Suggerimenti

Coltivazione di melone

I meloni appartengono alla famiglia delle Cucurbitacee come il cetriolo , l’ anguria , la zucca , ecc.. È una pianta rampicante con foglie larghe e fusti lunghi leggermente spinosi e fiori gialli a cui seguono frutti che possono essere di qualsiasi dimensione: da piccoli a molto grandi, tonde e ovali, poiché ne esistono molte varietà.

Per il suo corretto sviluppo il melone necessita di alte temperature e bassa umidità, e più alta è la temperatura del giorno e più bassa la notte, i frutti sono più dolci e profumati.

Come sempre, ti consigliamo di piantare varietà locali , aiutando così a mantenere le specie autoctone, avranno maggiori possibilità di svilupparsi in buone condizioni, poiché si adattano alla zona, al clima, ecc. e per ottenere i semi puoi farlo tramite gli agricoltori biologici della tua zona, oppure direttamente dal frutto.

Li semineremo in semenzaio ad aprile, germinando entro 7-10 giorni. Oppure possiamo anche seminarli direttamente a maggio quando la temperatura del suolo è di almeno 15º. Il trapianto dal semenzaio al sito definitivo verrà effettuato quando la pianta avrà raggiunto un’altezza di circa 15 cm. Per far germogliare i semi di melone possiamo metterli su carta da cucina umida e coperti fino alla comparsa dei primi germogli. Dopo la normale semina in terreno definitivo.

Preferiscono la luce solare. Il terreno deve essere fertile, molto ben drenato e vanno evitate annaffiature lunghe e costanti. Il pH del terreno più adatto per lo sviluppo e la crescita del melone è compreso tra 6 e 7.

Poiché il melone sviluppa molte radici molto rapidamente, ha bisogno di un buon compost e faremo in modo che il terreno sia soffice e ben drenato.

L’ irrigazione si adatterà evolvendo lo sviluppo della pianta: fino a quando non vedremo i primi fiori manterrà un’umidità minima costante, quando i primi aumenteranno i rischi inizieranno ad apparire i frutti, e continuerà ad aumentare la frequenza di irrigazione man mano che i frutti aumenteranno di dimensione . Ma fai molta attenzione alle inondazioni, verrà annaffiato più frequentemente in piccole quantità. Potremmo produrre marciume radicale.

Coltivazione di melone

Crescere in vaso

I meloni sono molto facili da coltivare in grandi vasi o contenitori, purché mantenuti al caldo, ben annaffiati e fertilizzati. i semi hanno bisogno di calore e umidità. Il seme viene piantato direttamente e ricoperto con uno strato di terriccio di 3 cm, e ricoperto con una campana ricavata da una bottiglia di plastica, quando la pianta cresce si può girare la bottiglia e trasformarla in un imbuto per l’irrigazione. Se avete seminato in semenzaio trapianteremo in primavera o quando la pianta sarà di circa 12/15 cm.

parassiti

Se stiamo effettuando le rotazioni colturali, la prevenzione dei parassiti con preparati vegetali, manteniamo l’area in buone condizioni e anche le condizioni di crescita sono corrette, non dovrebbe presentare seri problemi. Tuttavia, afidi, tripidi e persino oidio parassiti possono comparire . Qui puoi vedere come prevenirli e combatterli .

Raccolto

In un periodo di 110/130 giorni dopo la semina, possiamo già raccogliere il melone.

Associazioni

I meloni possono essere associati a cipolla, mais, porro, girasoli, lattuga, bietola, cavolo, arachidi , ed eviteremo di associarlo ad altre cucurbitacee.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.