Orti di cura generale

Come coltivare l’erba

La soluzione migliore e più conveniente è quella di coltivare la propria erba da seme. Non solo è più delicato sul portafoglio, ma è anche più efficace nelle zone più difficili del prato, come le pendenze o le curve.

La coltivazione di nuove erbe non solo risolverà il problema dal punto di vista estetico, ma, coprendo queste aree nude, eviterà l’erosione del suolo, un problema comune a molte erbe.

Questa guida vi mostrerà come coltivare l’erba da seme per coprire quelle fastidiose macchie calve sul vostro prato sacro. Vi daremo anche alcuni consigli su come mantenere il vostro prato.


Fase 1 – Raccogliere i semi d’erba giusti

Prima di iniziare ad applicare i semi d’erba a queste macchie nude, assicuratevi di ricercare quali semi d’erba crescono meglio nel vostro giardino. Nella maggior parte dei giardini, una miscela di erbe familiari resistenti che contengono erbacce perenni sarebbe adatta come soluzione di tappeto erboso “per uso generale”.

Considerate questioni come: il drenaggio del vostro cortile, se il vostro prato è inclinato, la dimensione dell’area o delle aree nude, e le aree che sono ombreggiate o sensibili nei periodi di siccità.

Considerate anche lo scopo principale del vostro prato e le attività che vi si svolgeranno. Se cercate un manto erboso ornamentale o fine che non abbia molto traffico, allora cercate miscele di festuca masticabile, festuca rossa strisciante forte e sottile e festuca marrone.

Se avete un prato all’ombra, prendete in considerazione l’acquisto di miscele contenenti festuca dura, esile festuca rossa e festuca marrone, tutte specie “a foglia fine”.


Fase 2 – Preparazione del suolo

Provate a rimuovere l’erba vecchia tirando su erbacce o sassi e poi livellando grossolanamente il prato. Per suggerimenti su come livellare il prato, consultate la nostra guida su come livellare un prato.

Forchettate il sito, camminate con i tacchi pesanti, poi rastrellare per preparare la zona in modo adeguato.

Assicuratevi di uscire sul prato 3 giorni prima di applicare i semi e rastrellare il concime granulare.


Fase 3 – Seminare

Agitare la scatola dei semi per facilitare la miscelazione. Segnare poi le aree con lo spago in metri quadrati, se l’area in cui si desidera applicare i semi è grande.

Seguire le istruzioni sulla confezione o, in caso contrario, cercare di spargere circa 50 grammi di seme per metro quadrato. Oltre a questo, assicurarsi di pesare e poi separare la miscela per una copertura equa e uniforme.

Dividere ogni 50 grammi a metà, poi disperdere in direzioni alternate. Poi rastrellare e annaffiare le aree che sono state trattate.

Assicuratevi di seminare in autunno o a metà della primavera. Evitate di seminare in estate, perché le vostre piante non avranno acqua a sufficienza per sopravvivere. Consultate la nostra guida alla semina per assicurarvi di farlo bene.


Fase 4 – Seguito

Ove possibile, applicare reti da frutta alle zone trattate per evitare danni alla zona da parte di uccelli o altri parassiti. Applicare anche un pezzo di spago intorno alla zona, si spera che questo impedirà alle persone di camminare sulla zona.

Tenete tutte le vostre piantine ben annaffiate e nutrite. Fate testare il vostro terreno ogni pochi giorni per vedere se ci sono aree che necessitano di particolare attenzione. Soprattutto durante un periodo di siccità, o se non ha piovuto per 7-10 giorni.

Cercate l’erba a mano piuttosto che utilizzare qualsiasi prodotto sulle aree trattate. Non utilizzare erbicidi prima del 4° o 5° taglio nelle zone colpite. Una volta che l’erba è cresciuta, l’area sarà più resistente per la crescita dell’erba.

Attendere che l’erba sia cresciuta fino ad un’altezza di circa 2 cm, quindi tagliarla a circa 1 cm. Assicuratevi di sbarazzarvi di tutti i ritagli sul vostro prato. Assicuratevi di seguire queste linee guida generali almeno per le prime falciature. Con un po’ di cura, si può ottenere un bel prato.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *