Suggerimenti

Come piantare barbabietole nel tuo giardino: guida passo passo completa

Le barbabietole (conosciute anche come bietole, bietole, bietole, bietole, bietole bianche, bietole, beteraba e betarava) appartengono alla famiglia delle quenopodeacee e il suo nome scientifico è Beta bulgaris .

Lo sapevate…
Ci sono più di 1.400 specie di questa pianta.

Si distingue per essere un ortaggio dalle molteplici proprietà nutritive e medicinali .

Piantare barbabietole è facile e può essere fatto per la maggior parte dell’anno. Il suo tempo di raccolta è tre mesi circa. 

Se vuoi goderti barbabietole o barbabietole tutto il tempo a casa, non esitare a rivedere questa guida completa che ti offriamo.

Fallo!

Punti importanti quando si piantano barbabietole o barbabietole:
  • Quando? Le barbabietole possono essere coltivate durante tutto l’anno, tuttavia il periodo migliore è quando il clima è mite.
  • Dove? un terreno non argilloso, sabbioso o molto secco. Un terreno semi soleggiato o soleggiato.
  • Tempo di raccolta? Circa tre mesi dalla semina.
  • Come prepariamo il terreno? Cercheremo un pH alcalino (tra 6 e 7). Il terreno ben sciolto (in modo che drena) e senza erbacce .
  • Come paghiamo? Possiamo concimare con materia organica, compost o humus di vermi .
  • Come innaffiamo?  Amano i terreni umidi, non fangosi. Non tollerano terreni impregnati d’acqua. L’irrigazione a goccia è l’ ideale .
  • Come raccogliamo? Quando il bulbo sporge leggermente, la barbabietola è pronta per essere raccolta.
  • Associazioni favorevoli? Aglio , indivia , cipolle , spinaci , cavoli , lattuga e sedano .
  • Associazioni sfavorevoli? Piselli , fagioli e tutto ciò che rientra nel gruppo dei legumi .
  • Piaghe e malattie? Mosca, Muffa, Afide, Silfo.

Quando vengono piantate barbabietole o barbabietole?

La barbabietola ha strutture per  crescere durante tutto l’anno. 

Tuttavia, il momento migliore è quando il clima è mite.

Una delle considerazioni di base è che questa pianta ha specie diverse , come già accennato e ognuna può comportarsi in modo diverso rispetto al clima.

Troviamo così versioni in grado di resistere alle gelate invernali, mentre altre non sopportano l’eccessivo caldo estivo .

Il più comune è che l’ambiente si trova in un intervallo che va da 10 a 24º C.

Dove vogliamo coltivare le barbabietole?

Per piantare barbabietole devi selezionare un terreno non argilloso, sabbioso o molto secco. 

Bisogna assicurarsi che non abbia erbacce, sassi, resti di colture precedenti e tutti quei tipi di residui che possono danneggiare le nostre colture.

Devi anche assicurarti che abbia un buon drenaggio.

Per aumentare il loro sostentamento, è meglio rimuovere il terreno e spargere un buon compost per fertilizzarlo e ottenere così risultati migliori.

Essendo una radice, necessita di molti nutrienti , preferibilmente mirati a potassio e fosforo.

Il pH non deve essere alcalino (tra 6 e 7) e deve avere una buona profondità.

Bisogno di luce

Può essere un terreno soleggiato o semiombreggiato , in ogni caso entrambi si adattano molto bene a te.

Piantare barbabietole richiede dalle 6 alle 8 ore di luce diretta, in quanto ciò le farà crescere grandi e molto dolci.

Pertanto, se si trovano in una zona in cui la luce del sole li colpisce in una parte della giornata e l’ ombra nella successiva , non ci saranno problemi.

Lo sapevate…
Le barbabietole sono molto importanti nell’industria dello zucchero. Ciò è iniziato a causa delle guerre napoleoniche, a causa del controllo del Regno Unito sulla produzione di zucchero di canna.

Come prepariamo la semina?

I glomeruli sono quelli che contengono i semi di barbabietola , che devono essere seminati direttamente senza fare semenzai.

Al momento in cui si prevede di iniziare la semina , questo seme dovrebbe essere messo a bagno per due giorni.

Le scanalature devono essere sempre preparate in modo lineare, profonde più o meno 2 cm.

Tra l’uno e l’altro deve esserci anche una certa distanza, circa 20 cm ; e la distanza tra le linee dovrebbe essere di 30-40 cm.

Al momento della semina, il terreno deve essere imprigionato molto bene poiché sono radici che devono aderire fortemente alla terra per la loro crescita sana.

Inoltre, deve  fare molta attenzione quando si rimuove il terreno  per assicurarti di rimuovere l’erba secca che cresce troppo poco profonda.

In ogni glomerulo ci sono da due a tre semi che in seguito dovremo chiarificare e lasciarne solo uno in più . Sarebbe quello che vediamo più forte.

Come innaffiamo le barbabietole?

Le barbabietole sono verdure che  amano i terreni umidi, non fangosi. 

Le sue innaffiature devono essere frequenti e allo stesso tempo moderate, poiché se si mette troppa acqua, le sue radici corrono il rischio di marcire.

Se invece il terreno è molto secco , il raccolto di barbabietola si screpola quindi, per tutto, dipenderà dal periodo della stagione in cui è stato seminato.

Se è la stagione delle piogge , bisogna fare attenzione a mantenere l’equilibrio del terreno.

Solo nei primi giorni hanno bisogno di molta acqua , dopo la comparsa dei germogli l’irrigazione deve essere controllata per non perdere la semina.

Quando innaffi il raccolto, evita di bagnarne le foglie.

 Il modo migliore di irrigazione sarebbe a goccia. 

Come seminare le barbabietole passo dopo passo?

La barbabietola è un ortaggio molto versatile , fa bene alla dieta della famiglia , come medicinale ed è usata come colorante e per fare lo zucchero.

Per seminare le barbabietole  i mesi più adatti sarebbero tra aprile e metà giugno  poiché hanno bisogno di molta luce solare.

Va scelto un terreno dove il terreno sia fertile, neutro, umido, non argilloso e molto sciolto.

Con tutte le preparazioni indicate nei segmenti precedenti, procedere come segue:

  1. I semi verranno posti nei solchi da cui emergeranno le piante.
  2. Questi vanno valorizzati e permettono solo ai più forti di continuare la loro crescita, il resto va eliminato affinché non perda forza.
  3. Dopo 8 settimane , le verdure dovrebbero aver già raggiunto circa 8 cm di diametro.
  4. Per raccogliere il raccolto, devi prendere la parte superiore e spostare con molta attenzione la radice.
  5. Hai bisogno di uno strumento che renda facile rimuoverli tagliando mezzo centimetro dalla radice.
  6. Quando si effettua la loro rimozione da terra, devono essere lasciate ad asciugare al sole.

Parassiti e malattie che ti colpiscono

Ci sono varie malattie e parassiti che sono in grado di influenzare il corretto sviluppo delle barbabietole . Al loro interno abbiamo:

  • Mosche: sono specifiche di questa pianta e provocano danni alle foglie. In grandi quantità possono causare la perdita del raccolto.
  • Afidi : attaccano anche le foglie provocando un terribile indebolimento sulla struttura generale della pianta. Può essere combattuto con il sapone.
  • Silfo: in questo caso si tratta di coleotteri che infettano la pianta provocando danni agli ortaggi.
  • muffa : è una malattia che attacca le foglie di barbabietola. Per combatterlo, è meglio rimuovere le aree interessate.
Lo sapevate…
La foglia di barbabietola è anche conosciuta come: Bietola .

Associazioni favorevoli e non così favorevoli

Se hai un orto , ti sarà comodo sapere quali piante è possibile associare alle barbabietole e quali non sono migliori.

Le barbabietole possono essere seminate insieme a aglio, indivia, cipolle, spinaci, cavoli, lattuga e sedano.

NON bisogna seminare accanto alle barbabietole: piselli, fagioli e tutto ciò che rientra nel gruppo dei legumi.

Per saperne di più, leggi: Varietà di barbabietolaSe ti è piaciuta questa informazione, approfittane per avere sempre barbabietole fresche dal tuo orto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.