Suggerimenti

Irrigazione festiva: 3 semplici sistemi per innaffiare le piante

Ciao a tutti gli Agrohuerter! Oggi vedremo tre soluzioni per l’irrigazione in vacanza , sono tre sistemi per innaffiare le piante quando non siamo in casa . Questi  semplici sistemi di autoirrigazione per vasi  ci aiuteranno a  mantenere in vita le nostre piante mentre siamo fuori casa , che sia durante le vacanze estive, una vacanza o per lavoro.

Innaffiare le piante in vacanza

Questo tipo di auto- irrigazione è anche una buona opzione per coloro che non hanno una mano molto buona con l’irrigazione o hanno orari irregolari, che possono rendere loro dimenticare le attività di coltivazione di questo tipo. Grazie a questi sistemi di irrigazione domestica  manterremo l’umidità del terreno nei vasi e le nostre piante non si seccheranno per mancanza d’acqua.

Materiali necessari

Inoltre, utilizzando  materiali riciclati,  mettiamo un altro granello di sabbia per ottenere un giardino o una fioriera più ecologico e sostenibile .

I materiali che andremo ad utilizzare per fare l’ irrigazione nei giorni festivi sono molto economici e di facile reperibilità: un cordone di sparto e bottiglie di plastica riciclate .

3 sistemi di irrigazione per le vacanze: autoirrigazione per le piante

Irrigazione con corda di sparto e serbatoio

Questo primo metodo di irrigazione in vacanza è molto simile a uno di quelli di cui abbiamo parlato nell’articolo sui vasi autoirriganti riciclati .

L’unica differenza è che, in questo caso, il serbatoio dell’acqua non è costituito dal vaso stesso, ma è all’esterno. Proprio come caparra ho usato una bottiglia di plastica riciclata , ma potete usare qualsiasi altro contenitore. Il contenitore dell’acqua o il serbatoio (nel mio caso, la bottiglia di plastica) dovrebbe avere una piccola apertura superficiale per evitare che molta acqua evapori nelle alte temperature estive.

Tutto quello che dobbiamo fare è tagliare un pezzo di corda di sparto abbastanza lungo da unire la bottiglia con il substrato, come mostrato nell’immagine a sinistra.

È molto importante che la fune raggiunga il fondo della bottiglia o del serbatoio, in modo che man mano che l’acqua si esaurisce, la fune possa continuare ad essere in contatto con essa. Infine, seppellisci bene l’altra estremità dello spago in modo che non fuoriesca dal substrato e tu possa andare in vacanza!

Annaffiare le feste con la bottiglia riciclata

Questo metodo si basa sull’interramento di una bottiglia riciclata piena d’acqua nel substrato in modo che l’acqua passi nel momento in cui ne ha bisogno.

Devi solo prendere una bottiglia di plastica, può essere di qualsiasi dimensione, ma tieni presente che più capacità hai, maggiore è l’autonomia di irrigazione, cioè più a lungo.

Ritagliare un quadratino dal fondo della bottiglia” , cioè dal fondo. Il ritaglio deve essere abbastanza grande da poter riempire la bottiglia dall’esterno, ma tieni presente che più è grande, maggiore è l’evaporazione dell’acqua che abbiamo immagazzinato.

Una volta praticato il foro , non vi resta che interrare la bottiglia capovolta , con il beccuccio nel substrato, e riempirla d’acqua attraverso il foro che abbiamo precedentemente praticato.

Ti consiglio, prima di interrarlo, di togliere il tappo dalla bottiglia e tappare il beccuccio con un batuffolo di cotone. Non l’ho fatto e ho messo la bottiglia sul substrato con il beccuccio completamente aperto; il risultato: un “allagamento” del terrazzo. Con l’ ugello tappato con cotone, l’acqua non passerà così facilmente ed eviterai pozzanghere indesiderate.

Esistono anche altre varianti, come l’ interramento con il tappo, in cui abbiamo precedentemente praticato un foro in modo che l’acqua possa passare dalla bottiglia al substrato. Con questo sistema le piante durano a lungo senza bisogno di un altro tipo di irrigazione .

Irrigazione nei giorni festivi con Gel Acquoso

Come ho commentato nel video, ho deciso di insegnarvi questo “metodo di irrigazione in vacanza” perché è molto semplice da usare e può essere una buona alternativa agli altri. Inoltre, il flacone di gel è più piccolo dei flaconi e passa più inosservato, per chi è più attento all’estetica.

Ho anche deciso per questo tipo di auto-irrigazione per il suo prezzo . Come spiego nel video, mi è costato 99 centesimi di euro , e ha un’autonomia tra i 15 ei 30 giorni , a seconda delle condizioni ambientali e dell’impianto. (Se sei interessato ad altre chiavi per realizzare un orto urbano economico,  lascio quel link ad altri trucchi per risparmiare quando si fa un orto).

Il funzionamento di questo sistema di autoirrigazione è molto semplice. Innanzitutto è necessario innaffiare abbondantemente il substrato . Quindi, fai un piccolo foro per poi seppellire la bottiglia di gel acquoso a testa in giù . Naturalmente, non dimenticare di scoprire il vaso prima di seppellirlo!

Ora non hai più scuse per coltivare tutto l’anno, anche quando starai lontano da casa per un po’, perché ti abbiamo presentato diversi metodi di irrigazione in vacanza. Nel post sui vasi autoinnaffianti riciclati abbiamo un’altra opzione. Come si vede nella foto, è una  fioriera fatta di  bottiglie di plastica che hanno un deposito incorporato in modo da non dover annaffiare.

Video tutorial per realizzare un sistema di autoirrigazione fatto in casa

In questo caso, due dei metodi che vi propongo potete realizzarvi come vi spiego nel video, e l’ultimo è un gel commerciale che può essere una buona alternativa per chi non ha tempo o semplicemente preferisce questa opzione.

Spero che questo nuovo video di  Agricoltura per RURbanitas, da Ilgiardinocommestibile TV, vi sia piaciuto .  Successivamente, nella descrizione, vi lascio la spiegazione dei tre metodi di autoirrigazione domestica . Spero vi piaccia!

(Perdonami perché il video sembra un po’ regolare, è diventato buio per me!)

Spero ti sia di grande aiuto e che ci racconti le tue esperienze con l’irrigazione in vacanza se hai già provato questi o altri sistemi di autoirrigazione . Vi aspetto nel prossimo articolo!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *