Suggerimenti

Cura della pianta Euphorbia mammillaris o pannocchia di mais

Il genere Euphorbia appartiene alla famiglia Euphorbiaceae ed è composto da circa 2000 specie di piante simili a cactus , piante erbacee e arbusti o piccoli alberi.

Riceve il nome comune di Pannocchia di Mais. Viene dalla Provincia del Capo in Sudafrica.

Si tratta di piante succulente cactus con fusti corti, ramificati, di colore verde scuro, che di solito non superano i 40 cm di altezza. Hanno da 7 a 17 costole con tuberi a file che ricordano una spiga di grano. Possono produrre piccole foglie che durano solo poco tempo sulla pianta e poche spine. I fiori sono piccoli e non hanno alcun valore ornamentale. Possono fiorire da fine inverno a inizio estate.

Per le sue piccole dimensioni e la facilità di coltivazione, è generalmente utilizzato in vasi da fiori e fioriere per patii, terrazze, interni e serre. Nelle zone libere dal gelo, può essere coltivata su giardini rocciosi.

L’euforbia mammillaris può vivere in esposizione alla luce diretta del sole o alla penombra e può tollerare bene il calore dell’estate mediterranea ma non il freddo sotto gli 8ºC.

Il terreno dovrebbe drenare perfettamente per il quale possiamo utilizzare un substrato di cactus commerciale al quale aggiungeremo una buona manciata di sabbia grossolana. Generalmente vengono trapiantati in primavera ogni 2 o 3 anni in un vaso “grande” più grande.

Acqua regolarmente in primavera ed estate, sempre in attesa che il terreno sia asciutto (sono molto resistenti alla siccità). In autunno si riduce l’irrigazione e in inverno la si sospende.

Essi beneficiano di un fertilizzante mensile a base di fertilizzanti minerali per il catino da metà primavera a metà estate.

In primavera, i rami che si sono seccati possono essere potati .

Il suo peggior nemico è l’eccesso di umidità che può causare rapidamente il marciume della pianta.

La propagazione da talee precedentemente essiccate per 4-5 giorni in un luogo asciutto e ombreggiato dà generalmente buoni risultati. Le mani devono essere protette dal lattice irritante che producono.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *