Suggerimenti

Daisy Care: [sporco, umidità, potatura e problemi]

Quali sono le caratteristiche delle margherite?

La Margherita è una pianta arbustiva con fusti legnosi che misura dai 30 cm a 1 metro di altezza circa.

Produce fiori di sublime bellezza tra i più apprezzati al mondo. Di colori ce ne sono tanti, ma il più desiderato è quello con i petali bianchi.

A causa del modo in cui si è diffuso in tutto il pianeta, è molto difficile determinarne l’origine specifica.

Anche se è noto che proviene dall’Europa. È una pianta di fiori da interno ed esterno e si ricercano composizioni per regali, decorazioni e giardinaggio come accade con altre piante.

È ricercato anche per le sue proprietà curative e culinarie, poiché, in questo caso, le sue foglie dal sapore dolce vengono utilizzate nelle insalate, abbinate a tarassaco e finocchio.

I suoi fiori vengono utilizzati per gli infusi, in quanto si ritiene che siano molto digestivi e combattono i parassiti che si annidano nell’intestino, purificano il fegato ei reni e sono diuretici e lassativi.

In Spagna, la più nota delle margherite è il Chysanthemum frutescens delle Isole Canarie, con fiori da 3 a 5 cm di diametro che sono speciali da regalare a quelle persone a cui vogliamo mostrare i nostri sentimenti più profondi di amicizia, familiarità o di amore.

Ogni dono di margherite ha un significato speciale, e in quanto la margherita bianca prende gli onori, poiché servono per annunciare la gioia alla nascita di un nuovo membro della famiglia, mostrare affetto per il compleanno di una persona stimata e soprattutto per esprimere amore puro e sincero al nostro partner.

È anche comune sbucciarlo per soddisfare le esigenze di un amore ostinato e resistente , “mi ama, non mi ama…” In ogni caso, un mazzo di margherite è una dimostrazione di buon gusto da parte della persona che lo concede e l’accoglienza amorosa di chi lo riceve.

In casa, le margherite sono una decorazione invidiabile, che sia in soggiorno, in terrazza, sul balcone o in giardino, perché la loro bellezza immacolata non passa inosservata a nessuno.

Che bisogno di terra hanno le margherite?

La Margherita necessita di terreno sciolto, con sabbia, in giardino o in vaso, ma in ogni caso deve esserci un buon drenaggio. Si consiglia di seminare in primavera o tarda estate per seme o riprodurla per divisione in autunno .

Possiamo farlo in un piccolo vaso , per poi trapiantarlo in giardino o in una fioriera da terrazzo quando raggiunge i 15 cm di altezza.

La semina non richiede molti problemi di seme o talea; Dobbiamo semplicemente scavare una buca abbastanza profonda, avendo cura di distanziare le piante di 20 cm l’una dall’altra.

Per ottenere fiori dalla splendida colorazione durante tutto l’anno, è fondamentale concimare il terreno con uno specifico concime bilanciato durante tutto il processo di fioritura.

A volte il fusto tende a crescere poco e a non rimanere dritto, quindi è necessario dotarlo di un’asta per sostenerlo, legata con filo sottile o una corda, per garantirne la rettilineità.

Come far crescere le margherite forti e vigorose?

Le margherite sono piante primaverili , che, come detto, è il momento ideale per piantarle. Per renderli forti e fornire loro la bellezza di cui hanno bisogno, dobbiamo proteggerli all’estremo dando loro le cure di cui hanno bisogno.

Uno di questi è la necessità del sole, quindi al chiuso dobbiamo posizionarlo in un luogo della casa in cui ci assicuriamo che sia immerso nella luce del sole per diverse ore al giorno.

Ma attenzione! Dobbiamo fare in modo che il sole non lo colpisca direttamente perché potrebbe bruciarne foglie e fiori, anche se è possibile tenerlo anche in mezz’ombra perché si adatta molto bene a diversi ambienti, perché, essendo fiori perenni , le margherite resistere a temperature estreme, anche al gelo.

Tuttavia, la temperatura ideale è tra i 15°C ei 25°C, cioè è una pianta dal clima piuttosto temperato.

Di quanta umidità hanno bisogno le margherite?

La margherita non necessita di ambienti molto umidi o molto secchi. Quelle molto umide causano disturbi e quelle molto secche appassiscono le foglie ei fiori.

Ad esempio può capitare che i fiori durino pochissimo a causa del caldo intenso, nel qual caso bisognerà spostare la pianta in un luogo meno soleggiato o più fresco.

Per innaffiare bisogna seguire le indicazioni degli esperti in questo tipo di piante. Innaffia frequentemente quando fa caldo, soprattutto quando la temperatura aumenta. Per fare questo dobbiamo aspettare che la terra si asciughi tra le annaffiature.

Ma in generale le annaffiature consigliate sono le seguenti: in estate annaffiature regolari, due o tre volte alla settimana, e in inverno ogni quindici giorni, cercando di evitare allagamenti, che in questo caso possono marcire le radici, condannando la pianta a una morte prematura.

È necessario potare le margherite?

Le margherite devono essere potate per garantire l’eleganza e lo sviluppo dei fiori, eliminando i fiori appassiti e le foglie morte e gialle, così come lo sviluppo dello stelo.

Quando dovremmo potare le margherite?

Poiché le margherite fioriscono in primavera, i loro semi germogliano rapidamente sotto le piogge e si riempiono di fiori, quindi dovrebbero essere potati in estate per stimolare una nuova fioritura.

Si consiglia inoltre di potarli prima dell’inverno per eliminare i fiori morti e favorire la salute della pianta nella fioritura primaverile.

In questo senso, dobbiamo eliminare le parti morte non appena ci rendiamo conto del problema; gli steli e le foglie morte sono generalmente di colore scuro, e bisogna tagliarli uno ad uno con le forbici o con le dita.

Dobbiamo eliminare i gambi e le foglie gialle appassite e potare i gambi lasciandoli lunghi 10 cm, in modo che quando continueranno a crescere e i fiori sbocceranno di nuovo, saranno tutti della stessa altezza. Dopo la potatura, la crescita avverrà in circa 20 giorni.

Come evitare parassiti e malattie delle margherite?

Poiché le margherite sono piante resistenti, dobbiamo essere consapevoli dell’attacco di parassiti, come afidi o lumache, problema che risolveremo con insetticidi acquistati nei fioristi.

Ma, in più, possono subire una serie di inconvenienti durante il loro sviluppo, come i fiori appassiti, a causa della mancanza d’acqua, nel qual caso dobbiamo assicurarci di annaffiare adeguatamente, senza allagare la terra o il vaso per i motivi descritti al di sopra della putrefazione delle sue radici.

Forse ti interessano anche:
  • Talee di margherita: [Innesto, stagione, radicamento e semina]
  • Potatura a margherita: [Importanza, tempo, considerazioni e passaggi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *