Suggerimenti

Monstera: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

La monstera, nota anche come costa di Adamo , è una delle piante più facili da coltivare esistenti perché ha un’elevata capacità di adattamento.

La sua posizione è preferibile all’interno, dove oltre a fungere da fonte naturale di ossigeno, aiuterà con la decorazione.

Trattandosi di una specie dall’aria tropicale, ha la preferenza di molte persone che vogliono godere di un ambiente con queste caratteristiche.

Quali sono le condizioni ideali per far crescere i monstera? È solo l’argomento di cui parleremo in seguito, quindi non perdetelo.

Punti importanti quando si piantano monstera
  • Quando? Tra primavera ed estate .
  • Dove? Preferibilmente al chiuso .
  • Come prepariamo il terreno? Unire il terreno del giardino con letame decomposto.
  • Come dovremmo annaffiare? Con l’aiuto di un annaffiatoio.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? 2 o 3 volte a settimana a seconda del periodo dell’anno.
  • Di che cure hai bisogno? Proteggi le radici aeree che produce, evitando una crescita eccessiva quando pizzichi le punte.
  • Quali parassiti e malattie ha? Ragno rosso , cocciniglia, marciume causato da funghi o batteri.

Quando piantare un mostro?

La semina dei monstera può essere effettuata nel periodo che va dalla primavera all’estate , avendo cura che non siano giornate eccessivamente calde.

Dove piantare un mostro?

La Monstera è una pianta che si usa preferibilmente in casa , quindi non è molto impegnativo intorno al contenitore da usare per farla produrre radici.

Nel caso in cui sia fatto all’aperto, è buona norma scegliere un’area vicino a un albero con un tronco pronunciato che puoi usare come supporto. Inoltre, è importante che sia protetto dalla luce solare diretta, soprattutto durante le giornate estive.

Come preparare il terreno?

Il terreno deve essere adeguato con una buona quantità di nutrienti in modo che la pianta possa prosperare meglio.

Nel caso in cui sia piantato in vaso, è meglio fare una miscela di terriccio da giardino e terriccio speciale con un po’ di materia organica come il letame .

Se è all’aperto, sarà necessario arricchire il terreno del giardino con materia organica come abbastanza letame nella zona prescelta, mescolando con decisione. È meglio eseguire questo processo un paio di settimane prima del trapianto per assicurarsi che i nutrienti siano penetrati nel terreno.

Come innaffiamo i mostri?

L’irrigazione verrà effettuata con l’ausilio di un annaffiatoio da giardinaggio che facilita la regolazione del flusso d’acqua e la corretta direzione.

Questa va orientata verso la base della pianta , evitando di bagnare il fusto, le radici aeree e le foglie in modo che non si verifichino marciumi.

Per quanto riguarda la quantità di acqua, dovrebbe essere moderata , valutando sempre prima lo stato del terreno. Come è logico, in inverno questo flusso d’acqua deve essere ridotto perché il processo di evaporazione dell’acqua sarà più lento e non vogliamo annegare le radici.

Quanto spesso innaffiamo i monstera?

La cosa normale è effettuare da 2 a 3 annaffiature a settimana poiché ad una temperatura media di 20º C la terra impiegherà circa 2 giorni per asciugarsi. Quando arriva la stagione invernale , è meglio ridurre questa frequenza in quanto impiegherà molto più tempo ad asciugare il terreno.

Come seminare monstera passo dopo passo?

Si consiglia di piantare i monstera in un vaso nella prima fase per assicurarsi che generino correttamente le radici Successivamente, se lo decidi, puoi spostarti nell’area prescelta del giardino. Quindi la procedura sarà così:

  1. Scegli una pentola che abbia una capacità di circa 3 litri . Va forato sul fondo per favorire il deflusso del liquido di irrigazione e favorire la crescita delle radici.
  2. Coprire il fondo del vaso con dei sassolini per facilitare il drenaggio dell’acqua di irrigazione.
  3. Riempi il resto del vaso con il terreno selezionato per questo scopo.
  4. Innaffia il substrato per assorbire una buona quantità di umidità prima di seminare i semi.
  5. Distribuisci i semi e conserva il vaso in uno spazio luminoso con umidità relativa. Tra un mese cominceranno a spuntare le prime foglie.

Di che cure ha bisogno il mostro?

Una delle principali considerazioni sui monstera è la cura dei suoi steli quando iniziano ad apparire le radici.

Questi, essendo aerei, possono generare qualche disaccordo in persone che non sono consapevoli del comportamento della specie.

Tuttavia, è importante notare che non devono essere tagliati , ma possono essere pizzicati delicatamente sulle punte per fermare la crescita.

Il monstera di solito non fiorisce all’interno , ma fiorisce all’aperto , dove è in grado di comportarsi come una liana usando tronchi di supporto.

Questa fioritura produce frutti e, a differenza di altre specie vegetali, per funzionare attivamente non ha bisogno del supporto di fertilizzanti. In caso di potatura, va effettuata nelle giornate primaverili.

Quali parassiti e malattie colpiscono i mostri?

Essendo una pianta che cresce preferibilmente indoor, ha pochissime possibilità di essere attaccata da parassiti o malattie.

In ogni caso, ambienti molto secchi possono essere attraenti per parassiti come cocciniglie o acariQuesti saranno facilmente combattuti aumentando l’umidità.

Al contrario, se l’umidità è eccessiva, soprattutto nel caso di annaffiature eccessive o di applicazione di acqua sulle foglie, queste possono ingiallireNon è una malattia in sé, ma è chiaro che è una condizione che va curata per evitare ulteriori danni.

Se la pianta non viene trapiantata nei tempi opportuni e le radici si sentono strette nel vaso dove si trova, le foglie possono diventare scure. Quando ci sono marciumi in una o più aree delle piante, può essere dovuto a malattie fungine o batteriche.

La buona notizia è che esistono diversi rimedi naturali che vengono applicati sulla pianta stessa per migliorarne le condizioni e non generare effetti negativi. Se si tratta di scegliere una pianta nobile per decorare l’interno della casa, l’uso di monstera è uno dei preferiti quando si conoscono tutti i suoi benefici.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.