Suggerimenti

Parassiti e malattie dei tulipani: [rilevamento, cause e soluzioni]

I tulipani sono considerati uno dei fiori più belli per decorare l’ambiente , grazie alla loro forma e ai loro molteplici colori.

Per questo motivo molte persone scelgono questi fiori per abbellire il proprio giardino e decorare l’interno delle proprie case.

Tuttavia, la sua bellezza può essere seriamente compromessa da alcuni parassiti e malattie , che richiedono molta attenzione.

A pensarci bene, abbiamo raccolto una buona quantità di informazioni in modo che possiate essere avvisati e mantenere sempre la bellezza dei vostri tulipani.

afidi

Considerato uno dei parassiti più comuni su piante di vario tipo, gli afidi compaiono solitamente durante la primavera .

Sono notevolmente adattabili a diversi media, quindi possono essere presentati sia all’aperto che in serra.

In genere colpiscono solitamente sia i tulipani adulti che i loro bulbi , nutrendosi dei teneri germogli e deformandoli.

Tuttavia, questo parassita può causare anche danni indiretti, poiché sono trasmettitori di virus, causando gravi danni ai tulipani. In questo caso è bene adottare adeguate misure preventive, evitando che gli afidi vengano a contatto con la pianta .

Per questo si consiglia l’uso di insetticidi , sia per evitarne la comparsa, sia per eliminarli se presenti. Tieni presente che, con l’utilizzo di questi prodotti, non sarà necessario impregnarli completamente, basta spruzzare la pianta .

Lumache e lumache

Un altro parassita molto diffuso è quello delle lumache e delle lumache , anche se in genere sono facilmente riconoscibili per le tracce di bava che lasciano sulla pianta .

Il suo principale effetto negativo è che vengono mangiate diverse parti della pianta e possono creare problemi con la nutrizione del terreno.

Sono piccoli insetti con una riproduzione abbastanza accelerata, quindi è consigliabile controllare il parassita non appena se ne accorge In questo caso è possibile utilizzare alcuni prodotti come i granuli di esca , realizzati appositamente per questo tipo di parassiti.

Inoltre, l’insetticida può funzionare correttamente, eliminando ogni traccia di questi insetti indesiderati. Infine, se non si desidera utilizzare prodotti chimici, è possibile rimuoverli manualmente dall’impianto , anche se questo di solito richiede più tempo e non è altrettanto efficace.

ragno rosso

In generale, il ragnetto prospera in condizioni di bassa umidità e alte temperature , con meno del 50% e circa 25 ºC.

Il suo aspetto provoca lesioni importanti nelle piante, come macchie gialle sulla parte superiore delle foglie , che all’inizio non sono molto evidenti.

Nel tempo, queste macchie diventano marroni e si arricciano, facendole sembrare polverose e malsane Tutto questo processo si conclude con l’essiccazione delle foglie e la loro caduta, rendendo completamente visibile la malattia della pianta.

Tuttavia, può essere visualizzato, poiché gli acari di ragno di solito lasciano sottili ragnatele attorno alle foglie colpite In questo senso, uno dei rimedi che puoi usare è aumentare l’umidità in tutta la zona.

Ciò consente di evitarne la diffusione, sebbene non sia in grado di garantire, da solo, la scomparsa del parassita. Se la peste è molto grave, è meglio utilizzare prodotti chimici che ne neutralizzino l’azione e lo sviluppo , favorendone la salute.

Si può contare anche sul controllo biologico, attraverso l’uso di un acaro predatore noto come Phytoseiulus persimilisQuesto acaro è ampiamente utilizzato per la scomparsa del ragnetto rosso in diverse colture e può funzionare molto bene in combinazione con prodotti chimici.

viaggi

I tripidi causano macchie biancastre sulle foglie, hanno un aspetto argenteo plumbeo facilmente riconoscibile.

Allo stesso modo, è abbastanza tipico che queste macchie siano circondate da punti neri , essendo questi gli escrementi della peste.

Una delle migliori azioni che si possono intraprendere contro questi tipi di parassiti è la prevenzione, poiché possono essere difficili da controllare. Queste azioni includono trappole blu appiccicose , eliminazione delle erbacce , uso di reti antiscoppio, tra le altre.

In caso di peste si può ricorrere a elementi biologici come Amblyseius swirskii  o  Orius , che possono essere efficaci. Allo stesso modo, esistono forme di eradicazione chimica, molto funzionali e specifiche per i tripidi .

Fuoco di tulipano

Questa è la malattia più frequente e grave che può soffrire un tulipano , poiché influenza direttamente il suo sviluppo.

In generale si tratta di una condizione che è favorita dalla presenza di alte temperature ed elevata umidità .

Oltre a provocare deformazioni nelle foglie della pianta, può anche creare macchie grigie circolari su foglie e fiori. Tuttavia, la più grande preoccupazione per questa malattia è che tende a diffondersi rapidamente da una pianta all’altra.

Si trasmette attraverso bulbi infetti, pacciame, vento e pioggia , quindi bisogna stare molto attenti alle sue condizioni. Per questo motivo, è essenziale prendersi il tempo necessario per disinfettare ciascuno dei bulbi prima del reimpianto.

Allo stesso modo, non riutilizzare le imbottiture, poiché potrebbero essere contaminate o creare ambienti in cui può svilupparsi la malattia. Infine, ricorda sempre di spruzzare preventivamente dal momento della germinazione fino alla fioritura.

Fusariosi

Un’altra delle malattie più comuni e gravi che possono soffrire i tulipani. I suoi sintomi sono caratterizzati da bulbi e radici secche e da un marciume bruno-rossastro .

Questo fa sì che la pianta perda vigore ed infine appassisca a poco a poco, presentando clorosi anche sulle foglie. 

È importante che vengano effettuate azioni preventive come la rotazione delle colture , la disinfezione del bulbo e un buon drenaggio del suolo Tutto ciò riduce al minimo le possibilità di presentare la malattia, sebbene non garantisca una protezione completa da essa. 

In generale, a causa del gran numero di specie di tulipani esistenti, si può dire che i loro parassiti e malattie sono molti. Tuttavia, per gli amanti di questo tipo di pianta è importante avere una guida che ne specifichi le condizioni principali

In questo modo, potrai sapere come agire in ogni caso, migliorando la salute e la bellezza dei tuoi tulipani sia indoor che outdoor .

  • Quando coltivare i tulipani: [temperatura ed emisfero]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.