Cactaceae

Il Riccio Cactus


Il riccio cactus

Cactus riccio, Echinocereus chisoensis


Botanica

Nome latino: Echinocereus chisoensis

.
Famiglia: Cactaceae, cactus, cactus

Origine : Sierra Mojada in Messico

Tempo di fioritura: primavera

.
Colore del fiore: viola, rosa
Tipo di pianta: succulenta

.
Tipo di vegetazione:
perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
10cm


Piantagione e coltivazione

Forza:

.
Esposizione: sole

.
Tipo di terreno :
ben drenato

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
suolo molto secco Uso: serra, roccia

.
Piantare, reimpiantare:
molla

Modo di propagazione : semina Dimensione : non potatura
.
Malattie e parassiti :
Marciume, scaglie di insetti ” Invia una foto di Facebook Pinterest a Twitter


Generale

L’Echinocereus chisoensisisis è una piccola candela cilindrica originaria della Sierra Mojada, che raggiunge i 1500 metri di altitudine nel nord del Messico.

Questa specie si caratterizza per la sua magnifica e duratura fioritura indotta da un inverno secco e freddo. La maggior parte degli echinocerali sono molto robusti e possono resistere anche al gelo se il terreno non è bagnato. Questo genere comprende 45 specie di cactus perenni, che possono formare colonie o svilupparsi autonomamente. Provengono dal sud della Spagna o dal Messico e tutti fioriscono in abbondanza e in modo spettacolare.

L’Echinocereus chisoensis , è un cactus eretto con un corpo cilindrico di 5-10 cm di diametro, generalmente solitario, che cresce nel suo habitat naturale sotto la protezione di piccole piante che lo proteggono.

Il gambo è da globoso a cilindrico con l’età e ha un bel colore da verde chiaro a verde scuro che a volte diventa grigio con fino a 19 costole ricoperte da sottili spine bianche o rosa.

La sua fioritura diurna è impressionante per le dimensioni e il colore brillante del fiore. Da marzo a giugno, per il vostro più grande piacere, appariranno i fiori svasati a imbuto di 5-7 cm, dal rosa al viola o al magenta con gola bianca, molto profumati.

L’Echinocereus chisoensis è uno dei cactus più resistenti grazie alla sua origine montuosa. Il freddo è addirittura una garanzia di successo per la sua fioritura, che può essere compromessa in una serra riscaldata in inverno.

La loro cultura non richiede particolari attenzioni. Avrà bisogno di tutta la luce possibile per svilupparsi in modo ottimale. Nel giardino, conservatelo in un luogo asciutto e ben drenato, su un terreno sassoso e in pendenza. Una roccaforte sarà l’ideale per questa piccola specie se esposta a sud e se beneficia di lunghe ore di sole. Attenzione agli inverni troppo umidi, la pianta non sopravviverà perché odia il suolo bagnato e può marcire molto rapidamente. Ricordatevi di proteggerla dalle forti piogge. In estate, sarà sufficiente un’abbondante irrigazione una volta alla settimana.

Nelle serre, l’Echinocereus chisoensis sarà installato in un substrato composto da 2 parti di terriccio, 2 parti di pozzolana o ghiaia di fiume fine e 2 parti di buon terriccio da giardino. Non dimenticate di svuotare il fondo del vaso, che dovrebbe essere preferibilmente in terracotta per consentire una migliore circolazione degli elementi. Da marzo a ottobre, l’irrigazione sarà ripresa e sarà sospesa per tutto l’inverno, a causa di un’irrigazione settimanale molto abbondante. È indispensabile lasciare asciugare completamente il terreno tra un’annaffiatura e l’altra. Il fertilizzante può essere aggiunto una volta al mese durante questo periodo per favorire la fioritura.

Naturalmente, potete portare il vostro Echinocereus chisoensiss sul balcone o in giardino durante il periodo estivo, il sole diretto colorerà bene le vostre spine e vi godrete l’aria aperta. Ricordatevi di portarlo nella vostra serra non appena arriva la prima gelata, a meno che non troviate un posto protetto dalla pioggia e dal gelo dove poter annusare l’inverno per preparare dei bellissimi fiori per la primavera successiva.


Specie e varietà di Echinocereus

Il genere comprende circa 40 specie
.
Echinocereus mirabilis per i suoi fiori notturni leggeri e profumati, Echinocereus rididissimusremarcable per la sua densa spina dorsale gialla e rossa che maschera il corpo della pianta.

Mappe di piante dello stesso genere

  • Echinocereus rigidissimus ssp. rubispinus , Cactus arcobaleno

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *