Suggerimenti

Cura della pianta di Hemerocallis o Giglio giallo

Il nome scientifico Hemerocallis deriva dal greco “hemera”=”giorno” e “kallos”=”bellezza”, cioè la bellezza di un giorno. I fiori di Hemerocallis si aprono al mattino e sbiadiscono la sera. In Cina e in Giappone, le corolle essiccate sono utilizzate per aromatizzare gli alimenti in quanto considerate ad alto valore nutrizionale.

Appartiene alla famiglia Liliaceae . I suoi nomi comuni: dayflower, giglio giallo, giglio turco.

.

Genere composto da circa 20 specie di piante perenni della regione che si estende dall’Asia centrale all’Europa centrale. Le specie più comuni sono : Hemerocallis citrina, Hemerocallis fulva, Hemerocallis middendorffii, Hemerocallis nana;, Hemerocallis thumbergii.

Il giglio giallo è una pianta erbacea con radici rizomatose simili a certe specie dei generi Hosta e Phormium. Le foglie sono strette e lunghe. L’altezza varia tra i 3080 cm. Gli ibridi superano queste dimensioni. I fiori sono grandi e raggruppati in grappoli. Simile nell’aspetto al giglio, il loro parente più prossimo. Il colore varia dal giallo all’arancione. Fiorisce dalla tarda primavera all’autunno, a seconda della specie.

Si usa come gruppi isolati, confini. Può essere coltivata anche in vaso. È una pianta che si presta molto bene ad essere collocata in zone umide del giardino, anche ai bordi di stagni e fontane. Può essere al sole o all’ombra.

Terreno da giardino normale. Può vivere in qualsiasi tipo di terreno , ma è più efficace nei terreni ricchi di letame che trattengono bene l’umidità. Un fertilizzante minerale miscelato con acqua migliorerà la fioritura.

La semina avviene in autunno o in primavera. Bisogna tener conto del fatto che hanno bisogno di molto spazio perché si diffondono rapidamente e possono annegare altre specie nelle vicinanze.

Raramente sono attaccati dai più comuni parassiti e malattie.

I gigli gialli si riproducono dividendo il cespuglio in primavera o in autunno; queste piante impiegano dai 4 ai 5 anni per fiorire. I rizomi non hanno bisogno di essere scavati e si moltiplicano in abbondanza, così l’aiuola diventa sempre più grande.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *