Suggerimenti

Malattie della cipolla: [Caratteristiche, tipi, rilevamento e trattamento]

Cosa sono le malattie della cipolla e come possiamo rilevarle?

La cipolla è un bulbo biancastro che la rende acquosa e lascia quell’odore penetrante in chi la taglia, ma che dona molto sapore ai vari piatti, ha il nome scientifico Allium cepa e appartiene alla famiglia delle liliacee.

Coltivato fin dall’inizio del XVII secolo in America, viene prodotto come ortaggio, come grappoli e come bulbi per il consumo fresco e la conservazione. 

La produzione di cipolle piantate nel mondo ammonta a 2 milioni di ettari. Quindi, le malattie e i parassiti che colpiscono il raccolto sono molto diversi. Alcuni studi ritengono che uno dei fattori limitanti per la produzione di cipolla siano proprio le malattie che la attaccano.

Tra le malattie che colpiscono la cipolla : alcune sono causate da virus come la White Spot prodotta dall’Iris Yellow Spot Virus (IYSV) e altre provengono da funghi, tra queste: 

Macchia viola di Alternaria che colpisce le foglie; Muffa: peronospora destructor che, oltre alle foglie, colpisce i capolini; Peronospora delle foglie o Botrytis squamosa e annegamento o essiccazione che colpisce le radici della cipolla.

Il salmerino prodotto dal fungo Aspergillus Niger colpisce anche la cipolla, ma a differenza di altre malattie si manifesta solo dopo la raccolta. 

Descrizione delle malattie della cipolla

Le colture di cipolla sono generalmente attaccate dai seguenti virus e funghi:

Macchia bianca, Iris Yellow Spot Virus (IYSV)

È una malattia scoperta di recente, principalmente in Messico. Il virus è trasmesso da due specie di tripidi : F. tabaci e Frankliniella occidentalis.

Questo virus viene acquisito dalla coltivazione della cipolla nel suo stadio ninfale per poterlo trasmettere all’adulto, quindi è un virus persistente. Se acquisita nella fase adulta, non si trasmetterà a piante sane.

Macchia viola di Alternaria

Questa malattia è causata dal fungo che secerne un pigmento abbondante che si diffonde attraverso il tessuto della cipolla.

Peronospora: Peronospora destructor

È una malattia di tipo fogliare e negli anni piovosi può distruggere il fogliame e rendere difficile la raccolta. Non uccide la pianta di cipolla ma riduce lo sviluppo dei bulbi.

Questo fungo può essere allevato su varietà di cipolle perenni e residui colturali. Le spore sessuali possono sopravvivere nel terreno e influenzare le piantine di cipolla nelle piantagioni future.

Peronospora fogliare

Botrytis squamosa produce un micelio ialino ramificato e settato che difficilmente può essere isolato da specie giovani, sebbene nelle lesioni fogliari senescenti possa essere isolato molto facilmente.

Durante periodi prolungati di pioggia di oltre 24 ore, la peronospora ha un’alta probabilità di apparire e svilupparsi.

Annegamento o asciugatura

Si verifica durante il periodo della piantina e molto occasionalmente durante il trapianto. Esistono diverse specie di fusarium che causano l’annegamento nelle colture di cipolla: F. Oxysporum, F. Solani e F. Moniliforme sono forse i funghi più virulenti.

cenere

È un fungo che si riproduce ad alte temperature e provoca grandi perdite di qualità durante la conservazione dei bulbi.

Come identificare ed eliminare le malattie della cipolla?

È importante imparare a identificare il tipo di malattia sofferta dalla coltura della cipolla al fine di effettuare i necessari trattamenti preventivi, ecologici e chimici.

Poiché è un bulbo commestibile, quando si pensa a come eliminare le malattie delle colture di cipolla, è necessario ridurre, per quanto possibile, l’inquinamento dell’ambiente, un prodotto di prodotti agrochimici.

Macchia bianca, Iris Yellow Spot Virus (IYSV)

Il danno inizia alla base o al centro delle foglie e si diffonde alle estremità.

Nelle piante adulte si osservano macchie allungate e come conseguenza della malattia le piante vengono lasciate con una bassa capacità di fotosintesi e i bulbi non si sviluppano bene.

Per combattere questa malattia si consiglia di applicare insetticidi contro i tripidi ed eliminare le piante ospiti. Con una buona gestione delle colture, questo problema può essere evitato.

Macchia viola di Alternaria

È caratterizzato dalla produzione di macchie acquose di 2 o 3 mm che in seguito diventano necrotiche e assumono un colore viola. Nelle stagioni piovose, la superficie delle lesioni provocate è ricoperta da strutture che producono conidi grigio scuro e con l’invecchiamento delle lesioni si osservano anelli concentrici.

Il controllo di questa malattia è preventivo, pertanto va effettuato un trattamento contro il fungo che lo produce anche quando la pianta non ne presenta sintomi. Ciò include la rotazione delle colture, ad esempio con le erbe.

Peronospora: Peronospora destructor

La presenza di peronospora nella cipolla si può rilevare perché sulle foglie e sui capolini dei bulbi si sviluppano aree ovali o cilindriche di colore giallo-verde chiaro fino a raggiungere il marrone.

Questa malattia può essere combattuta preventivamente ispezionando le foglie due volte a settimana.

Si consiglia inoltre di prevenire seminando la cipolla quando il clima è secco e la temperatura è superiore ai 25 gradi.

Una volta che la malattia si è insediata, è richiesto l’uso e l’applicazione di fungicidi protettivi a base di ditiocarbammati; clorotalonil; e rameico tra gli altri, applicato ogni 7 giorni quando le condizioni sono umide e fredde e ogni 10 giorni quando il tempo è asciutto.

Peronospora fogliare

Questa malattia si osserva quando le foglie presentano macchie con macchie biancastre che diventano necrotiche al centro con una dimensione di circa 2 mm.

Per attaccare questa malattia si consiglia il metodo dell’aspersione con fungicidi quando la pianta ha almeno 5 foglie vere. E l’intervallo di applicazione dipenderà dalla durata del fungicida.

Annegamento o asciugatura

Può essere visto alle estremità della radice della cipolla; le radici fini che virano al rosa, al giallo rossastro e infine al buio. Anche le piantine stanno acquisendo quel colore.

I ricercatori consigliano la solarizzazione del terreno per almeno un mese con elevata irraggiamento per eliminare l’inoculo del fungo; Anche la fumigazione del suolo e i trattamenti a vapore ridurranno le malattie a livelli molto bassi.

Altri trattamenti possono essere fatti prima di piantare il seme come la pulizia , la disinfezione; ruotare le colture con graminacee e cereali ad eccezione del mais.

cenere

Infetta il collo della cipolla quando è in campo e quando i catafilli si seccano e colorano si può osservare un fungo nero.

Finora non ci sono controlli chimici per questa malattia, quindi sono raccomandati trattamenti preventivi, come evitare la coltivazione continua della cipolla nello stesso lotto.

Bibliografia e riferimenti

  • Garay Cipriano; Pedro Vera; Armando Santa Cruz e Jorge González. Guida tecnica alla coltivazione della cipolla . Progetto Pacchetti Tecnologici. San Lorenzo, Paraguay-2019. PDF
  • Gonzalez, Pablo. Gestione delle malattie che colpiscono la cipolla . PDF. 

Banca dati digitale

  • Ayala S. Alejandro. Parassiti e malattie della cipolla . Primo Convegno Internazionale sulle Cipolle. INIFAP. Guanajuato-Messico. 2014. PDF (Tratto da: https://www.researchgate.net/publication/280769107_PLAGAS_Y_ENFERMEDADES_DE_LA_CEBOLLA
  • Principali malattie della coltivazione della cipolla . Zona delle cipolle della Valle Bonarense. Riprodotto da: https://www.jica.go.jp/paraguay/espanol/office/others/…att/gt_02.pdf
  • Gil Martínez Pablo, Mabel Muñoz, Josué Martínez. Parassiti e malattie nella coltivazione della cipolla . INIA-Cile, 2019. Ristampato da: https://www.biblioteca.inia.cl/medios/biblioteca/informativos/NR41708.pdf

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.