Suggerimenti

10 passaggi per creare il tuo giardino in casa: guida facile e veloce

Oggi andiamo a vedere quali sono i passaggi per allestire un giardino in casa . Forse vuoi iniziare a coltivare ma hai dei dubbi sul fatto che qualcuno della città, senza molta conoscenza delle piante, possa essere in grado di coltivare un orto in casa e farne scorta per mangiare.

Suggerimenti per commentare un orto

Oppure potresti pensare che questa cosa dei giardini sia una cosa dei paesi, delle zone rurali… e che sia difficile avere un giardino in casa se vivi in ​​città.

Se ti trovi in ​​uno di questi casi o, semplicemente, se sei determinato a coltivare un orto ma non sai da dove cominciare… sei fortunato! Oggi vedremo le chiavi per fare giardinaggio con successo a casa . Esamineremo alcuni degli aspetti più importanti del giardinaggio, di cui abbiamo già parlato in altri post del blog:

  1. Scegli il tipo di giardino
  2. Installare il sistema di irrigazione
  3. Scegli substrato o “terreno”
  4. Colture da giardino e loro posizionamento
  5. Preparare e fertilizzare il substrato
  6. Semenzai: semina e piantumazione
  7. Prevenzione e lotta contro parassiti e malattie
  8. Attività di coltivazione consigliate
  9. Altri aspetti per un giardino ecologico e sostenibile
  10. Raccolto

10 passi per creare il tuo giardino in casa

1. Scegli il tipo di giardino più adatto alle tue condizioni

Se hai un giardino puoi installare il tuo  giardino direttamente a terra, in aiuole rialzate.. . Se non hai tanto spazio o preferisci non chinarti per i lavori in giardino, puoi mettere i tavoli di coltivazione sul tetto, nel patio…, un vaso di fiori in terrazza, nelle finestre, o in qualsiasi altro posto.. .

Ci sono molte possibilità quando si tratta di allestire un giardino in casa ! Se scegli di fare il giardinaggio in contenitori,  hai anche diverse opzioni, inclusi contenitori e oggetti riciclati. (Scopri di più su questo cercando la parola “contenitori” o “tipi di giardini” nella casella di ricerca nell’angolo in alto a destra.)

2. Scegli il sistema di irrigazione

Sarà una delle prime decisioni da prendere, perché da essa dipendono i primi compiti dell’orto di casa : come fare delle creste (se si sta per annaffiare per solchi), o mettere i semi/piantine in un luogo adatto distanza a seconda degli erogatori d’acqua (se si intende irrigare per gocciolamento o per aspersione).

Consiglio sempre la micro – irrigazione o irrigazione a goccia come irrigazione a  goccia, la microaspersione  o essudativa o l’irrigazione con nastro di essudazione perché si spende meno acqua e sono più comodi e meno “schiavi” durante l’irrigazione.

Ma se hai un pozzo o molta acqua da irrigare, puoi anche fare dei  colmi per irrigare attraverso dei solchi , anche se questo tipo di giardino è più laborioso rispetto a quelli con un sistema di irrigazione automatico, come l’irrigazione a goccia. In questo video del Canale TV Ilgiardinocommestibile puoi vedere come Sandra prepara le creste:

Molto di più sulle  tipologie di impianti di irrigazione in questo link e in altre voci che troverai nella categoria “Come coltivare l’orto”.

3. Scegli le colture da giardino e il loro posizionamento

Scegliere le colture per l’orto di casa è una decisione che dipenderà dai vostri gusti, dalla vostra esperienza, dallo spazio che avete, dalla luce… Sono tante le piante che si possono coltivare in giardino oltre a quelle tipiche orticole come come lattuga, pomodori e cipolle.

Se sei nuovo a questo, puoi provare ” piante da giardino per principianti” . Ci sono anche giardini con poco sole, dove è meglio mettere piante che richiedono poca luce. Come abbiamo visto in altri post, ci sono piante benefiche come alcuni fiori, siepi o frutti rossi, che hanno molti vantaggi per il giardino, come il loro odore repellente per i parassiti o i colori che attirano gli insetti utili.

Una volta scelte le colture, è importante progettare un buon posizionamento, poiché ci sono colture che hanno un’associazione benefica, e altre che sono incompatibili tra loro e che è meglio non accantonare. Per saperne di più su questo puoi vedere il post sull’associazione delle colture in giardino 

 4. Il substrato o “terreno”

La scelta del substrato ideale è una delle decisioni chiave quando si fa giardinaggio in casa. Non solo qualsiasi substrato universale economico può essere adatto per le piante da giardino, e a volte economico è costoso. (Álvaro ci ha già insegnato alcune chiavi per scegliere un buon substrato in molti dei video di Agrohuerto TV ).

Esistono anche altre possibilità più moderne, come i substrati per la coltivazione idroponica , o anche la coltivazione senza substrato o NTF , che si basa sulla continua circolazione nella zona radicale dell’acqua con i nutrienti.

5. Preparare e fertilizzare il substrato

Di anno in anno è conveniente arare o asportare il terreno con una zappa o, più superficialmente, con un rastrello. Questo viene fatto per rimuovere le erbacce e allentare il terreno.

Devi anche concimare in modo che le piante abbiano i nutrienti necessari per crescere e dare buoni raccolti. Ci sono tanti modi per concimare il giardino, in questo link vi lascio qualche idea di concimi organici e naturali e concimi per l’orto di casa (molti di questi si possono fare anche in casa, come il compost).

6. Semenzai: semina e piantumazione

Normalmente, soprattutto per i principianti, è meglio fare prima alcune piantine invece di seminare direttamente nel terreno finale. In questo modo germoglieranno più facilmente e potremo prenderci più cura di ogni pianticella. Nel post Come realizzare un semenzaio abbiamo visto le chiavi per procedere passo passo.

Il trapianto o la semina nel terreno finale dovrà essere fatto con molta attenzione, come ci ha detto Álvaro in questo video:

7. Prevenzione e lotta contro parassiti e malattie

Se vuoi un giardino in casa che sia ecologico e senza la presenza di prodotti chimici, devi utilizzare i prodotti appropriati. Per prevenire ed sradicare parassiti e malattie, puoi acquistare pesticidi biologici o preparare tu stesso rimedi naturali.

Secondo me il modo migliore per eliminare parassiti e malattie in modo naturale ed ecologico è la lotta integrata .

Il controllo integrato è una tecnica facile che combina la prevenzione con vari metodi ecologici e sicuri per la salute e l’ambiente, come trappole per insetti, preparati vegetali o l’uso di insetti utili o “nemici dei parassiti”.

8. Compiti di coltivazione

Il diserbo è molto vantaggioso per la maggior parte delle colture da giardino. Consiste nel rimuovere il terreno con un piccolo rastrello o zappa. Per alcuni lavori, come questo e altri lavori di coltivazione, ci sono strumenti di base che non possono mancare nel tuo giardino .

Un altro lavoro consigliato in alcune specie orticole è la potatura. La potatura di una pianta di pomodoro , di peperone o di zucchina può essere molto favorevole per il raccolto, che di solito è di qualità molto migliore e con frutti più grandi.

9. Altri aspetti per un orto domestico ecologico e sostenibile

Se quello che vuoi è un giardino sostenibile, oltre a utilizzare solo prodotti naturali invece di sostanze chimiche, ci sono altre azioni che si dovrebbe tenere a mente: il riciclaggio delle acque piovane , il riutilizzo organica dei rifiuti da resti della cucina e delle colture. Per fare il compost, l’ uso di materiali di riciclo , la presenza nel giardino di fiori, siepi e altre piante benefiche che attirano gli impollinatori … (di tutto questo abbiamo già parlato in altri post che potete trovare nella categoria “Giardini Ecologici”).

10. Il raccolto dell’orto

L’ultima fase del ciclo di crescita è la raccolta. Va fatto nel momento ottimale della maturazione, e questo dipende da ogni tipo di pianta. Ci sono alcune colture orticole dalle quali otterrai anche più di un raccolto, e altre, come quelle aromatiche, che possono durare anche anni. Usa le forbici e gli strumenti appropriati e taglia la verdura senza danneggiare il resto della pianta.

Il metodo di raccolta è diverso per i diversi tipi di verdure, quindi dai un’occhiata ai nostri file di raccolto se vuoi scoprire una pianta specifica.

Spero che questi suggerimenti e le esperienze e le opinioni che altri giardinieri urbani hanno lasciato sul blog, ti aiutino ad avviare con successo un giardino in casa! Ci sono molti vantaggi nel giardinaggio  e, soprattutto, chiunque si metta in testa può farlo! 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *