Suggerimenti

Piantare patate: la guida completa per farlo [Passo dopo passo]

Sarà d’accordo che:

 La patata è ovunque.  Insieme al pomodoro, è probabilmente uno degli alimenti più utilizzati in tutte le culture.

Ma… Come posso migliorarne il sapore?  Evitare di avere PESTICIDI, prodotti chimici o altri additivi? 

Coltivali tu stesso. È tutto.

È difficile? no no si  segui questi passaggi  che di seguito indichiamo.

Ti ci vorranno al massimo (10 minuti) per leggere questo articolo , ma ti assicuro che in seguito avrai molto più chiaro come piantare le patate.

Punti importanti per piantare patate:
  • Quando? In primavera, ideale fine marzo e inizio aprile.
  • Dove? Luogo di massima esposizione solare.
  • Tempo di raccolta? A seconda della varietà, può variare da 75 a 200 giorni.
  • Come? By s imientes o selezionati per tuberi di impianto. Tagliare anche mezza patata e depositare la parte tagliata capovolta (toccando il suolo).
  • Come prepariamo il terreno? Dissodamento, aerato e fertilizzato con letame animale (ideale). Facciamo creste.
  • A che distanza li piantiamo? Tra 70 e 80 cm.
  • Come innaffiamo? Irrigazione a goccia ideale. Acqua moderata ma costante.
  • Quanto spesso annaffiamo? Dipende dal caldo, ma d’estate tutti i giorni. primavera e autunno ogni 3-4 giorni. 45 minuti.
  • Accanto a cosa piantiamo? Lattuga , aglio , timo , camomilla, cipolla erba cipollina .
  • Cosa NON seminiamo dopo?   Carote e cipolle .
  • Quali malattie e parassiti hanno? Afidi , scarabeo della patata, mosca bianca , acaro del ragno e falena della patata .
  • Quando possiamo raccogliere? Quando gli steli si seccano e prendono un colore giallastro. A 60-90 giorni dalla semina (a seconda della varietà).

Piantare le patate passo dopo passo [12 passi]

  1. Spazio con terreno sufficientemente fertilizzato.
  2. Acqua disponibile per l’irrigazione.
  3. Luce solare diretta quasi tutte le ore della giornata.
  4. Semi certificati (danno risultati migliori) della varietà che vuoi seminare.
  5. Un po’ di tempo, voglia e perseveranza.
  6. Rimuoviamo la terra e la puliamo dalle erbacce
  7. È ideale lasciare il terreno ben dissodato in modo che dreni facilmente.
  8. Concimeremo generosamente la terra , sia con letame animale, vermi fusi o compost (per saperne di più sul compost di patate ).
  9. Partiremo tra 70 e 80 cm da una pianta all’altra in caso di  semina nel frutteto  e circa 40cm di distanza tra le creste o le linee di impianto.
  10. Il modo tradizionale di coltivare le patate consiste nell’introdurre uno o due pezzi profondi 12 cm , con l’occhio della patata rivolto verso l’esterno (sopra).
  11. Installeremo un sistema di irrigazione a goccia per irrigare costantemente, ma evitando ristagni.
  12. Innaffieremo ogni due giorni nei mesi più caldi (30-40 minuti) e nei mesi meno caldi spazieremo l’irrigazione a 1 o 2 volte a settimana .

L patate come sono uno dei tuberi come l’ igname o lo zenzero  apprezzati oggi in cucina . Non solo il loro sapore li rende versatili e regine

piatti vegetariani da innumerevoli piatti, ma i loro metodi di cottura variabili fanno sì che cambino consistenza, colore e forma.

Come se non bastasse, hanno trovato vita in piatti di ogni livello. Dalle deliziose e apprezzate patatine fritte che mangiamo come spuntino o accompagnamento in qualsiasi fast food; alle preparazioni più sofisticate da ristorante trovate nel purè di patate e nelle patate al forno, alleati gastronomici per guarnire praticamente ogni secondo piatto.

Oltre alla già citata fama e versatilità gastronomica, ripetono queste virtù negli orti domestici , essendo facili da coltivare ed estremamente apprezzati da tutti gli appassionati di piantine (piccola e grande scala).

Ecco perché, se il tuo obiettivo è piantare patate, sei fortunato.  Di seguito vi racconteremo nel dettaglio come gustare le patate biologiche, fresche e pronte da gustare sulla vostra tavola  (con un sapore che ti sorprenderà rispetto alle patate del supermercato).

Lo sapevate…
Nel 1995 la patata è stato il primo alimento coltivato nello spazio. Inoltre, nel film e nel libro di fantascienza “The Martian” (Marciano) , l’astronauta botanico Mark Watney ha iniziato a piantare patate su Marte per sopravvivere fino a quando non raggiunge una missione di salvataggio.

Se ami le patate tanto quanto noi e vuoi goderne i benefici in una semina controllata (senza pesticidi, semi discutibili o trattamenti del terreno) allora dovresti considerare l’opzione di piantare patate nel tuo giardino .

Le patate non solo sono ottime da seminare in qualsiasi angolo del vostro orto o frutteto , ma fanno molto bene in vaso, con alcune specifiche per loro.

Come piantare le patate?

 La coltivazione delle patate non deve essere complicata. 

La prima cosa che dovresti determinare è se hai gli spazi appropriati per piantarlo e se sei al momento giusto per svolgere il compito.

Hanno bisogno di luce solare diretta , quindi che tu li abbia sul tuo balcone, terrazzo o giardino, devi trovare un punto esatto dove il sole li colpisce tutto il giorno. quindi di cosa abbiamo bisogno?

  1. Spazio con terreno sufficientemente fertilizzato.
  2. Acqua disponibile per l’irrigazione.
  3. Luce solare diretta quasi tutte le ore della giornata.
  4. Semi o tuberi per la semina della varietà che si vuole seminare.
  5. Un po’ di tempo, voglia e perseveranza.

Lo sapevate…
Le patate sono il quarto alimento più coltivato, dietro grano , mais e riso .

A che distanza pianto le patate?

Come tutti i tuberi ( patate dolci , igname , manioca …) , le loro radici sono larghe e aggressive, quindi devono avere a disposizione un buon spazio (larghezza e profondità) o, in mancanza, un vaso delle giuste dimensioni.

Se hai intenzione di seminarli nel terreno, dovresti sapere che devono essere spostati ogni 3 anni (ovvero, se prevedi di rendere questa semina una routine annuale, devi preparare 3 luoghi diversi).

Se invece la semina è in vaso, non ti devi preoccupare, dovrai solo rinnovare il terreno ogni volta che semini di nuovo.

 Dobbiamo partire tra 70 e 80 cm da una pianta all’altra in caso di impianto nel frutteto e circa 40 cm di distanza tra le creste o le linee di impianto.

Quando devo piantare le patate?

Le patate richiedono un ambiente fresco (non invernale), quindi il momento migliore per piantarle è all’inizio della primavera .

Se vivi in ​​paesi tropicali , l’ideale è optare per la stagione delle piogge, quando l’ambiente è più fresco e umido per il suo sviluppo.

Se aspetti la primavera, assicurati che sia un momento in cui non hai le prossime e inaspettate gelate (cioè sotto i 7 gradi).

 Fine marzo e inizio aprile A seconda della temperatura di solito buoni datteri per iniziare a piantare nel nostro giardino.

Puoi piantare patate in altre stagioni.

Se, ad esempio, hai intenzione di conservare le tue patate per l’ inverno , potresti seminarle a metà giugno, per raccoglierle prima che inizi il freddo.

I loro vicini ideali: cosa piantiamo accanto a loro?

Se hai un orto misto nel tuo giardino e vuoi aggiungere patate o dare loro un certo risalto senza perdere l’opportunità di sfruttare il tuo spazio per altre piantagioni, è necessario pensare a quali vicini sarebbero quelli ideali per le tue patate

Sapendo che si tratta di un impianto di radici molto aggressive, l’ideale è circondarle (anche a distanza preventiva) con altre piante meno invasive a livello del suolo, cioè con radici corte e la cui crescita è piuttosto esponenziale verso l’alto.

Lattuga , spinaci , erba cipollina e aglio sono buoni compagni per le patate, poiché le loro radici sono poco profonde e il loro fabbisogno di terreno e acqua è simile.

Alcune erbe medicinali o aromatiche dicono che possono migliorare il sapore delle patate (oltre a servire come erbicidi organici per il tuo giardino in molti casi. I più conosciuti sono basilico , camomilla , prezzemolo e timo .

Cavolfiore , fagioli e mais  possono anche essere importanti alleati per le patate mentre crescono.

Trucco:

Nel caso dei legumi , innalzano i livelli di azoto nel terreno dove si trovano, rendendoli buoni compagni per altri ortaggi, motivo per cui molti li chiamano “donatori universali”.

Anche l’aglio è un buon vicino. Rivelarsi essere uno strumento anti-insetto naturale molto efficace  La maggior parte delle volte.

Ricorda di progettare il tuo giardino di casa prima di iniziare a piantare, sviluppa un calendario di semina e pianifica per quanto tempo vedrai il frutto di ciascuna delle tue verdure, spezie e tuberi.

Un buon fertilizzante è il percolato .
Lo sapevate…
Le patate furono coltivate per la prima volta dagli Incas nell’antico Perù prima dell’arrivo di Colombo. Si sono rapidamente espansi in Europa, Asia e Nord America, uno dei loro principali produttori oggi (più di 40 miliardi di chili all’anno di produzione).

Cosa NON dovremmo piantare vicino alle patate?

Tuttavia non tutto è roseo nella vita del giardino, alcune piante dovrebbero essere davvero ignorate quando si tratta di compagnia per le tue patate.

Le piante “notturne” sono le prime compagne tossiche che dovreste evitare per le vostre patate, come le melanzane poiché condividono le stesse malattie delle patate e quindi creano un ambiente molto debole che attira gli stessi virus, batteri e insetti.

Altre piante, invece, sembrano aumentare naturalmente i parassiti delle patate , come i cetrioli , i lamponi, i girasoli e le zucche , anch’esse invasive sebbene a livello del suolo.

E alcune piante inibiscono la corretta crescita e sviluppo delle patate, come le carote, gli asparagi e le cipolle , la cui crescita è simile e quindi si soffocano a vicenda nello spazio .

Di cosa abbiamo bisogno per coltivare le patate?

Se hai abbastanza spazio

Se hai un campo più o meno ampio e abbastanza terreno, procurati una zappa o meglio ancora una motozappa sarebbe l’ideale per preparare il terreno.

Questi attrezzi, in particolare la motozappa o motocoltivatore , ti aiuteranno molto quando si tratta di rimuovere il terreno e arieggiarlo.

Dopo averlo passato almeno una volta nella zona dove si vogliono piantare le patate, aggiungeremo il compost e la materia organica come il letame e mescoleremo ancora in modo che sia ben amalgamato al terreno.

Ora l’area comincia a essere preparata, ma è tempo di avere le creste.

La motozappa ti aiuterà molto quando l’avrai superata più volte. Lasciandola camminare a poco a poco sul terreno, farà lei stessa le creste senza che tu te ne accorga.

Se non hai una motozada, ci vorrà un po’ più di lavoro. Ma con la zappa si possono preparare anche le creste.

Una volta che sei sicuro di avere tutti i requisiti che i tuoi genitori chiedono per sviluppare, è il momento ideale per preparare il terreno.

Le patate fortunatamente non sono molto esigenti riguardo al suolo.

La nostra esperienza ci dice che richiedono ambienti leggermente acidi (5,8 – 6,5) ma possono tollerare intervalli diversi.Sono estremamente grati!

L’importante è mantenere buoni livelli di sostanza organica nel terreno. Per vedere preparato un buon secchio di compost in precedenza è l’ideale.

Dovresti anche mantenere umido il terreno, senza saturarlo d’acqua , altrimenti potresti far marcire rapidamente le radici delle patate.

L’ideale è far funzionare i semi certificati , tuttavia, puoi utilizzare qualsiasi patata “nata” che hai in cucina, assumendo rischi maggiori in relazione alla sua crescita e raccolta.

I risultati sono di solito molto simili se viene presa la cura pertinente.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *