Suggerimenti

Riprodurre orchidee: come farlo

Le orchidee hanno diversi modi per riprodursi, compresi i semi. Se stai cercando il modo migliore per riprodurre le orchidee, come farlo correttamente e maggiori informazioni sulla loro cura, sei nel posto giusto.

In questo articolo di EcologíaVerde ti insegneremo come riprodurre le orchidee con i metodi più affidabili e semplici in modo che tu possa far crescere le tue orchidee e offrirti i loro fiori spettacolari.

Come riprodurre le orchidee dai bulbi passo dopo passo

Generalmente le orchidee, una volta raggiunta l’età adulta, un tempo che solitamente va dai due ai tre anni dalla nascita, produrranno dei bulbi con cui riprodurre nuovamente l’orchidea. Riprodurre le orchidee con i bulbi non è molto complicato, devi solo seguire i passaggi elencati qui:

  1. Dividi la pianta in gruppi di 3-4 bulbi. Si raccomanda che la pianta abbia un buon appoggio di base e diversi bulbi per garantire la radicazione. Per sicurezza, è meglio non scartare i bulbi che vedi in cattive condizioni, semplicemente piantarli insieme al resto.
  2. Potare le radici più vecchie o in cattive condizioni. È molto importante disinfettare l’orchidea prima di trapiantarla. Se possibile, usa fungicidi per evitare possibili malattie. Nel caso in cui non si disponga di uno spot pubblicitario specifico, è possibile utilizzare anche la polvere di cannella. In questo altro articolo di EcologíaVerde ti mostriamo più fungicidi fatti in casa per orchidee.
  3. Prepara il contenitore o il vaso dove trapiantare i bulbi. Ricorda che in questo caso non è necessario che sia trasparente, ma deve avere diversi fori per facilitare il drenaggio. Aggiungi il tuo substrato per le orchidee. Un’altra curiosità riguardo a quale contenitore utilizzare per le vostre orchidee si verifica nel caso delle orchidee Vanda, che preferiscono un cesto appeso per favorire la crescita delle loro radici aeree.
  4. Ora pianta di nuovo i bulbi cercando di tenerli dritti. Aggiungi più substrato, ma non impacchettarlo troppo. È meglio che la pianta, anche quando attaccata, abbia spazio per crescere liberamente.
  5. Durante i primi giorni è meglio idratare l’orchidea utilizzando uno spruzzatore. Questo processo dovrebbe essere eseguito fino a tre volte a settimana.
  6. Dopo due o tre settimane i bulbi avranno iniziato a generare nuovi germogli, quindi devi solo scegliere il contenitore finale in cui piantare le tue nuove orchidee.

Come riprodurre le orchidee per talea

Un altro modo per riprodurre queste piante è attraverso talee, che si possono prelevare sfruttando alcune potature dell’orchidea, purché i fusti o le talee non provengano da parti malate. Per riprodurre le orchidee per talea, attenersi alla seguente procedura:

  1. Prima di iniziare, dovresti affilare i tuoi attrezzi da potatura, disinfettarli e preparare una teglia profonda circa 8 centimetri che dovresti riempire con muschio umido o sabbia precedentemente inumidita.
  2. Lo stelo da tagliare per realizzare la tua talea di orchidea deve essere lungo almeno 30 centimetri e devi sempre effettuare il taglio vicino alla base. Usando le forbici, dividere lo stelo in più sezioni. Assicurati che i tagli siano lunghi circa 7 centimetri e che abbiano un bocciolo per la successiva germinazione.
  3. Metti le talee sulla teglia e coprile avvolgendole con plastica poliuretanica. È necessario che una volta coperte le talee e sistemate nel letto umido di muschio o sabbia, posizionare il vassoio in un luogo fresco e non esposto alla luce solare diretta.
  4. Trascorse diverse settimane, posizionare la teglia in un luogo con una temperatura più alta, intorno ai 25ºC.
  5. Idratare le talee utilizzando uno spruzzatore per applicare l’acqua almeno due giorni alla settimana. Possono anche utilizzare fertilizzanti, con un intervallo di almeno due settimane, fino a quando le talee non sviluppano foglie e radici.
  6. Una volta che le talee hanno sviluppato nuovi germogli e radici, taglia con cura le radici e trapianta la tua nuova orchidea nel vaso che hai scelto per essa. Non dimenticare di usare corteccia di pino o substrato di orchidea. Consiglio anche che il vaso che scegli sia piccolo per aumentare la fioritura.

Come riprodurre le orchidee di Keikis o bastoncino floreale

La famiglia delle orchidee è una delle più evolute nel mondo naturale, motivo per cui ha così tanti modi di riprodursi. Per concludere questo articolo su come riprodurre le orchidee, ti mostreremo un nuovo tipo di riproduzione: keikis.

I Keiki nelle orchidee: cosa sono e come ottenerli

Le orchidee sono anche in grado di riprodursi in modo asessuato. Questo metodo di riproduzione consiste nella comparsa di un nuovo bastoncino floreale chiamato keiki, che non è altro che una copia identica della pianta madre. Normalmente è il risultato di un processo di stimolazione causato dal taglio di uno stelo floreale sopra un nodo dopo la fioritura. Gli ormoni possono anche essere utilizzati in modo che, una volta eseguito il taglio e lasciato lo stelo all’aria aperta, la produzione delle radici sia più rapida.

Sebbene l’aspetto dei keikis sia più tipico di orchidee come Dendrobium ed Epidendrum, possiamo trovarli facilmente anche nelle orchidee Phalaenopsis, che sono le più popolari e facili da trovare.

Infine, i keiki possono nascere da steli di fiori invecchiati, quindi si consiglia di non rimuoverli in modo che la pianta continui la sua crescita in modo naturale.

Come piantare i Keiki delle orchidee per la loro riproduzione

  1. Le radici aeree del keiki dovrebbero misurare circa 3 o 4 centimetri prima di procedere a separarle dalla pianta madre. È anche importante che abbia almeno tre foglie e che l’altezza della ventosa o keiki superi i 10 centimetri.
  2. Una volta verificato che il keiki soddisfi tutti questi punti, verrà separato dalla pianta madre utilizzando strumenti precedentemente disinfettati. Fai attenzione quando lo estrai perché le radici sono molto fragili.
  3. Infine, devi solo piantarlo nel suo nuovo vaso che incorpora corteccia di pino e un po’ di muschio inumidito. Spruzzare e annaffiare con moderazione fino a quando non inizia a radicarsi. Puoi anche usare un palo una volta che è stato radicato per fornire più supporto per la tua nuova orchidea.

Se desideri leggere altri articoli simili a Riprodurre orchidee: come farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.