Suggerimenti

In che modo la Luna influenza le piante del giardino? – Cicli lunari

In che modo la Luna influenza la crescita delle piante ? Che effetti ha la luna nuova o la luna crescente sui raccolti? Qual è la luna migliore per seminare, trapiantare o potare le piante?

Le credenze che il nostro satellite abbia un effetto sullo sviluppo delle piante sono tanto antiche quanto globali. I contadini delle prime civiltà d’Oriente e d’Occidente già frequentavano i riti lunari in agricoltura e ancora oggi molti contadini pianificano le loro attività di coltivazione secondo il calendario lunare della semina .

Scienziati e ricercatori del XX e XXI secolo hanno mostrato il loro interesse per l’ influenza della luna sulle colture, che è stata oggetto di numerosi studi e progetti di ricerca.

Oggi milioni di agricoltori in tutto il mondo tengono conto delle credenze popolari sulla Luna e svolgono attività di semina e coltivazione basate sulle fasi lunari . Questo punto di vista tradizionale dell’agricoltura ancestrale (supportato anche dalla biodinamica e da altre correnti agroecologiche attuali ) difende che l’ influenza della Luna sulle colture è determinante nel loro sviluppo.

Ma… Cosa dice la scienza di questa stella? È dimostrato che la Luna influenza la crescita delle piante? La semina in una fase o nell’altra influisce in modo diverso sulle colture?

Anche se la scienza non ha potuto dimostrare tutti i postulati difesi dalla cosiddetta “agricoltura sensibili” sul dell’influenza lunare sulle piante , molti degli effetti della luna sul movimento delle maree e precipitazioni , fisiologia vegetale o comportamento animale sono stati scientificamente provato.

Nel post di oggi facciamo un piccolo riassunto di quanto dice la scienza sugli effetti della luna sui raccolti . Vedremo cosa è stato scientificamente provato sulle fasi lunari e la loro influenza sulle piante, e anche quali sono le pratiche e le attività colturali basate sui cicli lunari , molte delle quali supportate da migliaia di anni di esperienza agricola, anche se ancora senza studi che li approvano.

Cicli lunari: come sono i movimenti della Luna

Il nostro satellite attraversa diversi cicli, indipendenti l’uno dall’altro, a seconda della luce solare che riflette la Terra o della sua posizione rispetto alla Terra e al Sole.

Fasi della luna piena, calante, nuova e crescente

Il periodo sinodico o lunazione è un ciclo di 29,5 giorni in cui la Luna, vista dalla Terra, attraversa le quattro fasi definite: Luna Nuova, Primo Quarto, Luna Piena e Ultimo Quarto; secondo la luce (o ombra) che riceve a seconda della sua posizione rispetto al Sole e alla Terra.

Traduzione della luna: apogeo e perigeo

Nel ciclo chiamato periodo siderale o siderale , della durata di 27,3 giorni, la Luna compie una rivoluzione completa attorno alla Terra, allontanandosi o avvicinandosi al nostro pianeta a seconda del punto dell’orbita ellittica in cui si trova.

All’apogeo la Luna si trova nel punto più vicino alla Terra (circa 356.000 km), mentre al perigeo è alla massima distanza (più di 400.000 km), il che la rende più piccola.

Movimento ascendente e discendente della Luna

L’orbita della Luna e quella del pianeta Terra non sono sullo stesso piano. L’orbita lunare è obliqua, quindi dalla superficie terrestre il satellite non sarà sempre visto alla stessa altezza sopra l’orizzonte.

Per sapere se c’è una luna ascendente o una luna discendente, la posizione della stella deve essere osservata dallo stesso punto per due o tre notti consecutive contemporaneamente. Se il 2° giorno di osservazione la luna appare più in alto del giorno precedente e sotto la posizione del terzo giorno, siamo di fronte ad una luna ascendente . Durante la fase lunare discendente avviene il contrario e in giorni consecutivi la luna si vede sempre più vicino all’orizzonte .

Come vedremo nell’ultima sezione, le pratiche agricole tradizionali che seguono il calendario lunare considerano questi cicli per svolgere il lavoro. L’agricoltura biodinamica tiene conto anche di altri cicli come la posizione della Luna rispetto alle dodici regioni dello zodiaco oi nodi lunari (quando passa per il piano dell’equatore celeste).

Come la Luna influenza le piante

Una delle principali prove scientifiche dell’influenza della Luna sulle colture è la relazione tra la posizione della Luna e il campo elettromagnetico terrestre, che a sua volta influenza il movimento della linfa delle piante e la sua crescita.

Diversi studi hanno dimostrato che la gravità o forza di attrazione della Luna e del Sole sulla superficie terrestre esercita un potere di attrazione su tutti i liquidi che si trovano sulla superficie terrestre.

Questo fenomeno, oltre alle acque degli oceani (che subiscono salite e discese) , influenza anche la risalita della linfa che circola all’interno delle piante, che è maggiore quando la Luna è più vicina alla terra (perigeo) rispetto a quando è nell’area più lontana dall’orbita lunare (apogeo).

Inoltre è noto che i movimenti della linfa sono ciclici e che durante le fasi di luna crescente e di luna piena sono prevalentemente ascendenti, mentre durante la fase di luna calante e nuova la linfa si sposta più in basso e si concentra nella radice zona.

In agricoltura tradizionale , il movimento e la concentrazione della linfa in una parte della pianta o in un altro viene preso in considerazione quando si pianifica operazioni colturali quali la potatura (che devono essere effettuate in “linfa standing”) o semina e orticoltura raccolta . In tal caso, inoltre, questi compiti non sarebbero svolti contemporaneamente al ciclo lunare se si trattasse di piante di cui si utilizza la parte aerea (foglie, frutti, infiorescenze…) rispetto al caso in cui il la parte sotterranea è commestibile (radici, tuberi, bulbi…).

Un altro esempio dell’influenza lunare già dimostrata è il rapporto tra le diverse fasi e la fotosintesi . È noto che, in tutte le piante , la fotosintesi è molto più intensa dalla luna crescente alla luna piena, dove si ha il maggior incremento del processo fotosintetico; e questo fenomeno è scientificamente attribuito all’aumento del chiaro di luna sulla Terra.

L’ intensità del chiaro di luna è proprio un altro aspetto che mette in relazione le fasi lunari con l’agricoltura. La luminosità lunare può essere favorevole o sfavorevole negli stadi di sviluppo degli insetti , poiché ci sono quelli che si sviluppano totalmente al buio e altri che sono favoriti dalla luce della Luna.

Effetti della falce di luna sui raccolti

Durante la fase di luna crescente, la luce lunare aumenta e le piante hanno foglie e radici equilibrate.

In questo periodo c’è più movimento dell’acqua nel terreno e l’umidità disponibile è più alta, quindi se la semina viene effettuata in una falce di luna, i semi germineranno più velocemente.

Come la luna piena influenza le piante

Durante la fase di luna piena, la linfa si trova principalmente nella parte aerea della pianta ed è il momento di maggior movimento interno di acqua e linfa, quindi le piante crescono velocemente. Aumenta l’altezza della pianta e la crescita del fogliame, anche se le radici ei frutti crescono meno.

Si dice che la luna piena sia il momento migliore per raccogliere le verdure a foglia, lavorare la terra e fare trapianti. Inoltre, questo è il periodo con la maggior quantità di luce lunare, quindi è un buon momento per seminare (il chiaro di luna, a differenza di quello del sole, è in grado di penetrare più in profondità nel terreno, favorendo la germinazione).

Non è consigliabile potare le verdure in questa fase, poiché hanno molta acqua all’interno e potrebbero disidratarsi rapidamente al taglio, poiché l’acqua tende a fuoriuscire. Inoltre non è conveniente tagliare le talee perché gli ormoni che promuovono la radicazione (auxine) sono molto diluiti e questo pregiudica la stimolazione dell’emissione radicale.

Come fare il giardinaggio secondo le fasi lunari

Nella tabella seguente vediamo un riassunto con le principali attività dell’orto (semina, innesto, concimazione, raccolta o raccolta…) a seconda delle fasi lunari e del tipo di coltura.

Fase lunare Lavoro di coltivazione
Mezzaluna quarto Semina di ortaggi a foglia e da frutto, fiori…
Applicazione di fertilizzanti e concimi
Innesto
Luna piena Messa a dimora di piante perenni
Trapianto e propagazione vegetativa (talee, ecc.)
Raccolta di colture orticole da foglia e da frutto
Ultimo quarto Semina di tuberi e radici
Eliminazione di erbe infestanti, foglie appassite…
Raccolta di frutti per ottenere semi
Nuova luna Raccolta di tuberi e radici
Eliminazione di erbacce, foglie appassite…
Luna nascente Raccolta di ortaggi che crescono a terra
Innesto
Luna discendente Raccolta di ortaggi sotterranei
Piantare talee

Qual è la luna migliore da seminare?

Per le colture da giardino in cui il raccolto cresce fuori terra, le pratiche tradizionali consigliano la semina nella fase di luna crescente . La fase dal novilunio al primo quarto è adatta alla semina di ortaggi a foglia (spinaci, prezzemolo…) e cereali o granaglie, mentre nella fase dal primo quarto al plenilunio è meglio seminare ortaggi da frutto (pomodori , peperoni, cucurbitacee come melone o cetriolo) oltre a fagioli, piselli e altri legumi.

Nelle colture che crescono sottoterra (patate, carota, cipolla, aglio, ravanello, patata dolce, zenzero…) la luna migliore da seminare è la luna nuova o la fase calante .

Le piante che coltiviamo per le loro infiorescenze o semi (come cavolfiori, broccoli o cereali come il mais), così come quelle a rischio di sversamento (come la lattuga) sono da seminare anche durante la fase dell’ultimo quarto.

Inoltre, considerando un altro dei cicli lunari che influenzano le colture , quello della traslazione lunare e la sua posizione all’apogeo e al perigeo , diversi autori affermano che quando la luna è più vicina alla Terra (al perigeo) la germinazione del seme è più debole, quindi la semina in questa fase non è raccomandata.

In definitiva, è innegabile che la Luna influenzi i raccolti e probabilmente c’è molta verità nei calendari di semina lunare. Sebbene ci siano già alcune prove scientifiche, c’è ancora molto da sapere sul nostro satellite e sui suoi effetti sulla Terra, quindi è essenziale avviare più progetti di ricerca che cerchino di chiarire cosa c’è di vero in questa conoscenza ancestrale.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *