Suggerimenti

Irrigazione dei fagioli: [Necessità, frequenza e procedura]

Le fave sono una specie della famiglia delle leguminose che amano crescere nei climi freddi. Il più comune è piantare a metà autunno per ottenere un raccolto durante l’inverno.

Questo porta a supporre che la questione dell’irrigazione sia delicata per la tua coltivazione e, in effetti, lo è, ma non dovresti preoccuparti.

In questo post ti diremo punto per punto come dovresti applicare l’irrigazione dei fagioli e avere successo , anche se è la prima volta che li semini.

Punti importanti quando si innaffiano i fagioli:
  • Frequenza di irrigazione: circa 3 irrigazioni a settimana nei giorni successivi alla semina, durante la fioritura e nella formazione dei baccelli. Da 1 a 2 irrigazioni settimanali il resto dei giorni.
  • Metodo di irrigazione: a goccia .
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: al mattino presto o fino al tramonto.
  • Individuare l’acqua in eccesso: indebolimento della struttura, soprattutto del collo. Aspetto dei funghi.
  • Identificare la mancanza d’acqua: fiori che cadono, baccelli poco pieni, fogliame caduto, bassa produzione.

Quali esigenze irrigue hanno le fave?

Le fave necessitano di un buon livello di umidità del terreno, anche se non con annaffiature molto frequenti. Ciò significa che l’applicazione di irrigazione manterrà una frequenza specifica e dovrai trovare una strategia per mantenere l’umidità nel terreno.

Si consiglia di applicare pacciamatura perché aiuta a proteggere le radici dal freddo in eccesso e si prende cura anche dell’umidità del terreno. Anche con questa tecnica, a volte non sarà necessario applicare l’irrigazione in caso di pioggia.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nei fagioli?

Le fave sono particolarmente sensibili alla mancanza d’acqua durante la loro fase di crescita. Irrigazioni inutilizzabili potrebbero far sì che le fioriture non siano abbondanti o i fiori cadano prima della trasformazione.

Allo stesso modo, se viene generato mentre i baccelli sono in formazione, potrebbero essere non sufficientemente pieni, il che avrebbe un impatto negativo al momento della raccolta.

Se la mancanza d’acqua è all’inizio della semina, la pianta potrebbe non svilupparsi con la tessitura prevista per ottenere una buona produzione. 

E, in generale, avrà un impatto sul fogliame, che potrebbe cadere o essere meno abbondante, generando così un raccolto scarso.

Ogni quanto dobbiamo innaffiare i fagioli?

La frequenza di irrigazione dei fagioli dovrà essere stabilita in base allo stadio di sviluppo in cui si trova la pianta . In questo modo abbiamo:

  1. Giorni dopo la raccolta: somministrare fino a 3 irrigazioni a settimana se necessario, in quanto l’umidità a questo punto è decisiva per la crescita della pianta.
  2. Ciclo di sviluppo: la quantità di acqua che devi fornire è ridotta, quindi potresti aver bisogno di 1 o 2 irrigazioni settimanali.
  3. Fioritura e sviluppo del baccello: la necessità di acqua per svolgere questi processi aumenta nuovamente, quindi è probabile che dovrai ripetere fino a 3 irrigazioni settimanali.

Qual è il modo migliore per innaffiare i fagioli?

Il metodo che funziona meglio per i fagioli è il gocciolamento perché rende più facile distribuire l’acqua in modo uniforme senza mettere a rischio il fogliame. È importante che durante l’irrigazione, né le foglie, né i fiori, né i baccelli ricevano umidità perché potrebbero essere bruciati dal sole.

Inoltre, possono diventare un luogo ideale per lo sviluppo di alcuni funghi che amano l’umidità. Un altro aspetto vantaggioso per preferire il gocciolamento è che aiuta la distribuzione dell’acqua ad essere ai livelli corretti per ridurre possibili allagamenti.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nei fagioli?

Le piante di fava sono corte, il che potrebbe causare gravi danni al collo se soggette a inondazioni. L’acqua in eccesso provoca un indebolimento generale della struttura, poiché sembra che stia lentamente marcendo.

La realtà è che questo è ciò che accade a livello della radice e si manifesta in questo modo nella parte aerea. Un altro segno che l’irrigazione è eccessiva è la comparsa di funghi che danneggeranno gravemente la pianta. Il consumo di fagioli è molto comune per l’apporto vitaminico che suppongono a qualsiasi dieta.

Raggiungere un buon raccolto sarà possibile seguendo tutte le strategie consigliate dagli specialisti, dove ovviamente c’è l’irrigazione dei fagioli. L’importante, insomma, è mantenere un buon livello di umidità senza la necessità che si formino pozzanghere.

E grazie al fatto che viene raccolto in periodi freddi, avrete un valido supporto in questa materia perché il terreno impiegherà un po’ più di tempo ad asciugarsi che se fosse in estate . Avete domande? Approfitta dei commenti qui sotto in modo che possiamo risolverlo insieme.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • http://www.saber.ula.edu.ve/bitstream/handle/123456789/31958/psj_ecol-educ.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • https://ciencia.lasalle.edu.co/cgi/viewcontent.cgi?article=1315&context=ing_ambiental_sanitaria
Forse ti interessano anche:
  • I 5 tipi e varietà più famosi di fave

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.