Carote

Trattamento delle macchie di foglia di carota: per saperne di più sulle macchie di foglia di carota

Niente spaventa il giardiniere più del segno di un parassita delle foglie, che può avere un impatto molto devastante sulla vitalità e persino sulla commestibilità delle sue colture vegetali. Quando cominciano a comparire macchie o lesioni fogliari, è possibile che non si sappia come identificare la peronospora fogliare o come arrestarne la diffusione. Questo è quello che mi è successo quando ho osservato per la prima volta la ruggine delle foglie sulle carote nel mio giardino. Mi sono chiesto “è stata la ruggine della foglia di carota o qualcos’altro” e “qual è stato il trattamento appropriato per la ruggine della foglia di carota? La risposta è in questo articolo.

La foglia di Cercospora brucia nelle carote

Prima di tutto, qual è la macchia sulla foglia di carota? Di solito è così quando si vedono macchie morte o necrotiche sulle foglie di carota. Un esame più dettagliato di queste macchie vi aiuterà a determinare il tipo di bruciatura della foglia che sta colpendo la vostra carota e quale linea d’azione adottare. In realtà ci sono tre tipi di bruciature delle foglie che entrano in gioco per le carote che sono o fungine ( Alternaria dauci e Cercospora carotae ) o batteriche ( Xanthomonas campestris pv. carotae ) in natura.

Dopo un’ispezione visiva, sono stato in grado di diagnosticare definitivamente la macchia di foglie di carota sul mio recinto del giardino. Le macchie, o lesioni, erano di colore crema o grigio con bordi puliti e marrone scuro. All’interno delle foglie di carota, queste lesioni erano di forma circolare, mentre lungo il bordo della foglia erano più allungate. Alla fine, tutte queste lesioni si sono unite o si sono fuse insieme, provocando la morte della foglia.

La bruciatura delle foglie può essere osservata anche sui piccioli e sugli steli delle foglie, con conseguente morte di queste parti della foglia. Le foglie e le piante più giovani tendono ad essere il bersaglio della ruggine delle foglie di carota dal recinto, quindi è più comune all’inizio della stagione di crescita.

La bruciatura della siepe della carota colpisce solo il fogliame della pianta, quindi la radice carnosa sottoterra rimane commestibile. Anche se pensate che questo significhi che non dovete preoccuparvene, ripensateci. Le piante indebolite dalle malattie non solo sono antiestetiche, ma non sono nemmeno grandi produttori. L’area fogliare può influenzare le dimensioni della radice della carota. Meno è sana la massa fogliare, meno fotosintesi c’è, quindi le carote possono non formarsi affatto o possono crescere solo una frazione della loro dimensione potenziale.

E potrebbe essere un po’ più difficile raccogliere le carote peronospora che hanno indebolito la struttura delle foglie – dovrete scavare più a fondo, e afferrare e tirare meno in cima alla foglia. Per non parlare del fatto che non volete che i vostri vicini vi guardino di traverso. I funghi della carota possono sviluppare spore infettive che vengono trasportate dal vento e dall’acqua, atterrando e potenzialmente infiltrandosi nelle piante dei vicini. Ora siete di nuovo preoccupati per questo. Qual è il trattamento per la macchia di foglie di carota?

Trattamento e prevenzione delle macchie di foglie di carota

Considerando il fatto che la macchia di carota si sviluppa per lunghi periodi di fogliame bagnato, ci sono misure che possono essere adottate per prevenirla. Una buona igiene del giardino è essenziale. Resistete al sovraffollamento quando piantate il vostro giardino – facilitate l’aerazione lasciando un po’ di spazio tra di loro.

Quando si annaffia, cercare di farlo all’inizio della giornata e considerare l’utilizzo dell’irrigazione a goccia per assicurarsi di irrigare solo alla base della pianta. La peronospora delle foglie del recinto può svernare nei resti delle piante malate per un massimo di due anni, quindi rimuovere e distruggere (non compostare) le piante infette è una buona pratica, così come lo è la rotazione delle colture per due o tre anni.

Anche le piante perenni selvatiche come i merletti della Regina Anna portano il parassita. Si raccomanda quindi di tenere il giardino (e i suoi dintorni) libero dalle erbacce. Infine, il patogeno del recinto è trasmesso anche dai semi. Si consiglia di prendere in considerazione la possibilità di piantare varietà più tolleranti alle malattie come Apache, Early Gold o Bolero, per citarne alcune.

Con la peronospora delle foglie di ambrosia sulle carote, la diagnosi precoce è essenziale. Avrete le migliori possibilità di successo del trattamento attuando un programma fungicida preventivo con un intervallo di spruzzatura di 7-10 giorni al momento del rilevamento (abbreviate questo intervallo a 5-7 giorni con tempo umido). I fungicidi contenenti principi attivi come rame, clorotalonil o propiconazolo possono essere più efficaci.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *