Suggerimenti

Oidio en el Huerto: oidio en pepino, en calabaza,… ¿Cómo combatirlo?

Nelle ultime visite che abbiamo fatto a vari orti urbani, i  suoi membri ci hanno detto che questa primavera hanno dovuto combattere con l’ oidio . Per questo motivo potrebbe essere interessante condividere con voi COME COMBATTERE OIDIO.

Come sai, sotto tutti gli articoli abbiamo un forum in cui vorremmo che condividessi con noi diversi rimedi o esperienze che hai avuto per espandere la conoscenza della comunità agrohuerter. Abbiamo iniziato!

Cos’è l’oidio?

L’ oidio  è una malattia causata da un fungo parassita, è; si stabilisce nella pianta per beneficiare del suo meccanismo e produce a sua volta una malattia.

Con i funghi , il problema che abbiamo è che la maggior parte di essi sono microscopici , quindi l’identificazione della malattia che possono causare in una pianta avviene quando osserviamo i sintomi

Com’è l’oidio?

Nell’articolo che Lucía ha scritto a marzo, FUNGHI DEL GIARDINO: OIDIO, MILDIU, ROYA Y BOTRITIS, ci ha già fatto conoscere l’oidio:

Descrizione e sintomi: si sviluppa il più delle volte nella  parte superiore delle foglie , anche se può diffondersi anche attraverso il fusto oi frutti se l’attacco non è controllato. Si presenta sotto forma di macchie bianche che si trasformano in una  polvere bianca o grigia  che ricopre le foglie e che, una volta rimossa, lascia delle macchie giallastre. Ostacolano la fotosintesi e se l’attacco non viene controllato, le foglie ingialliscono, possono deformarsi o seccarsi. È probabilmente il fungo più facile da rilevare, a causa di quella caratteristica polvere bianca.

A causa di questa forma e colore, è comune chiamare l’ oidio come cenere o cattivo bianco .

Se la malattia è già avanzata, puoi vedere alcune palline che contengono le spore.

Colture colpite: oidio nel cetriolo, oidio nella calbaza …

L’ oidio  è una malattia abbastanza comune nelle cucurbitacee , come la zucca  (Cucurbita maxima Duchesne) , la  zucchina  (Cucurbita pepo) , il  melone  (Cucumis melo) e il   cetriolo  (Cucumis sativus). Come potete vedere nelle foto e purtroppo avete già visto in alcuni dei vostri frutteti, l’oidio ha quel caratteristico modo di identificarsi.

Può colpire anche altri ortaggi, come fagioli (Phaseolus vulgaris),   bietole (Beta vulgaris),  spinaci  (Spinacea oleracea)  o patate  (Solanum tuberosum)

Ma senza dubbio l’ oidio più conosciuto è l’  oidio della vite. 

È una malattia causata dal fungo  Uncinula necator. Si diffonde nelle parti verdi della pianta:

  • Appare la polvere bianca sulle  foglie 
  • Nei  grappoli  il chicco è ricoperto di polvere dando un aspetto marcio, intaccando in seguito la qualità del chicco

Perché compare nel nostro giardino?

L’ oidio di solito si verifica in zone ad alta umidità con temperaturasentre 10ºC e 20ºC . Quindi ATTENZIONE con l’irrigazione che diamo al nostro raccolto.

Con questa combinazione di temperatura e precipitazioni, non sorprende che l’oidio possa comparire in primavera o in tarda estate ; quando le temperature sono calme e la pioggia è comune.

Dobbiamo anche stare attenti quando andiamo ad usare i nostri attrezzi (zappe, lame…) perché se ci provochiamo un taglio o una ferita, con l’umidità; queste aree possono essere interessate.

Così vediamo ancora una volta che progettare il nostro giardino può essere il primo passo per combattere qualsiasi malattia. Aree molto ombreggiate, scarsa ventilazione, scarsa potatura o irrigazione eccessiva possono essere agenti che favoriscono la comparsa dell’oidio in giardino.

Un’altra causa è l’eccesso di azoto, dovuto a un fertilizzante eccessivo, poiché questo costringe la pianta ad assorbire più acqua del normale.

Oidio: come rimuoverlo?

Prevenire la comparsa dell’oidio

La prima cosa che dobbiamo fare è rimuovere le zone colpite dall’oidio. In questo modo eviteremo che si diffonda ad altre parti della pianta.

Quindi una buona potatura e un’adeguata aerazione del terreno possono essere due attività che ci aiutano a prevenirne la comparsa. Ti consiglio anche di prendere in considerazione cosa metterai nel tuo giardino. Forse il tuo giardino, per l’umidità che ha, è adeguato per mettere la bietola ed è meglio che la sposti o metti un’altra pianta più adatta al tuo giardino.

L’elemento principale che dobbiamo tenere presente per eliminare questo problema è lo  zolfo che può essere applicato direttamente in polvere all’impianto o in soluzione liquida.

Pronto a controllare l’odio

Per quanto riguarda i preparativi di controllo , ne elencherò alcuni che potrebbero essere interessanti:

  • coda di cavallo; Funziona come preventivo e puoi prepararlo in casa mettendo circa 20 grammi di pianta essiccata per litro d’acqua con 5-10 grammi di silicato di sodio per un giorno. Quindi viene bollito per 20 minuti e filtrato. La soluzione di una parte del preparato in 9 parti di acqua viene spruzzata.
  • Aglio; È un altro preventivo che potete preparare a casa preparando un infuso con 50 grammi di spicchi d’aglio per ogni litro d’acqua e spruzzando la soluzione di una parte dell’infuso in 4 parti d’acqua. Va applicato in pieno sole e per più giorni consecutivi.
  • Latte; Pubblico un video che mi hanno consigliato in cui usano il latte:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.