Suggerimenti

La coltivazione del papavero per i semi decorativi, le spezie e la bellezza…

Sono stato un giardiniere di erbe aromatiche per la maggior parte della mia vita adulta. Negli ultimi anni, però, sono andato oltre le erbe e ho imparato l’arte di coltivare le spezie.

Per me, le spezie sono un po’ più difficili delle erbe, perché bisogna far crescere le piante più a lungo per ottenere un raccolto. Spesso sono i boccioli dei fiori o i semi ad essere usati come spezie. Mentre la maggior parte delle erbe culinarie sono fatte con le foglie delle piante prima che fioriscano. Questo significa che quando si coltivano le spezie, si può vedere come fioriscono le piante prima di iniziare a raccoglierle.

Nel caso della coltivazione di semi di papavero, i fiori e i baccelli di semi sono di gran lunga le parti più belle delle piante. Coltivare papaveri specifici per le spezie è un modo meraviglioso per aggiungere alla vostra collezione di spezie e abbellire il vostro giardino di casa!


La storia dei papaveri

Baccelli di papavero immaturo, Immagine di M. Gajowy3 da Pixabay

I papaveri hanno una storia lunga e colorata. I primi riferimenti all’uso di questa pianta come medicina risalgono all’Egitto nel 3400 a.C. All’epoca si chiamava qualcosa che si traduce approssimativamente come “pianta della gioia”.

Nel corso degli anni, i papaveri sono stati utilizzati principalmente per aumentare il piacere o ridurre il dolore. Dalle guerre dell’oppio e del fumo nel XIX secolo al suo uso autorizzato come analgesico medico sotto forma di morfina, il papavero è stato venerato per la sua utilità e disprezzato per il suo potere distruttivo nel corso della storia.

Oggi ci troviamo di fronte a una crisi oppiacea legata al papavero da oppio che probabilmente avrà un impatto sulla nostra storia futura per gli anni a venire. Questo passato e questo presente colorato rendono la coltivazione del papavero un dilemma per i giardinieri.


Avviso legale!

I papaveri e i loro baccelli possono essere incredibilmente belli in un giardino. È possibile raccogliere i semi di papavero da utilizzare in ricette come i muffin ai semi di limone o per completare i muffin “all purpose” fatti in casa. I semi possono essere spremuti in olio. I baccelli di seme hanno un aspetto fantastico anche nelle composizioni floreali.

Se siete di mentalità “prepper”, la coltivazione regolare del papavero può essere interessante anche per altri motivi. Ad esempio, può essere utile avere a portata di mano un antidolorifico naturale e potente in caso di emergenza.

Ma attenzione! Negli Stati Uniti la coltivazione del papavero, soprattutto in grandi quantità, può essere un po’ difficile dal punto di vista legale.

Finché si coltivano i papaveri per la loro bellezza o per raccogliere i semi per cucinare, probabilmente si può ottenere coltivandoli a casa.

Tuttavia, poiché alcune parti della pianta sono utilizzate per la produzione di droghe illegali, è discutibile che ne stia coltivando troppe. (O se avete una storia colorata con la legge!)

Con questo avvertimento legale alle spalle,
parliamo di coltivare papaveri per i loro semi commestibili.


Varietà di papavero

Papavero da oppio o da semi di pane ( Papaver
somniferum)
sono
più spesso coltivate per i loro semi commestibili. Mais comune o papavero
( Papaver rhoeas) sono
A volte sono usati anche per i loro semi.

Inoltre, ci sono molti altri membri della famiglia del papavero coltivati esplicitamente per i loro fiori che possono anche produrre semi commestibili. Ad esempio, Plants for the Future (PFAF) menziona il papavero islandese ( Papaver nudicaule ) e il papavero orientale ( Papaver orientale ) come semi commestibili. Tuttavia, per questa nota, ci concentreremo principalmente sulle varietà di Papaver somniferum per una produzione ottimale di semi da cucina.


Papaveri di semi di pane

Immagine da DerSilent di Pixabay

I papaveri da semi di pane ( Papaver somniferum ) sono piante tenere annuali o perenni che possono essere facilmente seminate se i semi di papavero sono lasciati svernare sugli steli. È anche il papavero utilizzato in agricoltura per la produzione di sementi. Inoltre, i grandi baccelli di semi sono spesso utilizzati nelle composizioni floreali.

Colture da considerare

Baker Creek Blu Ungherese

Ungherese – Il colore di questi papaveri può variare dal bianco al blu scuro o viola. È la cultivar più facile da trovare e la più utilizzata per la produzione di semi pesanti.

Foto della scatola del pepe Seedman

Pepper box – Questi papaveri hanno petali da rosa pallido a rosso vivo con un interno viola. A volte sono chiamati il pepe negozio di fiori perché i baccelli di semi hanno un bell’aspetto rossastro-blu.

I polli dei fratelli dell’Eden

Polli – Questi papaveri sono simili in apparenza ai papaveri Pepperbox, anche se in genere non sono così impressionanti. Tuttavia, i baccelli da seme hanno un grande baccello centrale circondato da baccelli laterali più piccoli che suggeriscono l’aspetto di una gallina madre con i suoi pulcini.

Il gigante del seminatore

The Giant – Questi papaveri sono grandi fiori doppi che possono variare dal rosa pallido al rosa scuro. I baccelli dei semi suggeriscono anche che sono rosa.


Peonia, Pom Pom o Garofano Papavero

Immagine di Emiliano Robert Vicol de Pixabay

Peonia, pompon o garofano papavero sono cultivar di Papaver somniferum che sono state coltivate appositamente per i loro fiori ornamentali. Generalmente hanno fiori doppi o giganti che li rendono più attraenti come fiori di confine rispetto alle varietà di papavero di produzione descritte nella sezione precedente.

Poiché questi papaveri sono stati coltivati come piante ornamentali e contengono meno alcaloidi illegali utilizzati nella produzione di droga, sono generalmente considerati meno rischiosi per i coltivatori per hobby.

Se volete prendere in considerazione la coltivazione di papaveri da seme ornamentale per limitare la vostra responsabilità legale, ci sono tutti i tipi di grandi opzioni. Alcuni dei più popolari e facili da coltivare sono: l’antico formaggio fiammingo, lo zucchero filato, i riccioli rosa, il cigno nero, il salmone glassato e il Whitecloud.


Piantare papaveri

Piantare il papavero è il livello di difficoltà per piantare qualcosa come i denti di leone su un prato. In altre parole, crescono come erbacce in un terreno fertile e ben drenato. Tuttavia, quando li coltivate come spezia, ci sono alcuni trucchi che potete usare per controllare meglio i vostri raccolti.


Zone USDA

La maggior parte dei papaveri, coltivati per i loro semi commestibili, possono essere piantati nelle aree di impianto USDA da 3 a 9. Tuttavia, alcune varietà possono avere una tolleranza di zona più ristretta.

Assicuratevi di confermare l’idoneità dell’area con la vostra fonte di semi.


Requisiti della luce solare

I papaveri possono crescere sia al sole che all’ombra. Tuttavia, per una produzione ottimale sono necessarie almeno 6 ore di sole.

Nei climi caldi, un po’ d’ombra nel pomeriggio può ridurre lo stress delle piante e aumentare la probabilità che crescano baccelli di grandi dimensioni.


Requisiti del suolo

I papaveri coltivati per la semina possono crescere in una vasta gamma di terreni, dai campi agricoli ai bordi delle strade. Può essere coltivata anche in aiuole, purché non sia troppo fertile nei primi centimetri.

Un eccellente drenaggio è la chiave per la produzione di semi, poiché i papaveri preferiscono i terreni che si trovano sul lato secco. I terreni argillosi pesanti, o troppo limo nelle zone umide, possono essere un problema per il papavero.

Incorporare un fertilizzante complesso di lunga durata o muffa fogliare nei due piedi superiori del terreno per migliorare il drenaggio prima di piantare, se necessario.


Inizio del seme

I semi di papavero sono la radice principale. Questo significa che di solito non vengono trapiantati bene. È quindi preferibile piantare direttamente dove cresceranno le piante.

Se state cercando di trapiantare i papaveri, innaffiateli mattina e sera per aiutare le piante ad ambientarsi fino a quando non vedrete le foglie ricominciare a crescere. Inoltre, aspettatevi che le vostre piante e i baccelli siano più piccoli se state trapiantando delle piantine. Potreste voler piantare di più per fare la differenza nella produzione.

I semi germinano meglio dopo la stratificazione naturale, ad esempio piantando in autunno o in inverno e lasciando germinare i semi naturalmente in primavera. È anche possibile stratificare i semi nel frigorifero o nel congelatore.

Per ottenere i migliori risultati, spargete i semi sulla superficie della vostra area di piantagione dalla fine dell’autunno fino a qualche settimana prima dell’ultima data di gelo. Semi pesanti e scarsi in seguito per garantire tassi di germinazione ottimali. I semi germoglieranno non appena le condizioni saranno ideali per la produzione delle piante, che di solito avviene quando la temperatura del suolo raggiunge i 50-60°F.


Spaziatura

La maggior parte delle linee guida commerciali suggeriscono una distanza di 4 cm tra le piante in file di un metro per la coltivazione meccanica. Per l’uso di piante da aiuola, si raccomanda di piantare come parte di un letto misto e spesso si raccomanda di lasciare un piede di spazio per pianta.

Personalmente, ho avuto la produzione più alta quando le piante sono distanziate di circa 4 cm l’una dall’altra in file di 6-8 cm in blocchi larghi 3-4 piedi in un buon terreno da giardino.


Cura del papavero

I papaveri richiedono pochissima manutenzione. Germinano a basse temperature e possono resistere al gelo. Tuttavia, i fiori moriranno nel freddo intenso. Quindi, se i vostri fiori rischiano di congelare, potreste doverli coprire temporaneamente con dei coprifili.


Irrigazione

I papaveri crescono bene in terreni più secchi. Tuttavia, hanno bisogno di un’irrigazione occasionale. In caso di tempo caldo o secco prolungato, assicurarsi che le piante ricevano l’equivalente di 12-34 cm di pioggia alla settimana. È anche importante mantenere il terreno umido per le giovani piante.


Diserbo e pacciamatura

I papaveri possono essere generalmente mantenuti contro le erbacce più comuni una volta stabiliti. Tuttavia, per il primo mese e mezzo dopo la comparsa delle piantine, vorranno mantenere i loro letti liberi dalle erbacce.

Non schiacciare i semi di papavero, altrimenti non germoglieranno. Tuttavia, è possibile pacciamare l’area di semina dopo l’emergenza per contribuire a ridurre la pressione delle erbacce.


Concimazione

I papaveri crescono meglio per la produzione di semi in terreni fertili aggiungendo materia organica, ma non troppo fertilizzati con sostanze nutritive a rilascio rapido. Se coltivate i papaveri da seme nel vostro frutteto, piantarli dopo i semi grandi nella rotazione delle colture funziona bene.

Non piantate i papaveri da seme in terreni molto fertili a pochi centimetri dal suolo, altrimenti il fittone può atrofizzare e la pianta sarà soggetta ad un rischio maggiore di malattie fungine o di caduta prima che le teste dei semi siano pronte per essere raccolte.

Le piante si comporteranno al meglio nel terreno preparato almeno un piede in profondità con metodi come il doppio scavo o la lavorazione del terreno in profondità.


Impollinazione incrociata

Se desiderate conservare i vostri semi per la semina e il consumo, assicuratevi di separare le vostre varietà per evitare problemi di impollinazione incrociata. Poiché i papaveri sono generalmente autofertili, una distanza di 2.000 piedi tra le varietà può essere sufficiente per le piccole colture. Tuttavia, si raccomanda una maggiore distanza tra le varietà per ottenere i migliori risultati.

Potete anche guardare i fiori che si aprono e usare un pennello per accelerare l’autoimpollinazione delle piante di cui volete salvare i semi. Poi coprire i fiori con sacchetti di carta per qualche giorno per evitare possibili impollinazioni incrociate.


Cura del baccello

Quando si coltivano i papaveri per i fiori, è possibile decapitarli dopo la fioritura e tagliare le piante da terra quando iniziano a ingiallire.

Tuttavia, quando si coltiva per la semina, assicurarsi che le piante siano mantenute sane fino a quando i baccelli dei semi non sono completamente fertilizzati. Mantengo la fertilità e il livello di umidità del suolo e controllo attentamente la salute delle mie piante fino a quando i baccelli dei semi non cominciano ad asciugarsi.


Problemi comuni

In generale, il papavero è una pianta che richiede pochissima manutenzione e ha pochi problemi di parassiti o malattie. Tuttavia, ci sono alcune cose da considerare.


Agenti patogeni fungini

Poiché i papaveri si adattano a terreni più secchi, sono soggetti ad agenti patogeni fungini come la botrite, l’oidio e il marciume delle radici del Pythium in condizioni troppo umide.

Evitare di annaffiare, tranne che in periodi di siccità o di calore eccessivo, e piantare in terreni ben drenati per evitare questi problemi.


Virus del mosaico

I virus del tabacco e del papavero sono possibili problemi per le piante di papavero. Non c’è molto che si possa fare per curare l’infezione.
…fabbriche di pasta sfoglia. Tuttavia, non reimpiantate i semi risparmiati dalle piante infette ed evitate di piantare in futuro altre piante sensibili in quest’area contaminata.


Sovraccarico di manganese

I papaveri possono tollerare un pH del terreno compreso tra 5,5 e 7,5. Tuttavia, le piante di papavero sono suscettibili all’atrofia delle radici a causa dell’eccesso di manganese nel terreno negli intervalli di pH inferiori.

Per ridurre l’assorbimento di manganese, assicurarsi che il pH del suolo sia più vicino a 7,5 nei terreni con eccesso di manganese.


Carenza di boro

Come il cavolo e i broccoli, i papaveri sono più suscettibili alle malattie se non contengono abbastanza boro. Il boro può essere tossico per il terreno se applicato in eccesso. Pertanto, se sospettate una carenza di boro nel vostro terreno, fate un test professionale del terreno e utilizzate i tassi di applicazione in base ai risultati del vostro test.


Insetti

I papaveri cresciuti in condizioni ideali hanno in genere pochissimi problemi di insetti. Tuttavia, ce ne sono alcuni di cui dovreste essere consapevoli se le piante sono sotto stress.

  • Afidi – Gli afidi si trovano di solito in grandi gruppi su steli di piante. Spesso sono accompagnati da formiche che si divertono con i loro barattoli di caramelle. Toglierli strofinandoli delicatamente sulle parti della pianta con acqua saponata.
  • Tripidi – I tripidi sono piccoli insetti che si nutrono sul lato inferiore delle foglie. Potete cercarli sul lato inferiore di foglie pallide e di carta. Sono difficili da controllare. Fortunatamente, la maggior parte dei danni che causano sono di natura estetica. Rimuovere le foglie o le piante intere infestate, se necessario, per prevenire la crescita della popolazione.
  • Sputo – Lo sputo è solitamente identificato dalla massa di uova a forma di saliva che lascia sul lato inferiore delle foglie e intorno agli steli delle piante. I danni sono di solito minimi, quindi il controllo di solito non è necessario. Tuttavia, l’acqua può essere usata per uccidere le larve per tenere sotto controllo le popolazioni.


Partner di impianto


I migliori compagni

Il papavero è un eccellente impollinatore che attira le piante. Come tali, sono piacevoli da piantare dentro e intorno al vostro giardino. Tuttavia, in genere amano crescere nel proprio spazio, in compagnia di altri papaveri o in un’aiuola mista.


I peggiori partner

I papaveri sono spazzini della fertilità con radici primarie. Pertanto, non dovrebbero essere piantate vicino ad altri grandi spazzini come i quarti di agnello, le carote, le pastinache o le patate. Inoltre, dal momento che possono essere un po’ aggressivi nella loro ricerca di sostanze nutritive, si potrebbe non volerli piantare in un letto di verdure come regola generale.


Raccolta e stoccaggio

Uno sfiato aperto per il papavero permette ai semi di diffondersi.

I baccelli di semi sono pronti per essere raccolti quando il coperchio a forma di stella sulla parte superiore del baccello inizia a separarsi dalla parte del contenitore. A questo punto è possibile versare i semi attraverso le aperture sotto il coperchio nel contenitore.

Se siete preoccupati per l’autosemina o la muffa in caso di pioggia, potete raccogliere i baccelli non appena smettono di essere verdi e mostrano segni di oscuramento. Appendeteli a testa in giù in un sacchetto di carta fino a quando i semi non cadono nel sacchetto.

Lasciare asciugare i semi per qualche giorno prima di chiudere il contenitore.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *