è la stagione ideale per piantare il tuo seme , fresco dalla pianta, o anche i semi acquistati dal negozio di giardinaggio.

  

Dove piantare le nocciole?

dovere  seminare i semi in un terreno molto fertile con ottimo drenaggio e climi temperati con temperature fresche d’ inverno e miti d’ estate .

L’ambiente ottimale, ad esempio, del cosiddetto  La nocciola europea va dai 12 ai 20°C. 

Un giardino o un ampio campo che gli permetta di crescere liberamente è l’ideale, perché questo albero a chioma irregolare si espande molto, moltiplicando le foglie e i rami che si diversificano dalla base e forniscono molta ombra.

Cresce facilmente in qualsiasi terreno , purché il terreno non sia troppo pesante o umido . Ma scegli un luogo con una posizione leggermente ombreggiata , ideale per questa betulácea .

La corteccia cambia da rossastra nei suoi anni giovani a grigiastra , con l’arrivo dell’età matura.

Le sue foglie arrotondate cadono in autunno e sono assenti in inverno. Sono lunghi circa 12 cm e i loro colori variano dal verde al giallastro.

  

 Fiorisce in primavera e i suoi frutti , tanto ambita, la nocciola , si forma all’interno di un guscio duro o color cannella , che dura fino a 8 mesi.

È prudente commentare che questo albero è resistente e autosufficiente , nonostante le sue grandi dimensioni e i meravigliosi frutti che ci regala ogni anno. Essendo un albero a crescita importante, è bene sapere che con una buona tecnica di potatura può essere controllato in modo efficiente.

Come preparare il terreno per far crescere un nocciolo?

Sebbene gli esperti assicurino che le nocciole non sono molto esigenti in termini di suolo , è consigliabile applicare le raccomandazioni di base durante la loro coltivazione.

Ma il terreno fertile di buoni nutrienti , ricco di sostanza organica (tra l’1,5 e il 2%) garantirà una lunga vita alla nostra nocciola . Si consiglia quindi di preparare il terreno almeno due settimane prima del trapianto delle piantine appena germogliate.

Quindi, quando scegli dove piantare una nocciola , assicurati che il terreno è leggero e ben drenato, è indispensabile vederla poi fiorire e portare frutto.

  

Come innaffiamo le nocciole?

L’irrigazione è essenziale durante la stagione di crescita delle nocciole, ma l’acqua si diffonderà ulteriormente con l’arrivo della maturità. Ogni 4 giorni sarà sufficiente.

Va comunque chiarito che durante le estati molto calde l’ irrigazione deve essere aumentata senza permettere l’accumulo di acqua sotto il tronco.

Una potatura di mantenimento nei primi anni di vita va bene anche per stimolare la produzione di fiori e frutti.

In vaste aree di coltivazione del nocciolo, è conveniente utilizzare l’impianto di irrigazione a goccia con circa 2 gocciolatori di scarico per ogni albero,  in una superficie totale di utilizzo di 4 litri di acqua per ettaro.

  

Come piantare le nocciole passo dopo passo?

Quando acquisiamo il seme , dobbiamo seguire i seguenti passaggi inerenti al processo di piantarlo nel terreno.

  1. Mettere i semi in un bicchiere d’acqua e lasciarli riposare per 24 ore. Quelli che affondano sono quelli che germoglieranno.
  2. Preparare vasi di circa 8,5 cm. di diametro minimo e circa 13 cm. max . Li copriamo con substrato di coltivazione universale mescolato con circa il 30 percento di perlite e irrighiamo acqua priva di calcare. Cospargilo di zolfo o rame per prevenire la crescita di funghi.
  3. Innaffia e metti un seme in ogni vaso , avendo cura di portarli al centro del contenitore . Aggiungi più substrato e compatta.
  4. Con l’arrivo della primavera, otterremo i primi nocciola piantine , ma non dobbiamo andare al giardino per piantare loro fino a quando le radici non escono attraverso i fori del drenaggio che il piatto porta.
  5. Una volta preparato il terreno nel campo dove cresceranno le nostre nocciole, si devono aprire buche larghe e profonde circa 40 cm . Nei fori dovrebbe essere incorporata anche una miscela di sabbia e materia organica che migliorerà il radicamento iniziale.
  6. La cornice o area di impianto di ogni nocciolo, raggiunge circa 5×4 metri . Ciò implica che in ogni ettaro si possono piantare circa 500 alberi . Un singolo ettaro può riportare fino a 3.000 chilogrammi di nocciole all’anno.

Quali associazioni favorevoli ha?

Ogni volta che si vuole ottenere una qualità insuperabile nel sapore della nocciola, è ottimale scegliere la specie Corylus Avellana Nottingham, il Kentish Cob o il Corylus Maxima Purpurea,  tre ottime varietà di buona nocciola che si possono abbinare.

Ogni volta che si vuole ottenere una buona produzione, è bene piantare almeno due diverse varietà a fioritura simultanea , in modo che il processo di impollinazione avvenga tra alberi vicini.

Se invece desideriamo un albero con ornamentale , decorativo nel nostro giardino, la varietà Corylus Avellana, contorta, Nocciola o CorylusAvellana Aurea Pendula , sarà l’ideale.

  

Come raccogliamo le nocciole?

Lo sapevate…
Il più grande esportatore mondiale di nocciole è la Turchia?

La raccolta delle nocciole può essere effettuata manualmente o con macchinari specializzati . Ovviamente se non si hanno grandi distese di nocciole , il macchinario può essere una spesa troppo grande da considerare. 

Lo faremo  la raccolta delle nocciole quando il frutto o il coinvolgimento appassiscono. 

Bisogna fare molta attenzione quando si raccolgono le nocciole, perché se ritardiamo e non lo facciamo al momento giusto , il frutto avrà troppa umidità. 

Vogliamo che la frutta contenga un massimo del 7% – 8% di umidità . Con più umidità l’essiccazione non sarà corretta e quindi non potrà essere consumato nelle sue migliori condizioni.

Quanto tempo impiega la nocciola per produrre frutta?

Una nocciola appena piantata non inizia a produrre un raccolto di noci fino a quando l’albero non viene stabilito.

Un primo raccolto di nocciole può essere previsto tra due e cinque anni dopo aver piantato l’albero.

I raccolti iniziali sono generalmente piccoli, ma man mano che l’albero matura, i raccolti aumentano di dimensioni.

Una nocciola matura può produrre fino a 55 kg di noci in un solo anno. Una volta che un albero inizia a produrre, ci si può aspettare un nuovo raccolto di nocciole ogni anno, per 50 anni.

Quali parassiti e malattie ha la nocciola?

Vari parassiti possono attaccare un nocciolo.

Borer

Borer ( zeuzerapyrina L ) Si tratta di un insetto dell’ordine Lepidoptera che gli attacchi in estate, che agiscono nella parte superiore degli alberi da frutto, dove parassiti.

Lì, germogli appassiti e resti di escrementi iniziano ad apparire sulle foglie.

Questo viene annaffiato fino ai rami e al tronco. Continuano a proliferare fino a che non generano uova e le larve che si moltiplicano all’interno del legno , fino a quando un black- bruco maculato di questo sembra di insetti, che può misurare fino a 6 cm di lunghezza.

Questo parassita viene sterminato se si agisce con un buon insetticida prima della fioritura e quando compaiono i primi sintomi sotto le ascelle delle figlie nocciola.

Diavolo nocciola

Diavolo della nocciola ( Curculionucum L ) È un altro insetto dell’ordine Coleoptoros, che forma parassiti per parassitare la nocciola. Fora il frutto, apre buchi nella scorza dura della nocciola, le cui deformazioni iniziano a farsi notare e cade prematuramente dai rami. 

Lo sviluppo di questo insetto è raro e può durare fino a 3 anni: gli adulti in primavera si nutrono dei frutti più giovani.

Le femmine fecondate, verso la fine della stagione primaverile, perforano il frutto e vi depongono le uova. Così la larva crescerà nutrendosi di polpa di nocciola.

Questa larva viene poi interrata e può rimanere tale fino a 3 anni , perché costruisce un bozzolo nel terreno.

Ragni gialli e rossi

Ragni di colore giallo e rosso: Si può anche attaccare i ragni gialli (EotetranychuscarpiniOud ,. Tetranychus urticae Koch ) e acari ( . Tetranycopsishorridus Can e Fa, Panonychusulmi Koch )

L’ E. carpini è un minuscolo insetto, acaro giallo che provoca molti danni e penetra nelle fessure della corteccia dell’albero. Il T. urticae attacca la copertura vegetale. Entrambi intensificano la loro attività in primavera e succhiano i liquidi della pianta nella parte inferiore delle foglie.

Entrambi gli acari riescono ad attaccare la parte centrale della nocciola , le cui foglie virano al giallo fino a quando non comincia ad avere un aspetto necrotico.

I Thorridus e Pulmi, in inverno, lo passano sotto forma di uovo all’interno del tronco e nei rami del nocciolo . Sono rosse e le loro uova si schiudono in primavera, compiendo 4 generazioni all’anno.

Questi acari causano grande defogliazione, causando una riduzione della attività fotosintetica dell’albero. Il periodo più critico dell’attacco si verifica tra i mesi di luglio-agosto.

Si consiglia di applicare concimi bilanciati senza eccesso di azoto , evitando azioni che generino un grande sviluppo vegetativo.

Bisogna cercare gli acaricidi specifici per ogni caso, bagnando molto bene le foglie, soprattutto nella parte inferiore.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.