Suggerimenti

Come piantare un albero di kiwi: passaggi da seguire [Immagini e molto altro]

Il kiwi è originario della Cina , ma è stato introdotto all’inizio del secolo scorso in Nuova Zelanda , paese con cui viene comunemente identificato.

 È un frutto di facile coltivazione, soprattutto se vivi in ​​una regione con inverni miti , poiché questo fornisce le condizioni necessarie per la sua maturazione.

Mentre ogni vite può produrre frutti in abbondanza, generalmente ci vogliono dai tre ai sette anni in modo che raggiungano la maturità. Se sei interessato a seminare piante di kiwi , in questo articolo ti guidiamo per farlo in modo semplice ed efficace.

Punti importanti quando si pianta il kiwi:
  • Dove? Ha bisogno di molta luce, ma il sole diretto non fa bene. Una posizione parzialmente ombreggiata è l’ideale. clima più tropicale.
  • Quando? Si può seminare durante l’ autunno e l’inverno, da fine ottobre a metà febbraio.
  • È ora di dare i primi frutti? Circa 3 anni.
  • Come prepariamo il terreno?  La coltivazione del kiwi richiede terreni profondi, ben drenati e ricchi di sostanza organica.
  • Come innaffiamo? Richiede molta umidità. Lo sostiene meglio della siccità. Irrigazione a goccia ideale.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo.
  • Come raccogliamo? Il frutto viene raccolto tra la metà di ottobre e l’inizio di novembre. Quando lo raccogli, devi aspettare un po’ che il frutto si ammorbidisca e sia pronto per il consumo.
  • Piaghe e malattie? Nematodi, Botrytis cinerea e uccelli.

Di cosa abbiamo bisogno per coltivare kiwi?

Quando dovrebbe essere seminato?

Può essere seminato durante l’autunno e l’inverno, a  da fine ottobre a metà febbraio. 

Quali sono le condizioni di luce e temperatura più favorevoli?

È una coltura a clima temperato, per la sua natura subtropicale . Sopporta le basse temperature, quindi si sviluppa bene in zone con inverni brevi e moderati freddi , in quanto consente alla pianta di accumulare ore fredde , che le consentiranno di germogliare vigorosamente.

In primavera , invece, le gelate tardive possono essere dannose.   Allo stesso modo, temperature inferiori a -2 ºC , se mantenute costanti, possono impedire la germinazione dei frutti.

il kiwi  ha bisogno di almeno 2.000 ore di sole all’anno per produrre frutti di qualità . Tuttavia, non è consigliabile essere in un luogo con sole diretto costante . È preferibile che ricevere ombra parziale. 

La sua temperatura ottimale di crescita varia tra 25 e 30 ºC.

Allo stesso modo, deve essere protetto dai venti, soprattutto se forti.

Per quanto riguarda le piogge, queste possono impedire l’effetto impollinatore di uccelli e api.

Ogni quanto va annaffiato?

il kiwi  richiede un’umidità relativa abbastanza elevata che oscilla oltre il 60% , essendo la percentuale ottimale del 75%.

Un consigliato  sistema di irrigazione a goccia, bassa pressione . È anche importante avere un buon drenaggio nel terreno per non generare allagamenti.

Tollera meglio l’umidità rispetto alla siccità , anche se vanno evitati i ristagni , trattandosi di una coltura abbastanza sensibile al soffocamento radicale.

Le piogge autunnali nei climi temperati migliorano la pezzatura e la qualità dei frutti.

Se lo si pianta al chiuso , si consiglia di mantenere l’umidità relativa nella stanza , utilizzando umidificatori o frequenti irrorazioni delle foglie, in modo da imitare l’umidità naturale che l’albero perde quando non è all’aperto .

Il terreno va mantenuto umido, o, in mancanza, va annaffiato quando gli strati superficiali, i primi 5 cm , risultano moderatamente asciutti al tatto.

Come prepariamo il terreno?

Esigenze di coltivazione del kiwi  suoli profondi, ben drenati e ricchi di sostanza organica. 

I terreni ideali sono argillosi sabbiosi , senza la presenza di cloruri perché il kiwi mostra una certa sensibilità nei loro confronti.

Crescono meglio in un terreno leggermente acido con a  pH compreso tra 6,0 e 7,0. 

Come seminare il kiwi passo dopo passo

Pulisci il terreno

Si toglie le erbacce e vecchio raccolto detriti e tutti i tipi di residui per garantire che le vostre piante di kiwi ricevono la giusta quantità di nutrienti.

Tutte le piante  deve essere estratto dalla radice per evitare che ricrescano.

Preparare il terreno

Inumidisci il terreno prima di piantare i kiwi ; così si riduce il rischio di epidemie viene mosso dalla forza dell’acqua.

Fertilizzare il terreno. Propagazione uno strato di compost di 2,5 cm sul terreno. 

Assicurati di allentare il terreno a circa 1 metro di profondità , per garantire l’ancoraggio delle radici.

Metti i semi nel terreno

Metti ogni seme a 1 pollice di profondità e coprilo di terra . Innaffia immediatamente per mantenere umido il terreno.

Se stai piantando in casa , assicurati di posizionare il vaso in un’area ben illuminata. All’inizio richiederà tra le 10 e le 12 ore di luce al giorno. 

Dovrai aspettare qualche mese perché raggiunga un’altezza considerevole e sia pronto per il trapianto , se lo desideri.

Se pianti più di una pianta , devi lasciare almeno tre metri di distanza tra una e l’altra.

Proteggi l’albero e dagli una buona manutenzione

Innaffiali non appena noti che gli strati superiori del terreno stanno per asciugarsi. Posiziona una rete metallica per proteggere le piante mentre crescono.

Puoi nutrirlo con un compost organico , come i getti di lombrico . Nel caso in cui pensi che il terreno possa essere carente di ferro , puoi aggiungere solfato di ferro .

Assicurati di mantenere l’umidità relativa nella stanza , se hai l’albero in casa.

Ricordati di proteggere l’albero dai forti venti.

Potare regolarmente le piante

Il kiwi necessita di potature per crescere più forte e più vigoroso .

Rimuovere i vecchi rami e le foglie marce durante la potatura, di solito durante l’ inverno , prima che l’albero fiorisca . I rami secchi, invece, dovrebbero essere rimossi immediatamente in qualsiasi periodo dell’anno.

Per potare i rami, usa le cesoie da giardino per fare un taglio netto vicino alla base del ramo.

Questa potatura ha la funzione di guidare la crescita della pianta e darle forma.

Diradamento della frutta

Una volta  il tuo albero inizia a dare i suoi frutti, puoi eseguire un diradamento regolare.  Il diradamento dei frutti aumenta significativamente la produzione . Serve anche a sopprimere i frutti danneggiati da malattie, malformazioni o crescita eccessiva.

In estate è consigliato il diradamento .

Impollina le tue piante

Il kiwi è una pianta dioica, quindi ha individui maschi e femmine. In generale, è necessario un maschio ogni 5 piante femmina piantate.

Il modo più semplice per promuovere l’impollinazione è avere più alberi. Quando hai due o tre alberi che crescono insieme, le api inizieranno a trasportare il polline da un albero all’altro.

Come raccogliere il kiwi

Produzione di kiwi  si sviluppa dal terzo anno di impianto , ottenendo raccolti migliori dal settimo o ottavo anno produttivo.

Il frutto viene raccolto tra la metà di ottobre e l’inizio di novembre. Quando lo raccogli, devi aspettare un po’ che il frutto si ammorbidisca e sia pronto per il consumo.

Per la sua conservazione, si consiglia di congelare ad una temperatura compresa tra -2ºC e -2,5ºC e un’umidità relativa superiore al 95% , poiché altrimenti la polpa appassirà.

Malattie e parassiti del kiwi

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono il kiwi sono:

Nematodi

Penetrano nelle radici producendo in esse malformazioni e provocando marciumi.

Per controllarli, possiamo piantare spicchi d’aglio come repellente. Possono essere trattati anche con sterilizzazione a vapore e solarizzazione.

Botrytis cinerea

Attacca durante il periodo di fioritura provocando deformazioni e la caduta di fiori e frutti.

È meglio installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare l’ equiseto per la prevenzione.

Funziona anche per eliminare erbacce e detriti colturali e favorire la ventilazione del raccolto.

Uccelli

Per controllarlo, puoi appendere pezzi di metallo lucido o fogli di latta che si muovono con il vento dai rami . Anche i compact disc funzionano. Usa gli spaventapasseri.

Per saperne di più, leggi: Varietà di kiwi .

Come distinguere le piante di kiwi femmina e maschio?

I fiori maschili e femminili crescono su piante di kiwi separate. I fiori maschili producono polline da numerosi stami.

I fiori femminili hanno un ovario ben sviluppato con lunghi stimmi appiccicosi al centro. Sebbene i fiori femminili abbiano stami, non producono polline funzionale.

Nel determinare il sesso dei fiori di kiwi, la femmina avrà anche ovaie bianche e ben definite alla base del fiore, che, ovviamente, mancano ai maschi. Le ovaie, tra l’altro, sono le parti che si trasformano in frutto.

I fiori maschili del kiwi hanno un centro giallo brillante a causa delle loro antere portatrici di polline.

Per saperne di più, puoi vedere: Talee di kiwi .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.