Suggerimenti

Incenso alla prugna: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

L’idea di potare l’incenso è principalmente finalizzata a controllare la crescita dei suoi rami dopo un ciclo annuale.

Questa bellissima pianta è molto usata in casa, anche se può essere messa in vaso anche su terrazzi o balconi protetti dai raggi solari.

Per le caratteristiche delle sue foglie è solitamente molto appariscente e se ben curato rappresenta un vero e proprio dono ornamentale. La potatura è una delle sue cure di base e qui ti diremo in dettaglio come eseguire questo processo.

Puoi venire con noi?

Perché potare la pianta dell’incenso?

L’obiettivo principale durante la potatura dell’incenso è ridurre la lunghezza dei rami che sono cresciuti durante la stagione. Anche se potrebbe non sembrare subito, la pianta dell’incenso può crescere fino a 2 metri di altezza se non viene prestata attenzione a questa cura.

Inoltre, questa azione incoraggia i rami potati a ricrescere più vigorosamente, il che favorisce l’ aspetto della pianta molto più bella e sana. Se è secca o con parti rovinate, la potatura renderà più facile liberarsi di quelle zone che la rendono brutta e che possono essere porta d’ingresso alle malattie.

Quando è meglio eseguire la potatura dell’incenso?

Per potare la tua pianta di incenso, dovrai aspettare che l’ inverno sia finito e le possibilità di un gelo tardivo siano inesistenti.

Quando uscirà dal riposo vegetativo, la pianta di incenso sarà molto capace di riprendersi rapidamente dalle sue ferite e di ricrescere per continuare ad adornare lo spazio in cui lo hai.

Se vivi in ​​una zona con un clima caldo costante durante tutto l’anno, la potatura sarà possibile in qualsiasi momento. Preferibilmente in autunno .

Quali strumenti dovremmo usare quando potiamo l’incenso?

L’incenso può essere potato con l’aiuto di semplici cesoie da giardino perché l’applicazione del taglio è solitamente molto facile grazie ai suoi rami sottili. Ovviamente è fondamentale che il bordo sia adeguato e che si esegua un processo di disinfezione prima di qualsiasi taglio . Con la farmacia l’alcol è più che sufficiente.

Se vuoi proteggere le tue mani, è un buon piano usare guanti da giardinaggio e persino occhiali per prevenire incidenti con particelle.

Quali considerazioni dobbiamo tenere in considerazione quando potiamo l’incenso?

Potare un incenso è un compito molto semplice se sai come sfruttare le informazioni che ti lasciamo in questo post. In generale si tratta di una pianta con una struttura facile da maneggiare, per cui è possibile osservarla nella sua interezza prima di procedere .

In ogni lavoro di potatura è fondamentale valutare prima lo stato della stessa per definire quale percorso seguire. In questo modo, non effettuerai tagli secondo ciò che pensi in un determinato momento, ma li eseguirai realizzando un obiettivo.

Ciò faciliterà il tuo compito e impedirà al campione di subire danni eccessivi. Qui tieni conto se ci sono parti in cattive condizioni, i rami più lunghi e la forma finale che vuoi ottenere.

Come potare l’incenso senza danneggiare la pianta?

La potatura può essere implementata con la seguente serie di passaggi:

  1. Inizia eliminando tutte quelle parti che hai già visto che erano in cattive condizioni . Ciò corrisponde a una potatura di mantenimento e spesso è necessario eseguirla più volte all’anno. L’idea è che la tua pianta di incenso abbia un aspetto impeccabile, senza foglie o rami appassiti che facciano sembrare brutto il resto della struttura.
  2. Individua i rami più lunghi e decidi per quanto tempo ritieni opportuno che rimangano . Idealmente, dovresti tagliare più o meno la stessa quantità da tutti loro in modo che la pianta appaia equilibrata.
  3. Ridurre i rami che si trovano ai lati per migliorare la struttura della pianta . Questi tendono ad essere quelli che sembrano più disordinati per primi quando la potatura non viene applicata in tempo.
  4. Schiarisci un po’ il centro se le foglie non lasciano entrare la luce. Ricorda che il corretto flusso di luce e ventilazione è molto importante per favorire una buona crescita ed evitare che diventi uno spazio ideale per l’insediamento di funghi o malattie.

È necessario identificare i germogli appena emersi dal centro della pianta in modo da non toccarli con la potatura. È da loro che otterrai una struttura migliore man mano che crescono.

A volte la potatura è il momento ideale per trapiantare l’incenso quando le sue radici sono già troppo grandi. Come ultima raccomandazione, approfitti dei giorni successivi per applicare una concimazione poiché in questo modo la nutrirai e potrà riprendersi con più energia dalle ferite.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.