Suggerimenti

Sbollentatura delle verdure: tutto quello che devi sapere

Ciao Agrohuerters, come dice il titolo di oggi, parleremo di una nuova tecnica che viene utilizzata sempre più nell’agricoltura convenzionale, ma si sa molto poco nell’agricoltura urbana e si tratta dello sbiancamento delle verdure.

Cos’è la scottatura delle verdure?

La scottatura delle verdure è una tecnica molto utilizzata, soprattutto nelle verdure a foglia, oltre a tutti i tipi di lattuga , indivia, sedano, ecc.

L’obiettivo principale è rendere le foglie interne il più bianche possibile invece del tipico colore verde scuro. Ciò si ottiene impedendo al sole di colpire le aree che vogliamo rendere più bianche.

Perché sbollentare le verdure?

Questa tecnica viene utilizzata principalmente perché le verdure sono molto più tenere e succose. Sono anche più puliti, il che è un grande vantaggio durante il lavaggio

i prodotti prima di consumarli, in quanto impiegheremo meno tempo.

Come sbollentare le verdure

Esistono diversi metodi per sbollentare le verdure. Tradizionalmente si effettuava ricoprendo la pianta di terra; ma questo danneggia la pianta poiché la sporca e ciò che si cerca tra l’altro è che la pianta sia ancora più pulita. Un altro punto negativo è che la pianta può contrarre una malattia stando tutta a contatto con il terreno, ma questo è stato fatto perché è un metodo molto economico.

Attualmente vengono utilizzati altri metodi come i seguenti:

legato

Legato : si fa con degli elastici, è un metodo molto usato per le lattughe. Deve essere legato pianta per pianta. Il problema è che solo le lenzuola interne sono sbiancate, quelle esterne no.

Separazione tra i piani

Separazione breve tra le piante : Quello che si vuole con questo metodo è fare la semina o il trapianto, lasciando lo spazio minimo tra le piante, in modo che siano così vicine o incollate tra loro che la luce del sole non possa penetrare. Questo è particolarmente vero nel sedano, perché funziona così bene. Gli svantaggi sono che possono contrarre malattie o parassiti più rapidamente o che se una pianta lo contrae, le altre si diffondono ancora più velocemente.

Carta

Carta : Con la carta bianca, si tagliano pezzi abbastanza grandi e si posizionano intorno alla pianta, per unire le due estremità si può fare con del nastro adesivo. Ha due inconvenienti, il primo è che se piove la carta si sfalda, e il secondo, che è un lavoro noioso posizionarlo su tutte le piante, soprattutto se si tratta di un grande giardino.

Cappelli di plastica

Cappelli di plastica : questo è molto usato nella coltivazione dell’indivia, in cui è molto difficile legare le piante o metterle insieme, poiché perderebbero qualità. I “berretti o cappelli” sono una semisfera di plastica con un foro nella parte superiore, che si chiama camino. Di solito sono bianchi in modo che la pianta non si riscaldi e non si bruci.

La funzione principale del camino è che l’impianto effettui lo scambio di gas, cioè che possa “respirare” e quindi non scaldarsi affatto. Uno dei grandi vantaggi di questa tecnica è che vengono posizionati molto rapidamente sulle piante.

Ogni cappello potrebbe essere sostituito da una plastica che li ricopra tutti contemporaneamente, che è molto più economico e riduce il lavoro, ma soffrono un po’ di più. Se si opta per quest’ultima opzione, è consigliabile che in estate la plastica sia bianca e in inverno nera.

Varietà specifiche

Varietà specifiche : Esistono già in commercio varietà che si “sbiancano”, cioè non diventano completamente verdi da sole. Questo è un vantaggio in ogni modo, perché non c’è davvero bisogno di fare nulla. Ma l’unico aspetto negativo è il prezzo dei semi, che può essere un po’ alto. Un esempio di questo è il sedano giallo (Golden spartan).

Quando sbollentare le verdure?

La sbiancatura avviene circa una o due settimane prima della raccolta . Non si può fare prima perché la pianta sarebbe molto piccola e avrebbe bisogno di un certo tempo per crescere. Quindi si può fare solo quando è già di una certa taglia ed è adulto, quindi resiste meglio anche al calore, perché mettendoci sopra un corpo estraneo, viene trattenuto più calore all’interno della pianta.

Tutti sono metodi ecologici al 100%, dove la pianta non soffre e facili da fare in casa. Per l’orto urbano la più consigliata è la carta, perché è molto facile da reperire ed economica, può essere usata anche riciclata, e se non è stata danneggiata dalle piogge o per altri motivi può essere riutilizzata nel prossimo raccolto.

Quindi Agrohuerters ti invito a utilizzare questa nuova tecnica di sbiancamento delle verdure, poiché è molto facile da introdurre nella pianificazione del tuo giardino, non richiede molto tempo per giardini urbani o aiuole e d’altra parte ti divertirai la consistenza maggiore della verdura al momento di mangiarla. Saluti e alla prossima volta!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *