Suggerimenti

Cannella per le piante: benefici e come usarla

La cannella è una spezia originaria dello Sri Lanka e ampiamente utilizzata in un gran numero di cucine, inclusa la nostra: quella mediterranea. Il suo odore e il suo gusto sono seducenti per quanto sono inconfondibili, ed è anche un ingrediente con comprovati e numerosi benefici per la salute.

Tuttavia, la cannella non è solo benefica per noi, può anche essere benefica per le tue piante. Le sue proprietà benefiche per loro sono molte, e oltre ad essere più economico di molti prodotti realizzati in laboratorio, è completamente ecologico e naturale. Se vuoi sapere cos’è la cannella per le piante, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui descriviamo in dettaglio i benefici della cannella per le piante e come usarla correttamente.

La cannella come fungicida

Uno dei principali vantaggi della cannella per le piante è il suo utilizzo come antimicotico. In primavera e all’inizio dell’estate, quando le temperature iniziano a salire e c’è ancora molta umidità nell’ambiente, è comune che alcune piante e colture vengano attaccate da funghi, soprattutto nelle zone con scarso flusso d’aria o ventilazione.

Se vedete i caratteristici punti neri o bianchi o la copertura sulle vostre piante, che siano sulle foglie, sugli steli o sul terreno, non vi resta che utilizzare la polvere di cannella che tutti abbiamo in casa. Cospargere delicatamente la polvere di cannella sulle parti interessate dal fungo. Se dopo 48-72 ore i funghi non sono scomparsi, puoi ripetere l’applicazione senza timore: la cannella non danneggerà la pianta, anzi.

Qui puoi saperne di più sui fungicidi fatti in casa.

cannella per le formiche

Le formiche possono diventare un parassita preoccupante, perché quando arrivano in gran numero tendono ad essere accompagnate dai funghi che esse stesse coltivano e trasportano. Se le formiche sono un parassita e quindi un problema nel tuo giardino o frutteto e vengono viste in numero troppo grande, la cannella può essere ancora una volta la soluzione.

Questa spezia agisce come un potente repellente non solo contro le formiche, ma anche contro tutti i tipi di insetti dannosi per le piante, come mosche e zanzare. Basta, ancora, spalmare un po’ di cannella in polvere nella zona dove vogliamo evitare che appaiano, e loro stessi cercheranno altre zone senza quell’odore che tanto detestano.

Qui puoi saperne di più su Come sbarazzarsi delle formiche in giardino.

Cannella per le talee

Prendere una talea da una pianta è un compito che comporta sempre un certo rischio di insuccesso, anche in quelle specie in cui le talee tendono a radicare con successo. Un buon modo per massimizzare le possibilità che il tuo taglio si trasformi in una nuova pianta sana è usare l’ormone radicante o un agente radicante naturale, che stimolerà la crescita delle radici alla base dello stelo. La cannella, ovviamente, ha la capacità di agire come agente radicante, un prodotto ecologico al 100% ed economico rispetto ai preparati chimici.

Per preparare la radicazione alla cannella fatta in casa, potete aggiungere un cucchiaio di cannella in polvere a mezzo litro d’acqua, a cui potete aggiungere anche due aspirine ben tritate o macinate. Mescolare bene e lasciare riposare il composto per almeno mezza giornata, quindi filtrarlo dai residui grossolani. Immergi il fondo delle talee in questa miscela per un paio d’ore prima di piantare e vedrai presto quanto più facilmente si radicano le tue talee.

Scopri come fare le talee con questa guida.

Cannella dopo la potatura

La potatura è un processo necessario, ma anche aggressivo per le piante. Anche quando viene eseguita con strumenti adeguatamente disinfettati e ben affilati, si corre il rischio che le ferite generate siano un punto di ingresso per malattie o parassiti.

Per questo alcune specie richiedono l’applicazione di pasta sigillante nelle zone potate. Potete fare la vostra pasta con la cera di candela sciolta, alla quale dovete aggiungere della cannella in polvere per migliorarne le proprietà antimicotiche e antibatteriche, che potete applicare ancora liquida ma non troppo calda sulla ferita di potatura, in modo che si solidifichi su di essa e sul sigillo. È anche possibile applicarlo direttamente come polvere su piccole ferite: non le sigillerà, ma aiuterà la pianta a guarire più velocemente.

La cannella come repellente per animali

Abbiamo già detto che questa spezia è un efficace repellente per insetti, ma la sua azione non si limita a questi. Da essa fuggiranno anche piccoli mammiferi come conigli, talpe o scoiattoli, in quanto provoca fastidiose irritazioni alle mucose del naso e della bocca che, senza arrecare danni gravi o permanenti, li farà evitare il luogo.

Come usare la cannella per le piante

In tutti gli usi che abbiamo specificato, è sufficiente utilizzare la cannella in polvere sulle piante o sull’area del giardino che si vuole proteggere. Triturato finemente, avrà l’effetto desiderato in modo totalmente ecologico.

È anche possibile preparare il tè alla cannella per l’ irrigazione delle piante. Per fare questo, scalda leggermente un litro d’acqua e aggiungi un cucchiaio di cannella in polvere. Mescolate bene a fuoco basso fino a quando la cannella non si sarà completamente sciolta e lasciate raffreddare per 10-12 ore dopo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cannella per le piante: vantaggi e come usarla, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.