Suggerimenti

Parassiti e malattie del salice piangente: [rilevamento, cause e soluzioni]

Popolarmente noto come Salice piangente, questo albero a foglie decidue è originario della Cina e può raggiungere fino a 20 metri di altezza.

Questo esemplare trova largo impiego in giardinaggio, essendo piantato da solo , il che gli permette di risaltare molto di più la sua bellezza e portamento.

Tuttavia, come molte altre piante, il salice piangente può presentare una varietà di problemi rappresentati da parassiti e malattie.

Possono danneggiare sia lo sviluppo che la bellezza dell’albero , facendogli perdere la sua attrattiva e portandolo alla morte se non si presta attenzione. Ecco perché, per evitare inconvenienti, oggi presenteremo alcuni dei principali problemi che questo albero può avere.

Afide

Questo parassita è uno dei più popolari in un elenco diversificato di piante e alberi , poiché la sua dieta è piuttosto varia.

In generale, di solito non si vedono ad occhio nudo , perché sono piccoli animali e possono essere adeguatamente nascosti in un albero così grande.

Nonostante ciò, i danni che possono produrre sono piuttosto importanti e possono danneggiare lo sviluppo e la salute dell’esemplare. L’ afide si nutre delle parti tenere e ancora giovani della pianta , quindi può volerci un po’ di tempo per notare la sua presenza in modo specifico.

Per questo motivo è importante disporre di alcune misure preventive , come ad esempio porre di tanto in tanto degli insetticidi sull’albero. Considera che non è necessario che la pianta sia impregnata del prodotto, sarà sufficiente che sia spruzzata e ben protetta.

Woodlouse

Un altro parassita che può essere comune in un esemplare di salice piangente è la cocciniglia , che è opportunista e tende a nutrirsi della linfa degli alberi .

Questo parassita è difficile da sradicare, poiché ha un guscio che lo protegge e rende difficile l’ingresso dell’insetticida nel suo corpo.

D’altra parte, tendono a riprodursi abbastanza rapidamente , il che rende la loro eliminazione finale molto più complessa. La cosa migliore, in caso di soffrire di questa piaga, è potare le zone colpite il più velocemente possibile, avendo cura di non danneggiare l’albero.

Allo stesso modo, il trattamento insetticida contro le cocciniglie funzionerà adeguatamente nelle larve e nei nidi che possono rimanere nell’esemplare. Si può anche notare che la cocciniglia può creare un ambiente abbastanza amichevole per alcune malattie come il grassetto .

Per evitare ciò, è consigliabile utilizzare un fungicida anti-nero e aver cura di spruzzare generosamente l’albero per non correre alcun rischio.

Crosta di salice

Causata dal fungo Pollaccia saliciperda , la ticchiolatura del salice è una malattia comune tra i membri della famiglia dei salici.

Il suo aspetto può essere inizialmente trascurato , poiché all’inizio non causa grandi anomalie.

Tuttavia, è un fungo a diffusione accelerata, rendendo l’albero completamente vittima di esso in breve tempo.

La sua comparsa avviene all’inizio dell’estate , quando le foglie ei giovani germogli sono particolarmente vulnerabili a qualsiasi attacco. Inoltre, è importante specificare che il fungo può ibernare nelle foglie cadute e sopravvivere anche all’interno di rami malati.

Questo lo rende un’infezione piuttosto complicata da controllare e che devi prestare particolare attenzione a tutto ciò che corrisponde al suo trattamento. In caso di infestazione è bene rimuovere tutte le zone colpite , tenendo conto che non possono appartenere ad alcun compost .

In questo senso, si consiglia di bruciare le parti danneggiate o di gettarle nella spazzatura , allontanandole da qualsiasi luogo dove possano sopravvivere. Esistono anche sostanze chimiche appositamente progettate per il trattamento di questa malattia.

Anche se dobbiamo sottolineare che, a volte, possono verificarsi la sopravvivenza del fungo e nuovi focolai di infezione .

Galena

Questa malattia è per lo più associata ai giovani salici piangenti , poiché hanno molta meno forza e vigore.

Il suo innesco è il fungo Stereum purpureum , che si diffonde rapidamente attraverso l’esemplare, lasciandolo debole e arrestandone lo sviluppo.

Il modo principale per riconoscere l’infezione è perché provoca macchie o aree biancastre sulla piantaTieni presente che se l’albero non è abbastanza robusto può comunque essere gravemente colpito dalla malattia.

Per debellarlo è conveniente potare velocemente tutte le parti che sono state danneggiate dal fungo. Fondamentale , d’altra parte, è anche l’utilizzo di potassio e fosforo per nutrire l’albero e aiutarlo a rigenerarsi precocemente .

Manganese e ferro sono altri componenti che possono aiutare a dargli maggior vigore e favorire il rafforzamento dell’albero indebolito. Tuttavia, è importante astenersi dall’utilizzare fertilizzanti commerciali preparati, poiché contengono azoto e non sono convenienti .

oidio

Di solito è un fungo molto comune nel salice piangente, che causa una malattia che può diventare rapidamente intensa e difficile da trattare.

Il modo migliore per trovare questo fungo è cercare una polvere biancastra o dall’aspetto grigio , che genera e lascia sulle foglie.

Questa polvere rende l’albero di colore spento, favorendolo a perdere gradualmente la sua vitalità. Per quanto riguarda il trattamento, è conveniente utilizzare formule ricche di zolfo e rame che favoriscono il controllo della malattia se non molto intensa.

Se è ad alta intensità, dovrai tagliare con cura le aree interessate e smaltirle in modo responsabile. Prendersi cura e garantire la salute del salice piangente è un modo per assicurarsi che sia un buon acquisto per decorare un giardino.

Tieni presente che è un albero grande e ben distribuito, che potrà vivere a lungo dove lo pianti Pertanto, è conveniente tenerlo sorvegliato, oltre che ben nutrito e protetto, impedendo la comparsa di parassiti o malattie.

Allo stesso modo, nel caso in cui si verificassero, è indispensabile che venga effettuato un tempestivo e tempestivo trattamento .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.