Suggerimenti

Come far crescere fiori di ibisco commestibili nel tuo giardino

Ho iniziato a coltivare l’ibisco commestibile qualche anno fa perché amo il tè all’ibisco. Non c’è niente come il gusto distintivo e rinfrescante che deriva da questa bellezza tropicale. Mentre io lo coltivavo solo per una tazza di tè, l’ibisco ha il vantaggio di essere bello in giardino.

Anche se originariamente l’ho piantato per il tè, ho imparato che l’ibisco fa una deliziosa gelatina o un condimento. È possibile aggiungere il calice (la frutta), il fiore e la foglia alle insalate. È inoltre possibile utilizzare la pianta a scopo medicinale per molti disturbi, per non parlare del fatto che è piena di sostanze nutritive.

L’uso dell’ibisco come alimento e medicina risale all’epoca romana ed è stato usato per centinaia di anni come tè in Asia e in Africa. Oggi questo fiore nazionale di Haiti viene consumato fresco e come sostituto dei mirtilli. È anche sempre più riconosciuta per i suoi potenziali benefici per la salute, come le sue proprietà antinfiammatorie, la sua capacità di contribuire a migliorare la circolazione sanguigna e ad alleviare la stitichezza.

Oltre a tutto questo, è una pianta bellissima. L’avete sicuramente visto nelle camicie hawaiane e nell’arte murale. Come se non bastasse, l’ibisco commestibile è anche una delle piante più facili da coltivare che abbia mai avuto.


Ibisco commestibile o non commestibile

Non tutte le varietà di ibisco sono commestibili, quindi assicuratevi di aver fatto i compiti a casa. Ci sono centinaia di varietà e ne vengono create sempre di più. Ecco alcune delle mie scelte preferite:


Hibiscus Sabdariffa )

Chiamata anche “Mirtillo della Florida”, questa varietà è piccante e deliziosa e può essere usata come sostituto dei mirtilli. È super semplice da coltivare e si possono mangiare i calici freschi, congelati o essiccati.

Le foglie giovani hanno un gusto di limone, che le rende perfette per insalate o spuntini salutari. I miei figli vanno in giro e spesso prendono una o due foglie per mangiare. L’acetosa giamaicana può crescere fino a 1,5 metri di altezza.


Ibisco di mirtillo rosso ( Ibiscocetosella ( tixag__14) )

Anche se il calice non è commestibile in questa varietà, è una delle mie varietà di ibisco commestibili preferite. Le foglie sono aspre e chiare e sono deliziose nelle insalate e nelle patatine fritte. A differenza di molte piante, le foglie di ibisco di mirtillo mantengono il loro colore rosso dopo la cottura.

Le foglie sembrano foglie di acero rosso vivo. L’ibisco di mirtillo a volte cresce in massa e deve essere controllato pizzicando le punte di crescita per incoraggiarlo a formare un arbusto.

Non scoraggiatevi per le foglie leggermente appiccicose. La viscosità cuoce se le foglie vengono bollite in piccoli lotti, e hanno un sapore delizioso.


Ibisco a foglie commestibili ( Abelmoschus manihot )

Questa varietà può resistere ad un clima più freddo rispetto agli altri tipi, fino alla zona 7. Le foglie di questa pianta sono ovviamente commestibili, e sono disponibili in diverse forme, da lunghe e sottili a rotonde e larghe.


Note sulla pianta dell’ibisco

Essendo un pilastro tropicale, non sorprende che all’ibisco piacciano i climi tropicali, subtropicali e temperati. L’ibisco è un membro della famiglia delle malve, che comprende anche l’okra e il cotone. Se volete coltivare il vostro, ecco cosa dovete sapere:

  • Aree : 8-11
  • Sole : Pianta in pieno sole con ombra parziale nella parte più calda della giornata.
  • Terreno : Pianta in terreno ricco e ben drenato con un pH compreso tra 5,8 e 7,5. Alimentare bene il terreno con materia organica in decomposizione prima di piantare.
  • Acqua : Pozzo d’acqua dell’ibisco. È originaria delle paludi, quindi si trova bene con frequenti acque profonde. Tollera un po’ di siccità, ma non per molto.


Piantare l’ibisco


Quando piantare l’ibisco

Piantate i semi o tenete le piantine in casa fino a quando il tempo non si riscalda in primavera. Gli ambienti temperati che mantengono costanti le temperature calde vanno bene, ma potrebbe essere necessario piantare in contenitori e spostarli di tanto in tanto per prendere il sole. Dovrete anche spostarli all’interno quando la temperatura si raffredda.

Potete piantare all’inizio dell’estate, ma assicuratevi che il terreno non sia compattato e mantenetelo ben annaffiato, soprattutto per i primi tre mesi. Nei climi più caldi, l’ibisco è una pianta perenne. Cresce come annuale nelle zone più fresche.


Piantare semi

I semi di ibisco sono duri, quindi è meglio scarificarli prima di piantarli. Strofinare delicatamente il seme sulla carta vetrata fine e immergerlo per tutta la notte.

Piantate una miscela di semi di buona qualità in vasi e mantenete la miscela umida fino a quando la pianta non cresce in superficie. Tenere i semi e le piante in casa per mantenere una temperatura calda costante.

Spostarsi in giardino una volta che la pianta ha raggiunto i 4-5 cm di altezza e il rischio di gelo è passato. La temperatura esterna non deve scendere sotto i 40 °F.


Propagazione dell’ibisco da un taglio

Questo è il mio metodo preferito perché la propagazione da un taglio di ibisco produce una replica esatta della pianta madre. Si tratta del taglio di legno dolce o di nuovi germogli. Il legno dolce è immaturo, ha una colorazione verde ed è più flessibile.

Tagliare il taglio appena sotto il nodo o il colpo sul taglio. Rimuovere tutte le lame tranne le due lame superiori. Immergere l’ormone radice e la pianta in un mix di coltura di semi di buona qualità. Mantenere sempre l’umidità. Ricrescere una volta che le radici sono al loro posto e osservare la crescita nel taglio.


Crescita del contenitore

Si può preferire l’ibisco in un contenitore per motivi estetici, di spazio o di temperatura. Tuttavia, si comporta bene nei contenitori.

Trovare un contenitore di buone dimensioni, non più piccolo di 5 galloni e profondo almeno 12 cm. Utilizzare una miscela di buona qualità con un fertilizzante a rilascio prolungato.

Posizionare il contenitore in un luogo caldo e soleggiato. Non lasciare asciugare il contenitore.


Cura dell’ibisco commestibile

Copro l’ibisco con torba, fieno o paglia. Questo per trattenere l’umidità, perché in estate vivo in un ambiente asciutto e voglio mantenere il terreno umido. Mi piace anche tagliare la testa del mio ibisco. Il solo pizzicare i fiori morenti e sbiaditi permette alla pianta di concentrarsi sulla produzione di fiori nuovi e freschi.

Un ibisco in fiore ha bisogno di molto cibo. Utilizzare un fertilizzante ben bilanciato una volta al mese. Potare per modellarlo e per rimuovere le parti malate della pianta. Gli ibiscus hanno fiori terminali, il che significa che i fiori crescono alla fine del ramo. La potatura dell’ibisco favorisce la formazione di nuovi rami e i fiori continuano a crescere.


Parassiti e malattie comuni

Sebbene la crescita dell’ibisco commestibile non sia relativamente problematica, ci sono alcune cose da tenere a mente.

  • Leaf Drop : può verificarsi durante il primo trapianto di ibisco. Col tempo, riacquisterà il suo vigore. L’ibisco farà cadere anche le sue foglie ed eventualmente i suoi fiori se non è stato nutrito a sufficienza, quindi la sua prima scelta dovrebbe essere quella di mangiare e bere bene.
  • Scala : La scala appare esattamente come il nome suggerisce: come le scale saldamente attaccate alla vostra pianta di ibisco. Questi piccoli insetti succhiano la linfa delle vostre piante e lasciano un melone che attira le formiche. Utilizzare olio di neem.
  • Afidi : Un altro parassita succhiatore di linfa che può essere trattato con olio di neem.
  • Mosca bianca : insetti grandi come zanzare che attaccano la parte inferiore delle foglie per succhiarne la linfa. Anche in questo caso, usare olio di neem.
  • Thrips : È un parassita da controllare non appena lo si vede perché i thrips depongono le uova all’interno del tuorlo dell’ibisco, che fa cadere la pianta. Utilizzare olio di neem.


Raccolta dell’ibisco

La maggior parte delle piante di ibisco commestibili hanno più parti commestibili, tra cui fiori, calice e foglie. Assicuratevi solo di sapere quali parti della vostra pianta possono essere mangiate.


Raccolto in tazza

L’ibisco fiorisce quando la temperatura è compresa tra 60 e 90°F. I fiori sono grandi, colorati e vistosi, e di solito rimangono aperti solo per un giorno o due. Una volta morti, il calice inizia a formarsi e sarà pronto per la raccolta in 3-7 giorni.

Cercate di raccogliere il calice non appena è maturo perché diventa legnoso. I calici giovani si staccano facilmente dalla pianta, mentre i calici maturi devono essere tagliati con un coltello o delle forbici.

Nel calice c’è un baccello di semi che non si vuole mangiare. Aprire il baccello con un coltello affilato e rimuovere il baccello dal seme. Ora la tazza è pronta per essere usata per il tè o fresca in qualsiasi ricetta.


Raccolta del seme

Se volete raccogliere i semi del vostro ibisco, lasciate il calice e il baccello all’interno continua a sviluppare semi, che sono facili da rimuovere quando il calice viene tagliato e il baccello aperto.


Raccogliere le foglie

Se si utilizzano foglie commestibili, raccogliere giovani e fresche per massimizzare il sapore del limone. Le foglie più vecchie tendono ad essere amareggiate.


Ricette ibisco

Se avete mai bevuto un tè all’ibisco commerciale, avete bevuto il calice essiccato di Hibiscus sabdariffa , ma potete usare i frutti, le foglie e i fiori di qualsiasi ibisco commestibile. Il sapore è qualcosa come mirtillo e limone mescolati insieme.

Prova a fare:

  • Marmellata di Ibisco alla fragola
  • Ibisco enchiladas
  • Hibiscus quesadillas
  • Salsa all’ibisco
  • Salsa di mirtilli rossi all’ibisco

È possibile essiccare qualsiasi parte della pianta e conservarla per un massimo di due anni in un contenitore a tenuta d’aria. Utilizzare i calici freschi entro 2 giorni.


Fare il tè all’ibisco

Prendere 3 calici asciutti o freschi e versarvi sopra una tazza di acqua quasi bollente. Potete anche mescolare qualche fiore e qualche foglia nel tè. Lasciatelo riposare per circa cinque minuti. L’acqua dovrebbe essere rosa brillante. È possibile conservare il calice essiccato per un massimo di due anni.


L’ultima parola sull’ibisco commestibile

Molte persone non hanno idea, quando guardano i grandi fiori di ibisco spruzzati, che la pianta ha molto più da offrire che il suo aspetto. L’ibisco ha un sapore sorprendente, e le piante prolifiche continueranno a riprodursi per tutto il tempo che vorranno.

Fateci sapere come vi piace mangiare il vostro ibisco nei commenti, in modo che altri possano provare le vostre ricette.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *