Suggerimenti

Cosa bisogna sapere per compostare in sicurezza la cacca di cane

Molti paesi in tutto il mondo hanno
ha iniziato a vietare l’uso di sacchetti di plastica nei negozi di alimentari. Alcune città e
in Spagna stanno facendo o hanno in programma di fare
Fallo.

Sappiamo tutti che i sacchetti di plastica sono un affare serio.
problema ambientale. Quindi, in teoria, sembra una buona idea.
Purtroppo, in alcuni luoghi, la messa al bando dei sacchetti di plastica porta in realtà
un uso ancora maggiore della plastica e di altre questioni ambientali correlate. Vuoi
per scoprire perché?

Si scopre che i proprietari di cani che raccolgono la cacca del loro cane (invece di lasciarla ad altri) dipendono da questi deboli sacchetti della spesa. Quando questi sacchetti non sono più ammessi, i proprietari di cani responsabili acquistano sacchetti di plastica che usano per la raccolta della cacca.

Le borse che acquistano sono di qualità molto migliore e sono spesso confezionate in oggetti che hanno altre invisibili conseguenze ambientali. Il risultato netto è che i venditori di costosi sacchetti di plastica vincono molto, e l’ambiente e le discariche continuano a perdere.

Prometto che non me lo sto inventando! Per un po’ se ne è parlato persino nei media.


Perché dovresti fare la cacca di cane

Ora, mentre mi congratulo con tutti quei proprietari di cani premurosi che cercano di non lasciarci con disastri, c’è un’alternativa ancora migliore dell’uso di sacchetti di plastica per la cacca di cane!

Non liberatevene, riunitevi!

Che schifo! Hai davvero appena detto che vuoi che faccia il concime per la cacca del mio cane? Sì, l’hai fatto. Il compostaggio della cacca di cane è un modo molto più sano di gestire questi rifiuti e ti dà un buon prodotto da usare nel tuo giardino.

Alcuni parchi, come quello dello Stato di New York, sono
che già lo fa in modo del tutto naturale. Quindi, si applicano tutti
il fertilizzante generato per le belle piante da giardino che tutti
che i visitatori del parco amano guardare.

Dal punto di vista del contadino, non è lontano dal letame di cavallo e di pollo, che viene già utilizzato per il compostaggio.


Cacca di cane contro il fertilizzante

So che ci hanno detto tutti che la cacca è una cosa spaventosa. I cani mangiano ogni genere di cose disgustose, come gli escrementi di altri animali, le cose morte che sono per metà marce e altre cose che sono infettive e forse indicibili. Di conseguenza, possono essere ospiti di parassiti e batteri che possono diffondersi nella loro cacca.

Onestamente, parte di ciò che può essere trasmesso attraverso la cacca di cane può essere problematico anche per gli esseri umani. Quindi, prima di dirvi come concimare la cacca di cane in modo sicuro, voglio condividere alcuni dei rischi che si annidano nella cacca di cane in modo che possiate prendere decisioni informate su come gestire i vostri rifiuti.


Rischi patogeni negli escrementi di cane

I rischi patogeni degli escrementi di cane sono generalmente suddivisi in due categorie: parassiti e batteri. I parassiti sono i più facili da districare e riducono il rischio. Cominciamo da lì.


1. parassiti

I tipi più comuni di parassiti negli escrementi di cane di cui dobbiamo preoccuparci richiedono l’esistenza di un ospite vivo e respirante, come un cane o un essere umano. Se gli agenti patogeni vengono rimossi dall’ospite, alla fine muoiono di fame.

Pertanto, il modo più semplice per produrre in modo sicuro escrementi di cane da letame è quello di farlo invecchiare abbastanza a lungo per far morire le larve del parassita. Per fare questo, è necessario sapere quali parassiti si possono avere e quanto tempo ci vuole per ucciderli.

– Vermi

I vermi cilindrici (Toxocara Canis) sono il pericolo universale quando si maneggiano e si usano gli escrementi di cane come fertilizzante. Questo rischio è il più grande perché quasi tutti i cani, ovunque nel mondo, avranno i vermi prima o poi nella loro vita.

Fortunatamente, le larve di tordo possono esistere solo nelle feci, senza un ospite, per qualche mese. Anche se è difficile trovare il numero esatto di volte in cui le larve di vermi cilindrici possono vivere negli escrementi dei cani, la maggior parte delle stime suggerisce un massimo di sei mesi. Tuttavia, è molto probabile che le larve di tordo muoiano molto più rapidamente.

– Uccelli all’uncino

Gli anchilostomi sono spesso citati come un problema per il compostaggio degli escrementi dei cani. Tuttavia, secondo il CDC, le loro larve possono sopravvivere solo per 3 o 4 settimane nelle feci in condizioni ideali. Sono quindi ancora più facili da eliminare dei vermi cilindrici.

– I vermi

L’Echinococcus granulosus è un altro parassita che a volte viene trasmesso dalle feci dei cani. Il ciclo vitale di base è che i cani mangiano gli organi degli animali che hanno cisti causate dai vermi solitari. I cani poi fanno la cacca e depositano le uova della tenia sul terreno che gli esseri umani possono toccare (o i cani hanno tracce di feci nel pelo e le uova vengono trasmesse quando si accarezzano i cani).

Questo parassita è più comune in persone come gli allevatori di pecore che danno da mangiare le frattaglie ai loro cani da lavoro. È presente in Africa, Europa, Asia, Medio Oriente e America centrale e meridionale. Solo un numero limitato di casi è stato segnalato negli Stati Uniti o in Canada.

Le uova di echinococco possono sopravvivere nelle feci fino a un anno. Nelle zone in cui è presente questo particolare parassita o se si è a rischio (ad esempio, se si nutrono i cani con le rigaglie), è consigliabile utilizzare un fertilizzante contenente concime per cani per almeno un anno.


2. batteri

Oltre ai parassiti, gli escrementi di cane presentano anche rischi batterici. I batteri sono ovunque, naturalmente. Così non si può mai scappare da loro. Ma ci sono batteri patogeni specifici che possono causare danni alla salute umana e che a volte si trovano nelle feci dei cani.

Francamente, si rischia già di essere infettati da tutti i batteri di cui vi parlerò solo per il fatto di avere un cane. Si è a rischio anche se non si ha un cane solo perché si mangia carne, si mangia verdura, si fa giardinaggio o si va in ospedale, perché molte di queste cose sono diventate onnipresenti nel nostro ambiente.

Oltre ai rischi generali, le persone con un sistema immunitario debole o immaturo, come i malati, le donne incinte, gli anziani o i bambini molto piccoli, sono maggiormente a rischio di ammalarsi a causa del contatto con questi batteri. Le persone a rischio non dovrebbero partecipare al processo di raccolta o di compostaggio di qualsiasi tipo di sgabello.

Se sei un adulto coscienzioso e sano che vive in casa, il letame di cane non dovrebbe aumentare i rischi per la salute associati a questi batteri se lo fai bene. Tuttavia, è utile comprendere i rischi in modo da poter prendere decisioni prudenti in materia di compostaggio.

– Campylobacter

Il Campylobacter è un batterio più comunemente associato al pollame crudo. I test hanno dimostrato che il 33% dei polli acquistati nei negozi e nei supermercati sono portatori di questo batterio. Tuttavia, alcune fonti suggeriscono che può essere trasmessa anche attraverso il contatto con le feci dei cani.

I sintomi dell’infezione includono la diarrea.
(spesso con sangue), febbre, crampi addominali, ed eventualmente nausea, e
vomitando. In alcune persone con sistema immunitario indebolito, e
In rari casi, l’infezione da questo batterio può essere fatale.

Finora i ricercatori che hanno cercato di identificare questo batterio nelle feci dei cani non hanno avuto successo. Alcuni ricercatori ritengono che anche quando un cane porta il batterio e lo trasmette nelle sue feci, questo particolare batterio può semplicemente non essere vitale al di fuori dell’ospite per lunghi periodi di tempo.

Il rischio potenziale maggiore è che gli escrementi freschi entrino in contatto con un cadavere e che qualcuno mangi il corpo senza prima averlo cucinato correttamente. Per questo motivo è importante mantenere l’area di compostaggio a distanza di sicurezza dalla zona di macellazione. Inoltre, il compostaggio delle feci dei cani separatamente dai rifiuti della macellazione può contribuire a ridurre il rischio che i batteri trovino un ospite temporaneo e a prolungare i tempi di sopravvivenza.

Anche il rischio di salmonella e yersinia può essere mitigato prendendo queste stesse precauzioni di base.

– Giardia

Giardia è un batterio che può causare malattie nell’uomo e negli animali. La diarrea è il sintomo più comune. Tuttavia, può portare al malassorbimento dei minerali e causare problemi di salute allo sviluppo.

La maggior parte degli escursionisti sa di non bere acqua non trattata in natura perché gli animali come i cervi spesso prendono la giardia e la passano alle fonti d’acqua. Ma può anche causare problemi a cani, altri animali domestici e bestiame.

Fortunatamente, il rischio di giardia nel letame, canino o altro, può essere mitigato semplicemente invecchiando il letame per 90 giorni.

– Enterococcus faecium

Nelle feci dei cani sono stati trovati anche enterococchi resistenti all’ampicillina, spesso chiamati FERRA o enterococchi ospedalieri. Gli enterococchi sono una famiglia di batteri particolarmente difficili da evitare perché sono in grado di sopravvivere in ambienti molto variabili. Possono vivere a lungo in esseri umani, animali, piante, suolo, acqua e molto altro ancora.

Questo germe ospedaliero si trova in quasi tutti i tipi di letame, compreso il bestiame, i cani, gli esseri umani e altri. Si trova spesso anche nei cibi fermentati, nei latticini, nella carne e nei formaggi. Come i batteri coliformi, quantità molto grandi di diversi ceppi di enterococchi sono spesso usati come un indicatore precoce di un problema di qualità dell’acqua.

I test hanno anche dimostrato che gli enterococchi possono anche sopravvivere (ma non necessariamente prosperare) in acque reflue sterilizzate, come i biosolidi di classe A e B provenienti da impianti di trattamento delle acque reflue che sono legalmente autorizzati ad essere utilizzati per aggiungere fertilità al suolo per la produzione di alimenti. In generale, i batteri di questa famiglia sono particolarmente adatti a sopravvivere in una vasta gamma di ambienti per lunghi periodi di tempo, compreso il compost.

L’esistenza stessa degli enterococchi non è tanto il problema. È la crescente prevalenza di varietà di questi enterococchi che sono resistenti ai trattamenti, come E. faecium o FERRA, che causano malattie nell’uomo. I misteri che circondano la velocità con cui questi ceppi sono riusciti a penetrare in ambienti esterni agli ospedali e a farsi strada nelle feci dei cani e dei bovini stanno diventando una grande preoccupazione.

Francamente, attualmente non ci sono linee guida o raccomandazioni specifiche su come ridurre il rischio di avere questi batteri nel compost. Il compostaggio a caldo e l’invecchiamento prolungato possono ridurre i livelli di attività di questi batteri.

Tuttavia, la verità è che gli scienziati e i responsabili politici non sanno ancora abbastanza su come mitigare i rischi di questi batteri. Quindi, in questa fase, utilizzando le procedure standard di compostaggio che spiegherò in dettaglio tra un momento, sono ancora considerate linee guida sicure.

– MRSA

Avete tutti sentito parlare di MRSA, vero? È un batterio chiamato Staphylococcus aureus che si trova comunemente negli ospedali. Gli esseri umani di solito vanno negli ospedali e portano l’MRSA ai loro animali domestici. Gli animali domestici possono condividere il MRSA con gli esseri umani attraverso le loro parti umide come il naso e l’ano.

Si ritiene che l’MRSA di solito si sviluppa negli animali entro poche settimane e non li fa ammalare. Pertanto, gli animali domestici come i cani non sono considerati un punto di trasmissione importante per l’MRSA in generale. Tuttavia, se voi o il vostro animale domestico avete avuto contatti con gli ospedali, è probabilmente consigliabile aspettare circa un mese prima di riprendere il compostaggio del vostro cane (o animale domestico) per ridurre il rischio di MRSA.

Nelle operazioni zootecniche ad alta densità, come gli allevamenti di maiali commerciali, o in aree con molti allevamenti, le infezioni da MRSA sono molto più comuni in generale. Pertanto, se si vive all’interno o nelle vicinanze di queste operazioni, il rischio di contaminazione incrociata è maggiore. La pastorizzazione del letame è spesso menzionata come una buona idea per il compostaggio degli escrementi dei cani che possono essere portatori di batteri resistenti a trattamenti come il MRSA.


Passi verso la mitigazione del rischio

Sono sicuro che ti gira la testa a causa di tutti i rischi che si annidano nel letame, nel cane e così via. Fortunatamente, la comprensione dei rischi può rendere il compostaggio in generale e il compostaggio con cacca di cane molto più sicuro.

Ecco alcune importanti precauzioni di sicurezza da prendere durante il compostaggio del letame di cane.


1. Scegliere un sito di compostaggio sicuro

Che si producano o meno escrementi di cane, va da sé che qualsiasi sito di compostaggio dovrebbe essere lontano da luoghi dove i bambini giocano. Dovrebbe essere anche a distanza di sicurezza da casa vostra e dalla vostra (o da quella del vostro vicino) riserva d’acqua o dal letto di percolazione.

Purtroppo, ho visto abbastanza esempi su Internet di persone che mettono cumuli di concime lungo i loro recinti e inquinano i giardini dei loro vicini per sapere che questo è davvero qualcosa che va detto. Allora, ecco qui…

Si prega di notare la sicurezza di tutti quando si seleziona la zona di abbonamento.


2. Pianificate di invecchiare il vostro compost

Ad eccezione degli enterococchi, l’invecchiamento del fertilizzante per almeno un anno è la migliore difesa contro i potenziali rischi. Quando allestite la vostra area di compostaggio, lasciate spazio per i vostri cumuli finiti e coperti per riposare per un anno prima di applicarli al vostro cortile.


3. Esercitare grande cautela

Prendetevi una pausa dal compostaggio quando siete più a rischio, ad esempio dopo una visita in ospedale o se state curando i cani per i parassiti.

Prendete anche delle precauzioni extra se vivete in un ambiente ad alto rischio, come ad esempio accanto a un feedlot commerciale. Lasciate le attività di compostaggio ad alto rischio, come la costruzione o la lavorazione di cumuli di compost senza età, ad adulti sani con un sistema immunitario perfettamente funzionante.

Naturalmente, si dovrebbe sempre praticare una buona igiene, per esempio lavarsi le mani dopo aver maneggiato escrementi o altri materiali da compostaggio.


4. Utilizzare buone tecniche di compostaggio

L’unica cosa che non ho ancora provato in questo post è come fare il compostaggio della cacca di cane. Questo perché si può fare esattamente come si farebbe per qualsiasi altra fonte di letame.

– Costruirlo bene

In altre parole, è necessario raccogliere abbastanza marrone e verde per fare un mucchio di 4 x 4 piedi. Innaffiare il mucchio mentre lo si costruisce per garantire che tutti gli strati siano abbastanza bagnati da raggiungere un livello di umidità del 60% durante tutto il processo.

Potete anche aggiungere tutti i vostri altri marroni e verdi a questo mucchio per un fertilizzante più equilibrato. Basta assicurarsi che il rapporto carbonio-azoto (C:N) sia compreso tra 20 e 40 C a 1 N. Vedi il nostro calcolatore di compost per maggiori dettagli.

Proteggere la batteria dal vento e dalla pioggia in modo che non sia secca o bagnata durante il compostaggio. Assicuratevi anche di mantenere una buona circolazione dell’aria in modo che il vostro mucchio non diventi anaerobico.

– Calore, rotazione, ripetizione ed età

Di solito, la batteria si riscalda per circa due settimane e poi la sua temperatura inizia a scendere. Utilizzando un termometro per il compostaggio, assicurarsi che la batteria raggiunga una temperatura di 135-160°F.

Quando la temperatura della batteria inizia a scendere, capovolgere la batteria. Assicurarsi che i bordi esterni del contenuto della batteria siano all’interno dopo essere stati capovolti.

La batteria dovrebbe riscaldarsi di nuovo. Ruotarlo quando inizia a raffreddarsi e ripetere il processo fino a quando la batteria non si riscalda più. Poi inizia il processo di invecchiamento di un anno prima dell’uso. Non dimenticate di annotare la data nel vostro diario della fattoria

.

– Consigli per la conservazione degli escrementi di cane non decomposti

Nota: Per evitare il “fattore bavaglio” quando si conservano le feci dei cani, la Guida USDA per il compostaggio dei rifiuti canini raccomanda di mescolare due parti di feci canine con una parte di segatura o altra fonte di carbonio come paglia o fieno tritati, giornali tritati, lettiere per cani o foglie cadute durante la raccolta.

Conservare la miscela di letame di cane e fonte di carbonio in un luogo asciutto fino a quando non si è pronti a fare il vostro mucchio di concime. Finché questa miscela viene mantenuta asciutta, non concimare troppo attivamente. Poi, quando si ha abbastanza materiale per creare una pila di concime caldo, si può iniziare il compostaggio.


Non sei pronto a fare il concime con la cacca di cane?

Il compostaggio della cacca di cane non è per tutti. Quindi, se non siete all’altezza del compito, e volete ancora salvare il mondo dai sacchetti di plastica, allora considerate la prossima alternativa.

Utilizzare un cucchiaio per lettiera per gatti e un contenitore di plastica (ad esempio, vasetti di yogurt o di panna acida delle dimensioni di un quarto di litro) foderato con carta igienica per una facile raccolta. Poi sciacquate gli escrementi del vostro cane con gli altri rifiuti. Questo metodo permette di risparmiare al pianeta uno o dieci sacchetti di plastica e richiede pochissime risorse extra se si aggiungono le feci del cane mentre si fanno i propri bisogni.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *