Suggerimenti

Anemia: i 10 alimenti con il più alto contenuto di ferro

L’anemia sideropenica è molto comune, soprattutto tra le donne.

Di tutti i tipi di anemia, l’anemia sideropenica è la più comune nella popolazione. Questo tipo di anemia si verifica perché quando il nostro corpo non ha abbastanza ferro per produrre globuli rossi, c’è una mancanza di ossigeno nei tessuti e nelle cellule del nostro corpo, poiché i globuli rossi sono quelli che distribuiscono l’ossigeno in tutto il nostro corpo .

Importanza degli alimenti con ferro

Il ferro è un elemento essenziale per tutti gli organismi viventi. È uno degli oligoelementi, costituenti inorganici in piccole quantità che il corpo umano non è in grado di sintetizzare, motivo per cui devono essere ottenuti attraverso la dieta.

Il ferro è essenziale per lo sviluppo delle funzioni vitali, come l’ossigenazione, e ha un ruolo molto prezioso nella crescita.

L’assorbimento e la concentrazione del ferro devono essere regolati, se la quantità di ferro è bassa si verifica anemia sideropenica e se è in eccesso si accumula e provoca danni agli organi per siderosi .

Il contenuto totale di ferro in un adulto normale è compreso tra 3,5 e 5 g, con uno stato nutrizionale ottimale, circa il 65% si trova come parte dell’emoglobina . La sintesi dell’emoglobina richiede ferro, ed esistono molteplici meccanismi attraverso i quali si manifestano sintomi di carenza o eccesso di ferro .

Disturbi del metabolismo

Quando vi è un assorbimento di ferro che eccede il fabbisogno dell’organismo, e poiché l’organismo è fisiologicamente sprovvisto di un meccanismo per l’escrezione di tale eccesso, si può verificare l’accumulo del metallo, causando danni agli organi.

Le manifestazioni tossiche del sovraccarico di ferro dipendono in gran parte dalla velocità di accumulo e dall’entità dell’eccesso, ma l’organo responsabile della risposta è principalmente il fegato. Secernerà un ormone proteico che controlla i livelli.

La forma più comune di sovraccarico di ferro è ereditaria, coinvolge individui in cui l’assorbimento avviene due o tre volte più del normale. I depositi si trovano nelle cellule del fegato, cuore, pancreas, ghiandola pituitaria e paratiroide, in conseguenza delle quali le persone sviluppano epatomegalia con fibrosi e cirrosi, cardiomiopatie ed endocrinopatie come diabete mellito, ipopituitarismo, ipogonadismo e ipoparatiroidismo .

La carenza di ferro si manifesta invece quando i fabbisogni dell’organismo superano gli apporti, per i quali esistono limitazioni nella sintesi di composti fisiologicamente attivi, ad esempio quando il ferro incorporato è insufficiente per la sintesi dell’emoglobina, anemia di tipo sideropenico .

L’organismo dispone di meccanismi per regolarlo ricorrendo a riserve associate a ferritina ed emosiderina , ma se il bilancio negativo persiste, finirà per esaurirsi.

Le principali cause di carenza di ferro sono:

  • Perdita di sangue e mestruazioni o mestruazioni molto abbondanti
  • Aumento della domanda (per gravidanza)
  • Scarso assorbimento dovuto a patologie gastrointestinali
  • Dieta inadeguata, che può essere sia povera di ferro sia superata negli inibitori dell’assorbimento del ferro.

Di quale quantità giornaliera di ferro abbiamo bisogno?

Qui puoi vedere una tabella con la dose giornaliera raccomandata (RDI) o la dose giornaliera raccomandata (RDA) di ferro:

Anemia e gravidanza

L’anemia sideropenica è una diminuzione della concentrazione di emoglobina ei sintomi dipendono dalla velocità di insorgenza dell’anemia.

La perdita acuta del 30% porta allo shock e deve essere trattata prontamente. Ma, quando l’anemia si manifesta lentamente, è evidente in sintomi come pelle e mucose pallide, accelerazione della frequenza respiratoria e cardiaca, aumento della gittata cardiaca e deviazione del flusso sanguigno verso organi e tessuti vitali .

L’anemia è una grave complicanza che può comparire durante la gravidanza ed è associata a bambini di basso peso alla nascita, prematurità, morte fetale o perinatale e mortalità materna.

È importante notare che i fattori responsabili dell’anemia durante la gravidanza esistono in precedenza. Ciò è principalmente influenzato da mestruazioni abbondanti e diete a basso contenuto di ferro, o parassiti intestinali che ostacolano l’assorbimento di questo oligoelemento.

La gravidanza e il parto rappresentano un drenaggio compreso tra 725 e 825 mg delle riserve della madre. Se ci sono poche riserve di ferro prima dell’inizio della gravidanza, il corpo dovrà prima sostituire le perdite ed espandere la massa dei globuli rossi, al fine di soddisfare le esigenze del feto e della placenta.

L’assunzione di cibi ricchi di ferro tra i 4 ei 6 mesi di età è fondamentale.

.

Come ottenere il massimo dal ferro dal cibo

Il ferro negli alimenti si presenta in due forme: eme e non eme.

Il ferro eme si trova nei prodotti a base di carne (frattaglie, pesce, pollame e prodotti a base di sangue, come i budini), l’assorbimento è compreso tra il 25 e il 35%.

Il ferro non eme serve agli alimenti vegetali (legumi, cereali, verdure a foglia verde, semi, noci), uova e latte vaccino. Il ferro non eme viene assorbito tra l’1 e il 10% a seconda della combinazione di questi prodotti con altri.

I potenziali alimenti che inibiscono l’assorbimento del ferro non eme , per cui non dovrebbero essere combinati nello stesso pasto, sono i cereali, la crusca di frumento e il latte. Inoltre e caffè diminuiscono l’assorbimento del ferro.

Tuttavia, gli alimenti da abbinare a quelli che contengono ferro non eme sono quelli ricchi di vitamina C , presente in frutta, verdura e verdura, in quanto in grado di aumentare l’assorbimento del ferro (tra questi, peperone o peperoncino , kiwi , arancia e limone ).

Ci sono alcune chiavi da considerare quando si tratta di mangiare la carne, lo scongelamento va fatto in frigorifero o in frigorifero, mai in acqua calda oa temperatura ambiente, in quanto questo perderà il ferro. E, come per i latticini, è preferibile consumare latte, formaggio e yogurt a merenda oa metà mattinata, fuori dai pasti principali.

I 10 cibi più ricchi di ferro

Questi sono gli alimenti con il più alto contenuto di ferro per 100 grammi di cibo:

  • Fegato di maiale (29,1 mg)
  • Rene di manzo (13 mg)
  • Sesamo o semi di sesamo (10 mg)
  • Fegato di pollo (8,5 mg)
  • Fegato di manzo (7,5 mg)
  • Rene di maiale (6,6 mg)
  • Prezzemolo (6,2 mg)
  • Cuore di manzo (5,9 mg)
  • Legumi (2,2 mg)
  • Verdure a foglia verde (2 mg).

L’anemia da carenza di ferro ha diverse fasi e i sintomi potrebbero non essere chiari dal primo momento in cui compaiono. È meglio prevenire la carenza di ferro considerando i modi migliori per incorporare il ferro e facilitarne l’assorbimento.

Includi un pezzo di frutta di stagione come dessert nei tuoi pasti, che si tratti di arancia, melone, melograno, prugna, guava, pera, ecc. Aggiungi anche le insalate ai pasti e condisci con succo di limone naturale.

Ricordate, invece, di tenere il più possibile lontano dai pasti bevande come tè e caffè, poiché diminuiscono l’assorbimento del ferro.

fonti

  • Omeostasi del ferro. Meccanismi di assorbimento, captazione cellulare e regolazione. Laboratorio Analisi Biologiche, Dipartimento di Chimica Biologica. Facoltà di Scienze Esatte e Naturali. Università di Buenos Aires. 2005
  • Medicina generale completa. Problemi più frequenti nel sistema emolinfopoietico. Capitolo 110 Parte XXVIII Anemia. Lilia González Cárdenas, Jesús Serrano Mirabal e Alina Segredo Pérez, Scuola Nazionale di Sanità Pubblica, L’Avana, Cuba. 2014
  • Aspetti importanti della Moringa Oleifera : Un’alternativa per trattare l’anemia sideropenica. Rafael Canett Romero, Victor Hugo Dominguez Corrales, Geobanni Torres Montaño. Journal of Biological and Health Sciences, Università di Sonora, Messico. 2015.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.