Suggerimenti

Trapianto Romero: [Passi da seguire e dati da tenere in considerazione]

Punti importanti durante il trapianto di rosmarino
  • Dove seminare? : In piena luce. Ha bisogno di molta luce solare.
  • Quando? : In tarda primavera e all’inizio dell’estate.
  • Come prepariamo il terreno?: Rimosso, eliminando le erbacce . Con substrato di muschio di torba e sabbia grossolana.
  • Come innaffiamo?: Con gocciolamento .
  • Con quale frequenza annaffiamo?: In estate ogni 1 o 2 settimane. Non innaffiare nella stagione delle piogge.
  • Piaghe e malattie? : Resistente. Possono comparire cocciniglie, acari, cocciniglie o squame.

Il rosmarino , Rosmarinus officinalis , è una pianta arbustiva, aromatica e legnosa relativamente facile da coltivare, che la rende una buona scelta per qualsiasi giardino o frutteto domestico. Può essere annuale (dura solo un anno) o anche perenne (durata 3 o più anni).

Ha fiori bianchi, viola o blu e foglie profumate e coriacee, che sembrano aghi di pino. È un membro della famiglia delle Lamiaceae, che comprende molte altre piante ( basilico , lavanda , salvia ). Il rosmarino è una pianta che attrae le api, poiché si godono il suo polline.

Passi da seguire per trapiantare il rosmarino

La coltivazione del rosmarino può essere avviata da semi o talee. In generale, l’uso dei semi è difficile per un principiante e ne vale la pena solo su larga scala.

È preferibile coltivarlo per talea, piuttosto che per semina, ma si possono acquistare anche piantine, nel caso non si voglia propagarle per talea.

Sebbene il seme sia accessibile ed economico, solo il 15% germina normalmente. I passaggi che devono essere seguiti per trapiantare il rosmarino sono molto semplici:

  1. tagliare un taglio di circa 10 cm (4 pollici) da allargare.
  2. Una volta tagliate, rimuovi le foglie situate nella sezione più bassa della talea (a circa 2,5 cm o 1 pollice dall’estremità dello stelo). Questa parte della pianta andrà nel terreno .
  3. Mettere ogni talea in un vasetto con due terzi di sabbia grossolana e un terzo di muschio di torba (sfagno).
  4. Metti il ​​vaso in un luogo soleggiato, ma non alla luce diretta del sole.
  5. Innaffia regolarmente la talea e tienila in un luogo caldo fino alla formazione delle radici, che richiederà circa 3 settimane.
  6. Per aiutare le talee a germogliare, l’intero vaso può essere riposto in un sacchetto con dei fori nella parte superiore. Questo regolerà la temperatura e manterrà l’ambiente di taglio umido e caldo.
  7. Immergi le punte delle talee di rosmarino negli ormoni radicanti in polvere per accelerare la loro crescita.

Dati importanti da tenere a mente quando si trapianta il rosmarino

Cura

Il rosmarino, come molte altre piante aromatiche, non è una pianta che richiede molte cure.

Cresce su tutti i tipi di terreni, preferibilmente aridi, asciutti, alquanto sabbiosi e permeabili, adattandosi molto bene ai terreni poveri. Cresce nelle zone costiere e di bassa montagna.

È ora di coltivarlo

Il periodo migliore per coltivarla è la tarda primavera , ma nella stagione calda si può fare anche all’inizio dell’autunno . Le piante di rosmarino possono essere raccolte più volte in una stagione, ma è necessario consentire loro di rigenerare la loro crescita tra i raccolti.

Fertilizzante

Il rosmarino ha raramente bisogno di fertilizzante. Ma se la crescita è lenta o la pianta appare rachitica o giallo pallido, il fertilizzante per tutti gli usi dovrebbe essere applicato una volta in primavera prima che emergano nuovi germogli. Evita di applicare il fertilizzante direttamente sulla pianta perché può bruciare.

Irrigazione

Il rosmarino non è esigente in relazione all’irrigazione. Idealmente, annaffiare ogni 1 o 2 settimane, a seconda delle dimensioni della pianta e delle condizioni meteorologiche.

Nelle zone piovose o con climi umidi la pianta non va annaffiata, solo nella stagione secca. Tra ogni irrigazione, si consiglia di lasciare asciugare le piante di rosmarino.

parassiti

È una pianta molto resistente ai parassiti. Se compaiono acari, cocciniglie o squame, puoi usare qualsiasi insetticida organico o inorganico. Se escono le cocciniglie , spruzzare le piante con acqua, sapone di peitter o un insetticida a base di sapone .

Ingrediente nei pasti

Le caratteristiche del rosmarino, il sapore pungente e l’aroma di pino lo rendono un ingrediente popolare nei pasti. Le varietà verticali sono le migliori, sia per uso fresco che secco.

Il rosmarino al profumo di pino è il migliore per cucinare grazie al suo ottimo sapore e alle foglie morbide. In cucina vengono utilizzate anche le varietà “Blue Boy”, “Spice Island” e rosmarino bianco.

tagli

I ritagli possono essere utilizzati freschi o essiccati per un uso successivo. Le talee fresche conservano il loro miglior sapore da 2 a 7 giorni in frigorifero.

Conservazione

Per conservare il rosmarino per periodi più lunghi, si consiglia di appenderli a mazzetti ad asciugare.

Uso ornamentale

Il rosmarino “Arp”, “Dancing Waters”, “Golden Rain”, “Pink” e le varietà bianche sono spesso utilizzate come piante ornamentali .

Bibliografia e riferimenti

  • Obón de Castro, Concepción. (1991). Le piante medicinali della nostra regione. Editore regionale di Murcia. Murcia-Spagna.
  • Buczacki, Stefan. (1999). Erbe da giardino. Edizioni AKAL. Madrid, Spagna.
  • Álvarez-Herrera, Javier Giovanni; Lusardo Rodríguez, Santos; Chacon, Edinson. (2007). Effetto di diverse dimensioni di taglio e substrati sulla propagazione del rosmarino (Rosmarinus officinalis L.) . Rivista di agronomia colombiana. Università Nazionale della Colombia. Bogotà Colombia. Riprodotto da: http://www.redalyc.org/articulo.oa?id=180320296004
  • Álvarez-Herrera, Javier Giovanni; Balaguera-López, Helber Enrique; Chacon Pardo, Edinson. (2010). Effetto dell’applicazione di vari fogli e frequenze di irrigazione sulla propagazione del rosmarino (Rosmarinus officinalis L.). Rivista di ingegneria e ricerca. Università Nazionale della Colombia. Bogotà Colombia. Riprodotto da:  https://www.redalyc.org/pdf/643/64312498016.pdf

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *