Garlic

Conservazione dei bulbi d’aglio: come conservare l’aglio per il prossimo anno

L’aglio si trova in quasi tutte le cucine del pianeta. Questa popolarità ha portato sempre più persone a coltivare i propri bulbi. Questo solleva la questione di come conservare l’aglio per il raccolto dell’anno prossimo.


Conservare l’aglio per il prossimo anno

L’aglio è originario dell’Asia centrale, ma è coltivato nei paesi del Mediterraneo da oltre 5.000 anni. Gli antichi greci e romani apprezzavano l’aglio, e si dice che i gladiatori ne mangiassero il bulbo prima della battaglia. Si dice che gli schiavi egiziani abbiano consumato la lampadina per guadagnare la forza di costruire le Grandi Piramidi.

L’aglio è una delle 700 specie della famiglia delle cipolle o Allium, di cui esistono tre tipi specifici: aglio a colletto morbido ( Allium sativum ), aglio a colletto duro ( Allium ophioscorodon ) e aglio elefante ( Allium ampeloprasum ).

L’aglio è una pianta perenne, ma di solito viene coltivato come pianta annuale. È una pianta relativamente facile da coltivare, purché sia esposta alla luce del sole e il terreno sia ben drenato e ben modificato. Il vostro aglio sarà pronto per la raccolta a metà e fine estate.

Lasciare i bulbi nel terreno il più a lungo possibile per raggiungere la loro dimensione massima, ma non troppo a lungo perché i chiodi di garofano comincino a separarsi, il che ha un impatto negativo sullo stoccaggio dei bulbi d’aglio. Aspettate che il fogliame muoia e cominci a rosolare, poi sollevate con attenzione le lampadine da terra, facendo attenzione a non tagliarle. I bulbi freschi si ammaccano facilmente, il che può favorire l’infezione e influire sulla conservazione dei bulbi d’aglio, riducendo efficacemente la loro durata di conservazione.


Stoccaggio delle lampadine all’aglio

Quando si conservano i bulbi d’aglio, tagliare i gambi d’aglio un cm sopra il bulbo. Per conservare il brodo d’aglio per l’anno successivo, i bulbi devono prima essere essiccati. Per asciugare i bulbi basta semplicemente asciugare l’aglio in un luogo asciutto, caldo, buio e arieggiato per qualche settimana. Scegliete i bulbi più grandi quando conservate il brodo di aglio per la semina dell’anno prossimo.

Un’asciugatura accurata dei bulbi d’aglio è essenziale per conservare l’aglio per la semina. Se si cura all’aperto, le lampadine possono causare scottature e le aree poco ventilate possono favorire malattie e muffe. Appendere le lampadine agli steli in uno spazio buio e arioso è uno dei metodi migliori. La guarigione richiederà dai dieci ai quattordici giorni. I bulbi guariscono con successo quando il collo si è ristretto, il centro del gambo si è indurito e la pelle esterna è secca e croccante.

Un adeguato stoccaggio è inoltre essenziale per mantenere le scorte di aglio da seminare. L’aglio può essere conservato per un breve periodo di tempo a temperatura ambiente tra i 68 e gli 86 gradi F. (20-30 C.), le lampadine cominceranno a degradarsi, ad ammorbidirsi e ad appassirsi. Per la conservazione a lungo termine, l’aglio deve essere conservato a una temperatura compresa tra i 30 e i 32 gradi F. (da -1 a 0 C.) in contenitori ben ventilati e si conserva per 6-8 mesi.

Tuttavia, se la conservazione dell’aglio è strettamente legata alla piantagione, i bulbi devono essere conservati a 50 gradi F. (10 C.) ad un’umidità relativa del 65-70 %. Se il bulbo viene conservato tra i 3 e i 10°C, l’inattività si romperà facilmente e porterà a germogli laterali (scopa delle streghe) e a maturazione precoce. Conservazione sopra i 65 gradi F. (18 C.) comporterà una maturazione tardiva e una germogliazione ritardata.

Assicuratevi di piantare solo semi d’aglio che siano stati correttamente conservati e fate attenzione ai nematodi dell’aglio. Questo nematode provoca foglie rigonfie e contorte con bulbi screpolati e screpolati e indebolisce le piante. Quando si conservano e si conservano le scorte di aglio di anno in anno, piantare solo bulbi di semi sani e non maculati per ottenere i migliori risultati.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Cerrar