Suggerimenti

Nemici naturali dei parassiti del giardino: guida completa

I nemici naturali dei parassiti  sono organismi che si nutrono o vivono di insetti dannosi che ne causano la morte. Il controllo biologico è l’uso di questi insetti o microrganismi benefici per controllare i parassiti in modo ecologico .

Quali sono i nemici naturali dei parassiti?

Nell’agricoltura biologica , questi organismi o nemici naturali sono comunemente usati come agenti di controllo dei parassiti ,  regolando le loro popolazioni nelle colture. Come abbiamo detto all’inizio, questa tecnica ecologica è nota come lotta biologica o lotta biologica contro i parassiti .

Esiste una stretta relazione tra la popolazione di nemici naturali e il parassita che consente loro di interagire e mantenere in equilibrio i livelli di entrambe le popolazioni all’interno dell’agroecosistema. A volte i livelli di popolazione del nemico naturale necessari per tenere a bada i parassiti sono molto bassi. Inoltre, possono diventare molto specifici, in modo tale da colpire solo la specie bersaglio, in questo caso il parassita e, quindi, non attaccare le specie benefiche. Le specie di nemici naturali che soddisfano queste due caratteristiche sono ideali per il controllo biologico.

Quando parliamo di nemici naturali in agricoltura ci riferiamo principalmente a insetti, funghi e batteri , che servono a controllare, soprattutto, insetti nocivi e acari. Tuttavia, alcuni nemici naturali contro le malattie possono essere applicati anche utilizzando funghi e batteri antagonisti o insetti micofagi , cioè insetti che si nutrono di funghi patogeni.

Classificazione dei nemici naturali dei parassiti

predatori

Uccidono la loro preda per nutrirsene. Durante la loro vita cacciano un gran numero di prede. Questa abitudine alimentare di solito si verifica in tutte le fasi del ciclo dell’insetto.

parassiti

Il parassita è uno che dipende dal suo ospite per il cibo, causandogli danni. Tra i due c’è un rapporto intimo. In questo caso, il nemico non provoca la morte diretta dell’ospite, poiché ne ha bisogno per sopravvivere. Al contrario, sono intervenuto provocando una serie di danni che possono portare alla morte a medio o lungo termine.

parassitoidi

Quell’insetto le cui larve si sviluppano all’esterno o all’interno di un altro artropode da cui estrae il cibo per la sua crescita. In questo caso, gli adulti hanno un diverso tipo di dieta. Solo lo stadio larvale si nutre dell’ospite in questione.

La femmina adulta depone le uova sopra o dentro l’ospite, assicurandosi che quando la larva si schiude dall’uovo abbia abbastanza cibo per completare il suo sviluppo. Inizialmente, il danno causato dalle larve del parassitoide all’ospite non è molto evidente. Tuttavia, nel tempo si consuma e muore prima o nel momento in cui la larva raggiunge lo stadio di pupa (bozzolo).

agenti patogeni

Sono parassiti che causano malattie nell’ospite. Tra questi troviamo principalmente funghi, nematodi, batteri e virus. Uno dei più diffusi è il batterio Bacillus Thuringiensis, utilizzato per il controllo biologico di una moltitudine di parassiti dei frutteti.

Esempi di predatori utilizzati nella lotta biologica

ragni

Questi artropodi di solito non sono fitofagi, cioè non si nutrono di piante, ma piuttosto predano insetti, quindi possono aiutarci a combattere i parassiti.

coccinelle

Siamo tutti molto abituati a vederli in frutteti e giardini, ma pochissimi ne conoscono i benefici. Sia le larve che gli adulti sono predatori di afidi, ragno rosso e altri acari, cocciniglie e lepidotteri (farfalle e falene), tra gli altri.

Le coccinelle sono uno degli insetti utili più utili in giardino, ecco perché sul blog ne abbiamo già parlato più volte, abbiamo persino imparato a realizzare un rifugio per coccinelle nel post Come allevare insetti utili in giardino .

forbicine

Anche ampiamente noti, predano principalmente gli insetti da terra. Ad esempio, larve e pupe di mosche, sebbene si nutrano anche di afidi.

Cimici

Alcune specie sono fitoocchiali, ma molte altre sono predatori. Possono predare a vari stadi di sviluppo di afidi, mosche bianche, coleotteri, lepidotteri e tripidi.

Mantide

Con le loro gambe avvincenti cacciano cavallette e locuste per il cibo.

Lacewing e Lacewing

Le loro larve sono molto voraci ed efficaci contro gli afidi, sebbene abbiano una vasta gamma di prede. A differenza delle coccinelle, gli adulti non sono predatori. In questo caso si nutrono di polline, nettare e melassa.

Altri predatori

Fanno parte di questo gruppo di predatori anche tripidi, acari, larve di mosca e vespe di varie specie. Aiutano a mantenere i parassiti a livelli accettabili per il raccolto. Molti di loro sono difficili da osservare in giardino a causa delle loro piccole dimensioni.

Esempi di lotta biologica con parassitoidi

Si tratta principalmente di mosche e vespe molto piccole che depongono le uova su larve di farfalle, falene o afidi . Ad esempio, la specie di vespa  Aphidius matricariae,  può parassitare fino a 40 specie diverse di afidi.

Oltre a combattere i parassiti in modo sostenibile , questi insetti forniscono anche altri benefici come il mantenimento dell’equilibrio ecologico o della biodiversità nell’ecosistema o l’impollinazione delle piante, quindi è molto importante che teniamo conto di questi alleati quando coltiviamo il nostro giardino ecologico .

Se desideri informazioni più utili e preziose su questo argomento del controllo biologico e dei nemici naturali, ti lascio questo dossier molto completo del Ministero dell’agricoltura della Spagna sui nemici dei parassiti e dei pesticidi . Sebbene il documento sia piuttosto vecchio, ci sono informazioni su molti nemici naturali. Ci sono anche informazioni sui prodotti (pesticidi ed erbicidi) che sono meno dannosi per questi insetti molto benefici.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.