Suggerimenti

Come coltivare le colture trappola per controllare i parassiti

Quando ho sentito per la prima volta il termine “cultura della trappola” (a volte chiamata cultura dell’esca o cultura del sacrificio), ero un po’ scettico. Poi li ho sperimentati e sono rimasto piacevolmente sorpreso dai risultati. I miei raccolti erano più abbondanti e sono stato in grado di fare il mio giardino in gran parte senza prodotti chimici.

L’idea di usare una coltura per distrarre i parassiti dalla sua coltura principale è piuttosto ingegnosa. Previene il consumo di molti prodotti e riduce l’incidenza di malattie perché ci sono meno parassiti per diffondere funghi e batteri. È possibile ridurre il numero di pesticidi e fungicidi utilizzati, o addirittura eliminarli del tutto.

Tradizionalmente, le colture trappola sono state utilizzate da grandi operazioni commerciali, ma negli ultimi anni l’idea si è diffusa tra i giardinieri per hobby alla ricerca di un modo più naturale per controllare i parassiti nei loro giardini. Dopotutto, se riuscite a ridurre il numero di pesticidi che usate nel vostro giardino, non solo è meglio per voi, ma anche per il vostro conto in banca.

Come bonus aggiuntivo, potete lasciare che la trappola si sviluppi da sola, oppure potete raccogliere i semi per la prossima stagione. Nel mio caso, li lascio autoseminare e crescere di nuovo ogni anno, e rompo i miei raccolti secondo la convenienza del raccolto in trappola.

>


2 Tipi di colture trappola


Stessa cultura

Con questo metodo, la stessa cosa viene piantata sia come coltura in trappola che come raccolto. Prima viene piantata la trappola per attirare i parassiti, poi il raccolto viene piantato un mese dopo. In questo modo, i parassiti sono attratti dal raccolto in trappola prima del raccolto.

Quando siete pronti, potete rimuovere la coltura trappola insieme ai parassiti, oppure potete spruzzare la coltura trappola con pesticidi per uccidere gli insetti. Il raccolto è quindi privo di sostanze chimiche e parassiti, e si ottiene un raccolto convenzionale allo stesso tempo.


Una cultura diversa

È il mio metodo preferito. Con questo metodo, piantate un tipo di pianta per il vostro raccolto e un altro tipo più attraente per i parassiti. Una volta che i parassiti sono arrivati nel vostro raccolto in trappola, potete spruzzarli con i pesticidi o scartare il raccolto e sbarazzarvi delle piante (e dei parassiti).


Intrappolamento di piante coltivate e parassiti repellenti


Senape

La senape è una trappola per tutti gli usi. Naturalmente si può mangiare – questo verde piccante è super sano. Si può anche scavare nel terreno per aggiungere azoto. Inoltre, è attraente per una serie di parassiti.

Piantate la senape ai margini del vostro giardino largo un piede per attirare i parassiti. Assicuratevi di dissotterrare la senape o di rimuoverla insieme ai parassiti prima che si siedano. La senape è una pianta prolifica e autosemina, quindi assicuratevi di piantare il vostro raccolto alimentare abbastanza presto per produrre prima che la senape si insinui. Piantate diverse piantine di senape a sette giorni di distanza l’una dall’altra per garantire una fornitura continua di senape e per assicurare che la senape possa essere rimossa prima della semina.

La senape attira gli arlecchini. Gli arlecchini sono voraci mangiatori di broccoli, cavoli, fagioli, zucca, mais, pomodori e molte altre verdure. A loro piace anche la senape, quindi piantala intorno a questi ortaggi.

Quando vedete un accumulo di insetti, cercate di eliminarne il maggior numero possibile tagliando le foglie di senape fortemente infestate. È anche possibile utilizzare un pesticida per uccidere gli insetti.


Calendula

I tageti sono fiori bellissimi, ma sono anche una trappola utile ed efficace. Sono piccanti e possono confondere e respingere gli insetti volanti.

Piantate le calendule prima di piantare pomodori, fagioli e cetrioli. Metteteli in gruppi di sette centimetri da dove avete piantato il vostro raccolto.

Le calendule respingono i nematodi. Questi piccoli vermi mangiano le radici delle colture e possono essere devastanti. Sono respinti da una sostanza chimica chiamata alfa-tertienile, che le calendule rilasciano attraverso le loro radici.

Spingete le calendule nel terreno quando avete finito con loro, in modo da poter godere delle loro benefiche sostanze chimiche in giardino.


Nasturzi

Il cappuccino è una trappola perfetta, ma come la senape, continuerà a crescere in proporzioni epiche. È una pianta rampicante o di propagazione che cresce sul terreno e, così facendo, deposita i suoi semi ovunque. Mi piace piantare i nasturzi in vaso, in modo che non si diffondano troppo. Tuttavia, non dimenticate che i semi cadono nel terreno.

I cappuccini sono eccellenti per attirare gli afidi. I piccoli insetti amano la pianta e si riuniscono in gruppi sulle grandi foglie.

Togliete le foglie dove si riuniscono i parassiti, mettetele in un sacchetto di plastica e gettatelo via. Si possono anche bruciare se si ha un fuoco a portata di mano. Altrimenti, se il raccolto sta per essere pronto, rimuovere con attenzione tutti i nasturzi e gettarli via.


Ravanello

L’umile ravanello è veloce a germogliare, facile da coltivare e attraente per i parassiti. Questo lo rende perfetto per la semina di quasi tutti i tipi di colture vegetali.

Mi piace adottare un duplice approccio, piantando un bordo di ravanello intorno al giardino e spargendo i semi in modo casuale nei miei raccolti.

I ravanelli sono buoni per attirare:

  • Coleotteri delle pulci
  • Insetti Arlecchino
  • Verme di cavolo

Quasi ogni verdura che si vuole piantare è suscettibile a uno di questi parassiti. Pianto i ravanelli circa due settimane prima del raccolto principale e ne aggiungo alcuni ogni due settimane circa.

Quando il raccolto è ben stabilito, spruzzare la terra diatomacea tra il ravanello e il raccolto principale e spruzzare il ravanello con olio di neem miscelato con piretro organico.

Questo dà tempo al raccolto di maturare e spesso posso ottenere un secondo raccolto senza problemi di parassiti.


Girasole

Penso che i girasoli siano bellissimi, soprattutto in fila o in gruppo. Sono facilissimi da coltivare, e a quale bambino non piace vederli crescere?

A seconda della varietà, impiegano dai 70 ai 90 giorni per maturare, quindi devono essere messi in opera in anticipo. Piantateli in casa tre settimane prima dell’ultima gelata. Pianta in giardino appena puoi.

Il girasole attira gli insetti puzzolenti, che come l’okra e il mais dolce. Una volta avevo del mais dolce assolutamente coperto di insetti puzzolenti. L’anno successivo ho piantato i girasoli contemporaneamente al mais e all’improvviso il mio mais era privo di parassiti. Da allora ho sempre usato questo metodo, perché ha contribuito ad attirare gli insetti.

Una volta che le cimici da letto sono migrate al girasole, mi libero del fiore intero oppure chiedo ai miei figli di prendere le cimici da letto e metterle in un sacco della spazzatura.

Se ho un’infestazione, uso olio di neem e piretro mescolati insieme e spruzzo il girasole. In questo modo posso ancora usare i semi come cibo, se lo desidero.

Gli insetti puzzolenti come i girasoli sono così numerosi che non è necessario piantarli accanto al raccolto. Potrebbero essere vicino al frutteto e avrete comunque successo.


Altre colture trappola

  • L’amaranto funziona bene per lo scarabeo cetriolo.
  • Gumbo è l’ideale per attirare gli afidi del pomodoro.
  • I cavoli attirano il verme del cavolo
  • L’aneto attirerà il verme del pomodoro.
  • Il cerfoglio funziona bene per le lumache, e quale giardino non può usarlo?


Cura delle colture trappola

Poiché una coltura in trappola di solito non viene coltivata per il cibo, non c’è bisogno di essere troppo pignoli riguardo all’acqua e al fertilizzante. Piantate il vostro raccolto in trappola nel terreno con della buona materia organica e annaffiatelo con le piante del vostro raccolto.

In generale, è possibile seguire i consigli di giardinaggio per la vostra pianta individuale per ottenere il massimo dal vostro raccolto in trappola.


Consigli per le trappole per la coltivazione

Se vi prendete la briga di usare le piante per attirare i parassiti di altre colture, assicuratevi di prendere nota di ciò che funziona e di ciò che non funziona nel vostro giardino. Ho scoperto che alcune piante come i girasoli attirano ancora gli insetti lontano dal mio mais, ma altre piante non hanno avuto altrettanto successo.

Se scoprite che alcune piante del vostro raccolto alimentare attirano più insetti di altre, prendete in considerazione l’uso di quella pianta come trappola per il futuro. Si tratta di adattarsi alla vostra situazione specifica.

Ricordate anche che vorrete avere il vostro raccolto in trappola pronto quando si verifica l’infestazione di insetti. Gli afidi sono cattivi nella mia zona intorno a maggio, quindi ho bisogno che il mio nasturzio sia maturo per allora.

In termini di rapporto, vogliamo il 20% di raccolto in trappola per l’80% di raccolto alimentare. Cercate di determinare se la vostra coltura trappola funziona meglio se è intercalata tra la vostra coltura principale o se è piantata come coltura di confine.

L’uso di colture trappola è un modo sottoutilizzato ed efficace per controllare i parassiti nel giardino. Se avete avuto successo con specifiche colture trappola, vorremmo sentire da voi. Siamo felici di sentire i vostri successi e le vostre idee in giardino.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *