Suggerimenti

Kentia: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

La Kentia è una specie vegetale con una struttura a forma di palma ideale per la semina al chiuso o all’aperto .

Per le sue caratteristiche di sviluppo, il suo obiettivo è ornamentale ed è una funzione che svolge molto bene, poiché ricrea un bell’ambiente in cui è collocato.

Può vivere in spazi in pieno sole o anche in mezz’ombra, quindi è adatto anche per essere piantato in vaso o direttamente in giardino.

Vorresti accompagnarci a rivedere tutte le informazioni per avere una o più kentia in condizioni ottimali? È ora di iniziare.

Punti importanti durante la semina di Kentia
  • Quando? Durante la primavera .
  • Dove? In interni o esterni ma avendo cura che abbia un ottimo drenaggio.
  • Come prepariamo il terreno? Con compost , terriccio comune e un elemento che facilita il drenaggio.
  • Come dovremmo annaffiare? Moderatamente.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? Quando il terreno appare asciutto: 3 volte a settimana in estate e ogni 15 giorni in inverno , circa.
  • Di che cure hai bisogno? Una temperatura adeguata, potature, concimazioni e trapianto ogni 2 anni se in vaso.
  • Quali parassiti e malattie ha? Il ragno rosso e la cocciniglia .

Quando piantare una kentia?

La semina di questa specie andrà fatta meglio durante le giornate primaverili dove avrà un ambiente con una temperatura ottimale per svilupparsi.

Dove piantare una kentia?

Kentia è in grado di sopportare la semina al chiuso o all’aperto, essendo molto esigente per il drenaggio del terreno . Quando è giovane, è meglio posizionarlo in una zona dove riceve la luce solare indiretta per gran parte della giornata.

Dopo che si è sviluppato bene e ha raggiunto la versione adulta, può essere collocato in uno spazio con più sole diretto. È importante proteggerlo dalle forti correnti d’aria poiché lo stelo è solitamente molto debole e può rompersi facilmente. Una buona raccomandazione è di posizionarlo su una terrazza o vicino a una recinzione che offra protezione.

Come preparare il terreno?

Una buona preparazione del terreno è essenziale per uno sviluppo ottimale della kentia.

La prima cosa è che deve avere un’elevata quantità di nutrienti , quindi si consiglia di applicare una quantità di materia organica fatta in casa come il compost in base al terreno da utilizzare. 

Il drenaggio è un altro punto fondamentale. Se hai un terreno comune, puoi assicurarti che soddisfi questo requisito aggiungendo cocco o perlite.

Come innaffiamo la kentia?

L’irrigazione della kentia dovrebbe essere con una moderata quantità di acqua, avendo cura che il terreno sia asciutto prima di applicarne uno nuovo .

L’acqua piovana è l’opzione migliore per mantenerla in perfetta salute, soprattutto nelle giornate invernali .

Le lenzuola non devono essere bagnate, ma se si sporcano si possono pulire con un panno morbido inumidito con acqua per farle sembrare lucide.

Quanto spesso dovremmo innaffiare la kentia?

Le innaffiature devono essere regolari in estate, evitando che il substrato si asciughi , in media circa 3 volte a settimana. E n inverno , si non trattano molto su questo tema perché con irrigazione ogni due settimane è più che sufficiente.

Qui l’importante è controllare sempre lo stato del terreno e del piatto sotto il vaso per assicurarsi che sia necessaria l’irrigazione e non farla annegare.

Come seminare kentia passo dopo passo?

La messa a dimora primaria della kentia è orientata per essere in vaso, quindi può essere trapiantata in giardino.

  1. Scegli un vaso di dimensioni medie che abbia dei buchi sul fondo per favorire il drenaggio dell’acqua. Allo stesso tempo, è una buona idea avere un piatto che aiuti a mantenere l’umidità più a lungo.
  2. Metti i semi selezionati nella parte più bassa, coprendoli solo con un po’ di terra per evitare che volino via.
  3. Innaffia con decisione ma senza che il terreno venga allagato. Il tempo di germinazione è di circa 3 mesi, quindi è necessario avere molta pazienza.

Dopo che la pianta è abbastanza grande da poter essere trapiantata all’esterno, è necessario seguire la seguente procedura:

  1. Apri una buca grande il doppio del vaso in cui hai germinato. Assicura che sia uno spazio in cui è protetto, sia dalle correnti d’aria che dal sole eccessivo.
  2. Piantala facendo attenzione a non ferire le radici , assicurandoti che si stabiliscano a filo del terreno.
  3. Innaffia ogni giorno finché dura il processo di adattamento al nuovo spazio.

Di che cure ha bisogno la kentia?

Se la kentia viene tenuta in vaso, è fondamentale trapiantarla ogni due anni durante le giornate primaverili.

Questo aiuterà le tue radici ad arieggiare e a dargli più spazio man mano che cresce.

La potatura dovrebbe essere mirata alla rimozione delle foglie morte , in quanto questa azione faciliterà la crescita di nuove foglie e manterrà sana l’intera struttura.

Le concimazioni verranno effettuate con apposito concime per piante verdi, applicandolo ogni 15 giorni nel periodo che va dalla primavera all’estate. 

Esagerare intorno a questo punto non darà risultati migliori a seconda della velocità di crescita della pianta , poiché è una specie che avanza lentamente. È necessario tenere conto che è una pianta con un ambiente tropicale , quindi se fa molto freddo nella zona in cui si trova, è meglio proteggerlo. 

E n estate apprezzano molto stare nella parte esterna , ma è necessario per evitare la luce diretta del sole, soprattutto nei giorni quando è più caldo.

Quali parassiti e malattie colpiscono la kentia ?

Il principale parassita che colpisce la kentia è il ragnetto rosso , soprattutto quando viene tenuto in uno spazio con un basso livello di umidità, come le cocciniglie .

È meglio proteggere le condizioni ideali per evitare un attacco, ma se si verifica, le aree interessate possono essere pulite con alcool.

Uno dei maggiori vantaggi di avere un kentia in casa è che ha proprietà purificanti, che aiutano a rendere l’aria meno inquinata. E poiché la cura che richiede è relativamente bassa, diventa un’opzione ideale anche per coloro che sono alle prime armi nelle questioni di giardinaggio.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.