Suggerimenti

Come prendersi cura di un cespuglio di rose in vaso

Le rose sono uno dei fiori più belli e dotati del mondo. Per questo sono tanti gli appassionati di giardinaggio che sognano di poter avere il proprio rosaio in casa, anche quando non hanno un giardino o un grande spazio. Ebbene, è possibile piantare cespugli di rose in piccoli spazi e al chiuso, devi solo scegliere il tipo di cespuglio di rose che andremo a piantare e occuparci della sua cura. Uno dei più adatti a questo è il mini cespuglio di rose in vaso o pitiminí rosebush, così come il roseto del patio.

Se vuoi imparare a prenderti cura delle rose in vaso, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde dove troverai una guida pratica su come prenderti cura di un cespuglio di rose in vaso.

Come prendersi cura di un cespuglio di rose in vaso – cure di base

In sintesi, queste sono le principali cure dei cespugli di rose in vaso:

  • Pentola: una pentola profonda, preferibilmente di argilla.
  • Substrato: ricco di torba e sostanze nutritive, sciolto e con buon drenaggio.
  • Irrigazione: frequente, giornaliera in estate e ogni tre giorni in inverno.
  • Abbonamento: mensile, specifico o con guano.
  • Potatura: pulizia di foglie e steli secchi. Potatura di ringiovanimento quando necessario.
  • Trapianto: ogni due o tre anni.

Vaso per un cespuglio di rose in vaso

I cespugli di rose hanno bisogno di un vaso con una buona profondità. A seconda del tipo di rosaio, il minimo necessario cambia. Un mini cespuglio di rose sarà sufficiente con un contenitore profondo circa 35 cm, mentre altri arbusti più grandi apprezzeranno un contenitore fino a 50 cm. I cespugli di rose rampicanti meritano una menzione speciale, che hanno bisogno di maggiore profondità, meglio è, quindi i vasi di anfore sono un’ottima opzione.

Per quanto riguarda il materiale, i vasi in terracotta o in ceramica sono sempre un’opzione migliore. Aiutano a mantenere più stabile la temperatura delle radici e del substrato, oltre a favorire l’evaporazione dell’umidità in eccesso per sudorazione. È essenziale che abbiano fori di drenaggio. Per quanto riguarda la posizione del vaso, lo metteremo sempre in una zona il più soleggiata possibile.

Substrato per rose in vaso

I cespugli di rose sono piante che necessitano di una grande quantità di nutrienti, quindi dobbiamo preparare un substrato a base di torba che sia ricco di sostanza organica, oltre che di luce, per offrire un buon drenaggio.

Prima di tutto, migliora il drenaggio del tuo vaso aggiungendo ghiaia grossolana, pietre di fiume rotonde o pezzi di piastrelle o vasi sul fondo del tuo contenitore, formando un letto. Questo aiuterà anche il substrato a non uscire dai fori di drenaggio. Unite poi il substrato a base di torba, che è bene arricchire con una terza parte di compost o humus di lombrico, per dargli nutrienti.

Qui spieghiamo cos’è e come fare il compost bokashi o bocashi e come fare l’humus di lombrico per le piante.

Innaffiare il cespuglio di rose in vaso

Innaffiare un cespuglio di rose in vaso non è troppo diverso dall’annaffiare quelli all’aperto, tranne che per la frequenza. I cespugli di rose all’aperto hanno accesso a più umidità nel terreno e possono durare molto più a lungo senza acqua.

In vaso, invece, la rosa dovrà essere annaffiata all’incirca ogni giorno in estate e ogni tre giorni nei mesi freddi. È molto importante prestare attenzione ai segnali che la pianta ci dà a questo proposito e imparare a prenderci la mano per non annaffiare troppo poco o troppo.

I cespugli di rose sono abbastanza suscettibili agli attacchi fungini a causa dell’eccesso di umidità, quindi bisogna annaffiarli senza allagarli e cercando di non bagnare le foglie o i fiori, limitandosi a bagnare il terreno. Usa un soffione doccia a soffione.

Fertilizzante per cespugli di rose in vaso

Essendo situata in un vaso, la pianta è più suscettibile alla mancanza di nutrienti, poiché l’irrigazione tende a lavarli via. Per questo motivo sarà necessario concimare il cespuglio di rose in vaso più frequentemente che se fosse piantato all’aperto.

Si può ricorrere a concime specifico e applicarlo una volta al mese secondo le indicazioni, oppure optare per la via ecologica e utilizzare humus di lombrico o guano, quest’ultimo particolarmente consigliato per i cespugli di rose. Se la tua rosa mostra sintomi di clorosi ferrica, cioè ingiallimento o perdita del colore verde delle foglie, aggiungi un supplemento di ferro al terreno.

In questo altro post puoi imparare come fare il fertilizzante organico per piante fatto in casa.

Potare il cespuglio di rose in vaso

Quando si considera la cura di un cespuglio di rose in vaso, la potatura è fondamentale per mantenere lo stato della pianta. Per sapere come potare un cespuglio di rose in vaso, la cosa più importante è tenere presente che è necessario effettuare una manutenzione costante sulla pianta rimuovendo le foglie, i fiori e gli steli secchi. Successivamente, se il cespuglio è cresciuto troppo, si può effettuare una potatura di ringiovanimento a circa 10 cm dal livello del suolo, che lo aiuterà a crescere di nuovo con forza e vitalità.

Qui puoi saperne di più su quando e come potare i cespugli di rose.

Trapianto il cespuglio di rose in vaso

Un’altra delle cure del cespuglio di rose in vaso è il trapianto. Sarà necessario rinnovare il terreno del rosaio ogni due o tre anni, anche se manteniamo lo stesso contenitore. Rinnovare due terzi del substrato fornendone uno nuovo arricchito di sostanze nutritive e potare le radici della pianta nella stessa proporzione in modo che le nuove crescano di nuovo.

Ti consigliamo di consultare queste altre guide su Come trapiantare un cespuglio di rose passo dopo passo e Trapiantare una pianta: quando e come farlo, oltre a guardare questo pratico video sulla cura dei cespugli di rose in vaso.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendersi cura di un cespuglio di rose in vaso, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.