Suggerimenti

Cura della decolorazione del cissus o della pianta di Ciso

Circa 300 specie di piante rampicanti originarie dell’Africa tropicale, Asia, Australia, Nuova Guinea e America formano il genere Cissus , della famiglia Vitaceae . Alcune specie del genere sono Cissus discoloris, Cissus antarctica, Cissus rhombifolia, Cissus sicyoides, Cissus striata.

È conosciuta con i nomi comuni di Ciso o Begonia. Proviene dalle foreste tropicali di Giava e del sud-est asiatico.

Sono piante erbacee perenni con sottili steli rossastri che raggiungono i 2 metri di lunghezza. Le più attraenti sono le foglie ovali e oblunghe , un po’ vellutate, di colore verde intenso con macchie argentee nella parte superiore e rossastre nella parte inferiore. I fiori sono verdastri, piccoli e di nessun interesse ornamentale. Fioriscono dalla tarda primavera all’inizio dell’estate. Producono piccole bacche nere.

Queste piante a crescita rapida e piuttosto delicate vengono utilizzate in serra o come piante da appartamento. Se il tempo lo permette, vengono utilizzati come copertura del terreno nelle aree ombreggiate del giardino.

Il Ciso può essere coltivato al sole o all’ombra filtrato o setacciato . Si tratta di piante tropicali che non amano le temperature inferiori ai 10ºC.

Il terreno deve essere ben drenato e contenere abbondante materia organica per la quale si può preparare una miscela, nelle stesse proporzioni, di torba, lettiera di foglie e sabbia. L’invasatura viene effettuata all’inizio della primavera.

Acqua , con acqua priva di calcare, regolarmente, in modo che il terreno non si asciughi completamente, tranne che in inverno, quando aspettiamo che si asciughi prima di annaffiare di nuovo. È molto importante avere un’elevata umidità ambientale per la quale la pianta deve essere spruzzata spesso, soprattutto in estate.

Concimare con un concime minerale per piante di casa ogni 20 giorni in primavera e in estate.

Essi vengono potati dopo la fioritura per dare loro un aspetto più compatto e controllare la loro crescita. Se la pianta diventa debole o antiestetica, può essere potata drasticamente quasi alla base.

Sono suscettibili all’attacco di afidi , insetti scaglie e acari del ragno rosso specialmente se l’umidità dell’aria è bassa.

Essi vengono moltiplicati per talee o per divisione in primavera.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.